1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mariofrancis

    mariofrancis Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    buongiorno a tutti,
    ho saputo ieri che un condomino l'anno scorso ha chiesto all amministratore di staccarsi dal riscaldamento centralizzato (l'immobile ha 12 appartamenti) ma gli è stato negato in quanto sostiene che c'è una legge in Toscana (siamo sotto la provincia di Massa Carrara)che vieta ciò.
    per me non è vero, ci sarebbero a tutt'oggi altri condomini propensi al distacco (per un totale di 4) io credo che non bisogna chiedere a nessuno , basta non arrecare danno ad altri e contribuire alle spese della caldaia, mi sbaglio, aspetto il Vs. parere. grazie
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non ti sbagli, ci sono già diverse Sentenze in merito e tra l'altro con il nuovo ordinamento sarà previsto dal Codice Civile all'art. 1118 cc dal prossimo 18 Giugno 2013;

    ...
    Il condomino può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma
     
  3. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Confermo e sottolineo quanto già affermato da condobip:

    In pratica, anche se ci si sgancia dalla caldaia centralizzata, si continua a pagare la QUOTA di spese per la sua manutenzione straordinaria, per la sua conservazione e per metterla a norma. Non è mai un distacco definitivo.
     
  4. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    é SEMPRE consentito, specialmente se "dopo anche il distacco dei radiatori" tutti continuano a beneficiare del riscaldamento ( i caloriferi si scaldano lo stesso ?)

    comunque l'ultima legge è molto dettagliata (e si legge pure bene )

    ....ed il tema (con esempio per il distacco ) è stato ampliamente discusso più volte : il mio caso (completamente riuscito ) si trova qua
     
    A possessore piace questo elemento.
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il problema è quantificare la quota da pagare, ci sono regioni che consigliano il 30%, cè ne sono altre che addirittura il 50%, con quale delibera millesimale può decidere le quota, da applicare, ciao
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Le regioni possono dire e consigliare quello che vogliono, la nuova norma del Codice Civile che andrà in vigore tra meno di 2 mesi è molto più chiara e dice che il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma.
     
    A possessore piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina