1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Salve. Vorrei sapere se nelle condizioni sotto riportate un disabile ha diritto ad agevolazioni economiche per la realizzazione di un ascensore in un fabbricato ove è sito un immobile di sua proprietà.
    Il disabile:
    1. ha un'invalidità del 100% con accompagno;
    2. l'invalidità non si riferisce alla deambulazione, che è normale;
    3. non risiede nell'immobile di cui sopra.
    Grazie.
     
  2. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per ottenere le agevolazioni di legge l'invalido deve avere la residenza nella casa dove avvengono le installazioni delle attrezzature atte a eliminare le barriere architettoniche, se non risiede e vuole realizzare la costruzione di un ascensore deve necessariamente passare la richiesta all'eventuale assemblea se ci sono più proprietari, se è l'unico proprietario lo può fare ovviamente a sue spese interamente.
    Una risposta di questo tipo è stata data dall'ufficio tecnico preposto dal comune di Bergamo ad un nostro conoscente che oltretutto ha grossi problemi di deambulazione e sta in carrozzella.
    Alcune novità sono state incluse nel nuovo regolamento di condominio, sulle barriere architettoniche sono state fatte diverse modifiche e nuovi criteri per installazione di attrezzature, specialmente nella divisione dei costi.
     
  3. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa Luciano, non ho capito se deve risiedere o no.
     
  4. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La risposta del tecnico comunale è stata questa, deve risiedere in quella abitazione, deve essere il recapito della residenza unica.
    Qualsiasi altra residenza è considerata seconda casa.
     
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se la residenza è unica, non possono esserci due residenze, come invece dici tu.
     
  6. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per residenza unica si intende quella dove viene domiciliata la residenza fiscale, quella dove si possono detrarre appunto tutte le agevolazioni di abbattimento delle barriere architettoniche, mentre una persona può avere tutte le "residenze" del tipo casa al mare, ai monti, o nella stessa città, ma sono tutte seconde case dove non vengono concesse agevolazioni se non di carattere ristrutturali, ma tutte queste residenze, se così possiamo definirle, sono soggette a spese superiori sia di allacci di gas, luce, acqua ecc sia di imposte che sono appunto diverse dalla residenza principale.
    Personalmente ho due stanzette in alta valle e mi costano un patrimonio solo usandole pochi giorni in un anno, ho chiesto informazioni su alcuni lavoretti che volevo iniziare ma solo le pratiche comunali, proprio perchè risultava una residenza secondaria, mi hanno fatto desistere dal iniziare queste migliorie.
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io conosco solo la residenza anagrafica, ma, giustamente, possono essercene altre.
    Per caso hai un elenco di tutti i tipi di residenza? Grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina