1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. davidevi

    davidevi Nuovo Iscritto

    Salve,
    qualcuno saprebbe cortesemente indicarmi la procedura piu adeguata per disdire un contratto di locazione per un appartamento il cui attuale conduttore è l'erede subentrato per diritto al contraente deceduto.
    Il contratto è sempre rimasto intestato alla persona deceduta anche se registrato e prorogato regolarmente all' ADE.
    Si segue la procedura consueta con raccomandata/disdetta da inviare 6 mesi prima della scadenza?
    E a chi intesto la raccomandata, all'attuale conduttore?
    Grazie a tutti
     
  2. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    La procedura da seguire è la stessa sia nei termini che nelle modalità.
    Nella premessa fai una specifica del subentro mortis causa di x al posto di y, citando il contratto con la data di stipula e il n° di registrazione.
     
    A maidealista e davidevi piace questo messaggio.
  3. davidevi

    davidevi Nuovo Iscritto

    Grazie Raf per aver chiarito questo mio dubboi :daccordo:

    Dal punto di vista giuridico l'attuale conduttore puo contestare il fatto che non sia mai stato fatto un nuovo contratto a suo nome? (tenendo conto che non ha mai comunicato per iscritto il decesso della madre...)
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    non dovrebbe esserci problemi segui l'iter buracratico del contratto normale, citando i numeri di registrazione e la data della registrazione e sei a posto ciao adimecasa:daccordo:
     
    A davidevi piace questo elemento.
  5. davidevi

    davidevi Nuovo Iscritto

    grazie mille! Molto gentili !!!:ok::daccordo:
     
  6. davidevi

    davidevi Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti!
    Avrei da sottoporvi un piccolo quesito ulteriore.
    Sto preparando la lettera di didetta all'inquilino di un contratto stipulato nel 1988 e quindi sottostante alla legge 392 /78 ( equo canone ). Devo attenermi alle disposizioni contenute in quest'ultima oppure devo fare riferimento alla legge 431/98 (canone libero) ?
     
  7. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Non devi fare alcun riferimento normativo, devi limitarti ad inviare la disdetta nei termini di 6 mesi dalla scadenza del contratto prorogato, facendo i riferimenti che ti ho già anticipato nel precedente post.
     
    A davidevi piace questo elemento.
  8. davidevi

    davidevi Nuovo Iscritto

    Faro' cosi!
    Grazie per i consigli sempre celeri e precisi!
    :ok:
     
  9. davidevi

    davidevi Nuovo Iscritto

    rieccomi a Voi cari amici, in un periodo pre-pasquale un po ansioso per colpa della situazione attuale.
    Come mi aspettavo l'inquilino, il cui contratto scade esattamente alla fine dell'anno corrente, non ha ritirato la raccomandata di disdetta.
    Fortunatamente ho pensato di anticipare i tempi contrattuali e quindi credo di avere un certo margine di tempo per poter agire nel modo piu opportuno.
    Vi chiedo: a questo punto converrebbe sentire un avvocato che potrebbe inviare una lettera con notifica di atto giudiziario (per fare in modo di avere comunque una "prova" dell'invio) oppure esiste un altra procedura?
    In secondo luogo, poichè la locazione si trova a 500 km di distanza, devo prendere un avvocato in sito oppure è indifferente?
    Quale è in ogni caso il tribunale di competenza? Quello dove si trova l'immobile?
    In attesa dei vostri sempre apprezzati consigli vi auguro buon inizio di settimana!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina