1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ablasor69

    ablasor69 Nuovo Iscritto

    Salve il mio problema è legato ad una quota ereditata da mia madre defunta nel Gennaio 2005,
    assieme a me entra anche mio fratello e in minor parte mio padre, l'immobile è stato donato dai nonni materni a mia madre, adesso che mia madre è venuta a mancare mio fratello si è permesso di buttare letteralmente fuori di casa mio padre, dopo tante denunce da parte di mio padre e una sentenza del giudice mio padre io e mio fratello siamo tutti proprietari e addirittura possiamo tutti vivere insieme. Da premettere che questo fratello( per non dire un'altra cosa nel definirlo) è stato dichiarato appunto dal giudice un soggetto pericoloso e poco affidabile, non vi sembra che la legge sia sbagliata in questo caso? Adesso sono passati più di due anni che lui sua moglie e sua figlia vivono in quest'immobile e siamo in mano di avvocati. Ora il problema è questo che mio padre ed io vogliamo vendere l'immobile ma lui non risponde a nessuna comunicazione pervenuta dai nostri legali, può l'ufficiale giudiziario riuscire a liberare l'immobile in breve tempo? Anche se la figlia è una minore? Da premettere che il mio legale gli ha chiesto l'affitto e non ha mai pagato.:triste:
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    tuo fratello e' sicuramente un prepotente.
    con gente come lui non si puo' avere pieta'.
    le donazioni sono sempre delle brutte gatte da pelare ma se la trascrizione della donazione e' avvenuta piu' di 20 anni fa siete a posto.
    quindi a questo punto o tuo fratello acquista la tua quota e quella di tuo padre o fate una vendita giudiziale.
    l'ufficiale giudiziario non puo' liberare l'immobile in quanto tuo fratello e' comproprietario per motivi di eredita' ed ha diritto di viverci.
    come tuo padre ed anche tu.
    se questo non fosse possibile e non vi mettete d'accordo a vendere ad estranei, vai da un avvocato e digli di procedere con la vendita giudiziale.
    l'immobile verra' venduto a terzi all'incanto, pagherete le spese processuali e vi dividerete il ricavato a seconda delle quote di legittima.
    non esiste nessun altro modo.
     
  3. ablasor69

    ablasor69 Nuovo Iscritto

    Purtroppo è vero non si può fare altro, la donazione è avvenuta a settembre 2009 con la morte del nonno, ancora adesso sto sistemando la successione e mi devo accollare tutte le spese, anche se so che alla vendita sarò rimborsata, il punto è che questo mostro di " fratello" è convinto che tutto quello che c'è in eredità sia tutto suo, ho provato a mandare anche una lettera con l'aiuto del mio legale ma senza risposta come sempre. L'unica cosa che voglio e che finisca presto questo incubo anche perchè mio padre con tutti i diritti si è visto buttato fuori senza nessun motivo. Solo perchè è uno spavaldo e prepotente e pensare che per 15 anni mio padre e mia madre li hanno accolti in casa dando da mangiare a lui, sua moglie e 2 figli. Fai del bene che poi sarai ripagato così.Non c'è giustizia divina
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La giustizia divina ci sarà ma non su questa terra. tuo fratello è il classico figlio MASCHIO "educato" a comportarsi come un despota a cui tutto è dovuto. In Italia questa specie è purtroppo ancora molto diffusa. Io sono sempre dell'idea che in simili casi è meglio vendere tutto a fare dei propri soldi ciò che si vuole, dandoli a chi merita. Ahimè sono pochissimi i genitori capaci di simile lungimiranza mentre abbondono quelli che lasciano i figli a scannarsi tra loro.
     
    A ablasor69 piace questo elemento.
  5. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    la cosa in più che puoi chiedere è il rimborso per il mancato godimento da parte tua e di tuo padre
    fossi in te farei fare una valutazione di quanto potresti prendere affittando a terzi l'appartamento
    mi pare che hai già chiesto la quota senza ricevere risposta allora, credo che lòa miglior cosa sarebbe una bella letterina di messa in mora così quando andrete e afre la divisione giudiziale potrai avere una percentuale in più per interessi legali e morosità
    certo è che non so se dovresti registrare un regolare contratto all'ADE senti l'avvocato

    per ciò che riguarda le INGIUSTIZIE in famiglia e i relativi PERSONAGGI PREPOTENTI preferisco astenermi dai giudizi perchè i fatti parlano da soli
    personalmente credo che certe persone prima o poi pagheranno per la loro prepotenza e mancanza di umanità molto di più di quella cha hanno arrecato agli altri, a noi non resta che resistere e difenderci come possiamo
     
    A ablasor69 piace questo elemento.
  6. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao,
    mi intrometto per dire la mia.
    Come hanno fatto a buttare fuori di casa tuo padre se lui, essendo coniuge, ha per legge diritto all'uso dell'appartamento coniugale?? Il diritto all'uso non si estingue e poi ha ancora la residenza in quell'appartamento?
    Per quanto riguarda il mancato godimento da parte tua e di tuo padre, ti consiglio di chiedergli in anticipo i danni quantificandoli e successivamente chiederei la divisione giudiziale. Nella stessa chiederei che alla divisione del ricavato pro quota, nella liquidazione della parte al fratello, si tenga conto di:
    quanto da te pagato per tutti in questi anni (mi sembra di aver capito anche per lui)
    il risarcimento per il mancato godimento del bene (più o meno la quota di affitto per tutto il tempo che lo ha goduto solo lui)
    la differenza tra il valore del bene libero e il valore affittato.

    In grande in bocca al lupo a te e tuo padre, devo però anche dirti, per esperienza personale, che se con la divisione giudiziale si arrivasse anche a battere all'asta l'immobile, non è detto che ci siano dei compratori e quindi alla fine si ritornerebbe al punto di partenza, però credo che nel tuo caso vada portato tuo fratello davanti ad un giudice.

    Luigi
     
  7. ablasor69

    ablasor69 Nuovo Iscritto

    E' questo che stiamo facendo chiedere appunto il risarcimento di tutto quello che abbiamo fino ad ora anticipato, la morosità di pagamento di affitto, e' tutto nelle mani di 2 legali, mio padre aveva tutti i diritti di abitare li, ma quando ti devi spaventare anche a dormire nella stessa casa non mi sembra giusto per un uomo di 66 anni, io stessa con il consiglio del capitano dei carabinieri ho fatto in modo di portarlo via da lì, appunto per evitare qualcosa di ancora più grave
     
  8. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    ma se è stato giudicato pericoloso ... un intervento con tanto di trattamento TSO
    anche per i figli chissà come se la passano con uno così
    una bella interdizione se la meriterebbe, no ?
    e eppoi chiedere al giudice come tutore appunto il padre ingiustamente maltrattato
     
  9. ablasor69

    ablasor69 Nuovo Iscritto

    La legge a volte sbaglia
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina