1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sigmund

    sigmund Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    salve
    il mio inquilino mi ha mandato disdetta anticipata con la giustificazione che a fine giugno per motivi familiari si dovra trasferire a pisa
    ho ragione di credere che solo la moglie si licenziera e portera la residenza a pisa con i figli,ma lui manterra il suo posto di lavoro a milano . Se cosi fosse posso rivalermi visto che il contratto di locazione 4 più 4 e intestato a lui .
    grazie.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Anche volendo considerare quella giustificazione un "grave motivo", la legge (art. 3, comma 6 della legge n. 431/1998) prevede un preavviso di sei mesi.
     
    A masagu e alberto bianchi piace questo messaggio.
  3. sigmund

    sigmund Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Il preavviso e' corretto e termina a fine giugno il problema e che ho motivo di credere che lui continuerà il lavoro qui a Milano solo la moglie con i figli cambierà residenza.
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Che cosa ti ha precisamente comunicato il conduttore a riguardo dei motivi specifici per cui vuole esercitare il recesso?
     
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Come vorresti rivalerti? Grazie.
     
  6. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista

    Secondo giurisprudenza i gravi motivi sono i fatti estranei alla volontà del conduttore, imprevedibili e sopravvenuti, che rendono oltremodo gravosa all’inquilino la prosecuzione del contratto (in termini psicologici e/o materiali )
    Ad es. trasferimento del posto di lavoro, problemi familiari (esempio malattie di congiunti); perdita del lavoro; morte di un membro della famiglia e difficoltà psicologica dell’inquilino che resta di abitare negli stessi ambienti; trasferimenti del proprio nucleo familiare, ecc.
    Solo il giudice potra' dire se sussistano o meno.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  7. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Un avvocato mi aveva spiegato che i "gravi motivi" per i quali il conduttore può recedere anticipatamente dal contratto di locazione, rispettando il preavviso di almeno 6 mesi, sono difficili da definire.
    Non essendo elencati dalla legge, si ritengono generalmente "gravi" le circostanze oggettive, cioè estranee alla volontà dell'inquilino, imprevedibili e sopravvenute.
    Il trasferimento per lavoro lo è, ma non pare il caso del tuo conduttore.
    Forse anche il trasferimento del proprio nucleo familiare (moglie e figli) può essere un motivo valido.
    Valuta tu se è il caso di rifiutare la disdetta e iniziare una pratica legale nel caso l'inquilino lasci comunque l'appartamento, e la questione del motivo grave oppure no debba essere valutata da un giudice. Con i costi e i tempi che ciò comporterebbe.
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Premesso che quel punto della legge da sempre lo considero eccessivo e nella pratica quotidiana inutile e superfluo ( basta e avanza il rispetto del preavviso) mi sembra che la legge non disponga esplicitamente di documentare la prova dei gravi motivi.
    Ne aggiungo uno: per incapienza sopraggiunta...Nel caso in esame la separazione del nucleo familiare porta inevitabilmente a un pesante aggravio dei costi (non mi dilungo) e una conseguente incapienza...costringendo il marito a trasferirsi in un alloggio più piccolo...Mi sembra lapalissiano che il motivo è più che grave, anzi gravissimo e l'ipotesi del postante oltre ad essere debole sul lato giuridico sarebbe da condannare sul piano etico ed umano.
    Ed io qua sto come quiproquo. P.S. I diritti fondamentali dei locatori da rimodulare sono ben altri da quelli postati.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Il motivo grave lo hai citato tu, la moglie con i figli si trasferisce a Pisa, pertanto manca il supporto finanziario del coniuge per proseguire la locazione
     
  10. sigmund

    sigmund Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ha scritto
    Ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dall art. 2 del contratto di locazione in oggetto,le comunico il recesso dallo stesso causa trasferimento in Toscana.
    In conseguenza di ciò,le riconsegnerò il cespite entro la giornata del 30 giugno 2015,libero da persone e dai beni di mia proprietà.
     
  11. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Tu generosamente trasformalo in : "per gravi impedimenti o motivi di famiglia". E comunque il trasferimento, sia pur parziale,
    vi è stato...Cosa non si fa per appesantirci la vita!!! quiproquo.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E che cosa prevede l'articolo 2? Se prevede la facoltà del conduttore di recedere in ogni tempo, dando un preavviso di xx mesi, non è necessario un grave motivo.
     
    Ultima modifica: 14 Maggio 2015
  13. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Ergo:
    Il recesso anticipato esercitato, sarebbe stato spontaneamente concesso dal locatore.
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi pareva...!!! Ecco perchè ho detto superfluo e inutile. Conta solo il rispetto del preavviso...nonostante la mia accettazione recentissima di solo due mesi...per la verità in oltre 20 anni e una decina di locatari mai ho superato i 60 giorni..e una sola volta addirittura prima del contratto..in sola fase preliminare con la restituzione di tutti i due mesi anticipati come caparra prima e deposito fiduciario dopo...Non finirò mai di predicare la solidarietà umana...Quiproquo.
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il rispetto del preavviso (quello di legge o pattuito nel contratto) è dovuto in ogni caso.
    Ma se il contratto non prevede la facoltà per il conduttore di recedere in ogni tempo, l'unica possibilità per il conduttore di esercitare il recesso in ogni tempo è quella prevista dalla legge, e pertanto "qualora ricorrano gravi motivi".
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  16. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nel caso in esame i gravi motivi credo che vi siano tutti. Ma il Legislatore non ha aggiunto "documentabili" e nella pratica ci si accontenta di riportare quella sola frase generica...Sarebbe opportuno una ricerca giurisprudenziale...che ritengo improbabile
    su tale motivazione. Forse per i negozi...qpq.
     
  17. sigmund

    sigmund Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Quello che intendo sapere
    nel caso in cui il conduttore da disdetta anticipata asserendo che si trasferisce in altra regione e invece poi scopro che e falso.
    Io come mi devo comportare
    grazie.
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La risposta dipende necessariamente dalla risposta che tu non hai ancora fornito. E cioè, quella alla domanda: "Che cosa prevede l'art. 2 del contratto che avete sottoscritto?"
     
  19. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questa falsità che problema ti arreca? Grazie.
     
  20. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vogliamo spaccare il capello??? Avanti c'è posto!!! La frase "Causa trasferimento in Toscana" è generica e forse volutamente imperfetta...ma non del tutto falsa. Se avesse completato con: "di tutta la famiglia" il falso sarebbe dimostrato.
    Come imposterebbe la causa il tuo avvocato??? Sulla certezza del falso, evidentemente. Cadrebbe sul quanto falso??? al 100% o al
    quarto o quinto o terzo??? La certezza si trasformerebbe in incertezza...e un professionista onesto opterebbe in dubio pro reo.
    Ma continuo a non comprendere questo rigore certosino.
    Abbasso il rigore monastico. O alla Totò: siamo uomini o caporali??? Con eco propitiano: Viva l'uomo...Abbasso il caporale. qpq.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina