1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Cassazione , sez. III civile, sentenza 12.05.2005 n° 10021
    La sola ricezione della busta raccomandata da parte del destinatario non costituisce prova del contenuto di essa. E' questo il principio di diritto enunciato dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 10021 depositata il 12 maggio 2005. .................
    consiglio : Preso atto dell'orientamento rigoroso della Suprema Corte consiglio usare fogli piegati (e senza busta ) bloccati con scotch alle pareti controfirmando sulla striscia dello scotch.
    Ennio Rossi
     
    A Marali piace questo elemento.
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    E chi garantisce che con questo espediente, si riesce a dimostrarne il contenuto?
    Nel foglio ci può essere scritto qualsiasi cosa lo stesso.
    O non capisco.
     
  3. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Signori
    Basta con le racconandate!
    Pretendere la PEC dal conduttore!
    Gia inserita nel contratto!
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se vuoi essere sicuro che il contenuto sia stato recapitato, devi inviare la corrispondenza in PLICO
     
  5. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma il ricevente dovendo esibire la raccomandata in caso di contestazione, non può che mostrare l'effettivo contenuto della missiva.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  6. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nè i conduttori nè i locatori sono obbligati ad avere la pec (che fra l'altro è a pagamento).
    Se poi anche l'avessero ma non leggessero mai le mail ricevute....
    cosa serve avere la pec????
     
  7. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Costa 5Euro/anno
    Il governo la offre gratuitamente,basta andare alle Poste.
    Se non legge la PEC affari suoi.
    Tu inseriscila nel contratto comunque.
    Altrimenti va bene la vecchia consegna a mano.....
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Solo se le Poste applicano al foglio il codice a barre.
     
  9. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il commercialista dell'azienda in cui lavoro utilizza questo metodo se deve notificare preliminari, contratti etc..
    E' già così complicato, direi quasi esasperante relazionarsi con un inquilino, aggiungere anche la pec mi sembrerebbe masochismo allo stato puro.
     
  10. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Signori pure per l iscrizione a scuola Dei figli lo Stato vuole la PEC.
    Abituatevi
     
  11. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Facile per noi che frequentiamo il forum, significa che abbiamo un pc o un altro strumento idoneo, che sappiamo usarlo e magari sappiamo cosa è la PEC. Ma dobbiamo renderci conto che ci sono persone che non hanno un pc e che se pure lo avessero non saprebbero usarlo e visto che finora non è obbligatorio avere ed usare il pc quoto il suggerimento di Ennio Rossi, che almeno è alla portata di tutti.

     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Aggiungiamo un'altra difficoltà. Perché il messaggio inviato con la PEC abbia valore deve essere firmato con firma digitale
     
  13. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma certo che lo applicano! Mai vista una raccomandata senza :sorrisone:
     
  14. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Intanto per i nuovi contratti come to obbkigano all'APE ,pretendete la PEC
     
  15. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le pec gratuite per il cittadino offerte da gov.it o dalle poste servono solo per comunicare con la pubblica amministrazione e non tra privati....
     
  16. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Per confrontare dei dati più paragonabili tra loro, in cui gli utenti siano rapportati alla popolazione dei singoli paesi, e avere un’idea del tasso di penetrazione di internet in Italia – per esempio – rispetto agli altri paesi europei, possiamo consultare i dati originali di Internet World Stats: la percentuale è definita appunto “penetration”. Rispetto alla media europea – 58,4% – l’Italia sta già sotto. Ed è al trentatreesimo posto nella classifica complessiva.
    1. Islanda 97.6 %
    2. Norvegia 94.8 %
    3. Svezia 92.5 %
    4. Olanda 88.6 %
    5. Danimarca 86.1 %
    6. Finlandia 85.3 %
    7. Lussemburgo 85.3 %
    8. Regno Unito 82.5 %
    9. Andorra 79.5 %
    10. Germania 79.1 %
    11. Belgio 77.8 %
    12. Isole Faer Oer 76.4 %
    13. Svizzera 75.3 %
    14. Monaco 75.2 %
    15. Estonia 75.1 %
    16. Austria 74.8 %
    17. Guernsey e Alderney 74.6 %
    18. Slovacchia 74.3 %
    19. Gibilterra 70.0 %
    20. Francia 68.9 %
    21. Lettonia 67.8 %
    22. Irlanda 65.8 %
    23. Liechtenstein 65.7 %
    24. Slovenia 64.8 %
    25. Repubblica Ceca 64.5 %
    26. Spagna 62.6 %
    27. Ungheria 61.8 %
    28. Lituania 59.3 %
    29. Malta 59.1 %
    30. Polonia 58.4 %
    31. Serbia 55.9 %
    32. San Marino 54.0 %
    33. Italia 51.7 %
    34. Macedonia 51.0 %
    35. Croazia 50.0 %
    36. Portogallo 48.1 %
    37. Bulgaria 47.5 %
    38. Bielorussia 46.2 %
    39. Grecia 46.2 %
    40. Turchia 45.0 %
    41. Montenegro 44.1 %
    42. Albania 43.5 %
    43. Russia 42.8 %
    44. Cipro 39.3 %
    45. Romania 35.5 %
    46. Ucraina 33.7 %
    47. Jersey 31.6 %
    48. Bosnia 31.2 %
    49. Moldova 30.0 %
    50. Kosovo 20.8 %
    51. Città del Vaticano 11.2 %

    alla faccia della democrazia formato " 5 stelle"
     
  17. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    usate la corrispondenza in plico, se volete che non vi dicono che anno ricevuto un foglio in bianco
     
  18. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Tanto le raccomandate non si rititano.
    E non c e'legge che ti obblighi al ritiro.
    Anzi e'un modo anche per non pagare le multe.
    Equitalia arriva addirittura ai messi comunali per appiopparti la cartella o ufficiaki giudiziari.
    Quindi o recapitate a mano o , per societa, utilizzate la PEC.
     
  19. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Le racomandate si possono fare tramite notifica atto giudiziario. Se il soggetto destinatario non la ritira la notifica si presume effettuata (al pari che la raccomandata fosse stata ritirata ) dopo un iter procedurale previsto dall'art 140 cpc , trascorsi tot gg dal deposito nella Casa Comunale : richiedere all 'Uff.Giudiz. che proceda ad una notifica di persona o postale "la busta verde" destinata a chicchessia è una banalità: basta andare all' ufficio notifiche della propria città e li' Vi istruiscono al momento
    http://www.annamessi.it/wordpress/?p=1499

    La PEC , in riferimento ai privati cittadini è al momento è poco diffusa e per ora non la si può certo definire prassi comunemente applicabile. Il lettore si chieda quanti amici non imprenditori sono in possesso della PEC ? Personalmente nessuno
     
  20. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Ribadisco la convenienza di dotarsi di questo economico mezzo.
    E pretendere altrettanto dalle controparti.
    Ormai anche gli Avvocati senza PEC si suiciderebbero....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina