1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Trezeppi

    Trezeppi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno
    sono proprietario di un appartamento affittato con contratto abitativo concordato 3+2
    intendo esercitare diniego di rinnovo alla prima scadenza per vendere l'appartamento. Ho due domande in merito:
    - nel contratto di locazione l'inquilino ha firmato una clausola in cui rifiuta il diritto di prelazione. La clausola è nulla?
    - nel caso la clausola sia nulla e comunque il locatore intenda rifiutare il suo diritto di prelazione, come si procede? So che entro sei mesi dalla prima scadenza io devo inviare comunicazione tramite ufficiale giudiziario, e lui ha due mesi di tempo per rispondere. Se risponde negativamente deve lasciare l'immobile alla data della prima scadenza? Io in tal caso ho 12 mesi di tempo per vendere l'appartamento libero da inquilini, altrimenti devo ripristinare il rapporto di locazione oppure pagargli 36 mensilità di penale?
    Grazie per i chiarimenti
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Valida la clausola di rinuncia alla prelazione.
    L' inquilino deve liberare il locale alla scadenza ma basta un Raccomandata RR alla francese se non qualisasi altra forma di cui tu ottenga firma per ricevuta (come l' Ufficiale).
     
  3. Trezeppi

    Trezeppi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie Dimaraz, ma la clausola è chiaramente contraria alla legge 431/98 art. 3 comma 1 punto g:
    "quando il locatore intenda vendere l'immobile a terzi e non abbia la proprietà di altri immobili ad uso abitativo oltre a quello eventualmente adibito a propria abitazione. In tal caso al conduttore è riconosciuto il diritto di prelazione, da esercitare con le modalità di cui agli articoli 38 e 39 della legge 27 luglio 1978, n. 392."
    So che quando una clausola è palesemente contraria alla legge è nulla. Non invalida il contratto ma viene sostituita norma in questione
    Mi sbaglio?
     
  4. Trezeppi

    Trezeppi Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mi pare si dica in termini "giuridici": una clausola contraria ad una norma imperativa rende nulla la clausola stessa
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Esistono le clausole "vessatorie" (tipicamente contrarie alla Legge)...che vengono "aggirate" con la doppia firma.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina