1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ciao, segnalo questa decisione di Publiacqua per intervenire sugli utenti morosi. Questo perché a questo punto mi chiedo se ai proprietari intestari di bollette non pagate dagli inquilini sia ancora imputabile il distacco di servizi essenziali...
    da La nazione, Firenze 20151231:
    "Ecco cosa succede se si paga tardi la bolletta
    COSA succede se si paga in ritardo una bolletta dell’acqua? Nei primi dieci giorni viene applicato il tasso d’interesse legale, attualmente pari all’1%. Dall’11esimo giorno in avanti a questo si aggiunge una maggiorazione del 3,5%, sempre su base annua. Trascorsi 30 giorni dalla scadenza della fattura, senza che sia stato effettuato il pagamento, Publiacqua invia un sollecito mediante raccomandata. Trascorsi ulteriori 30 giorni dalla data di ricezione della raccomandata senza che sia stato provveduto al pagamento, Publiacqua provvede alla chiusura del contatore. Trascorsi ulteriori 45 giorni, se non viene provveduto al pagamento, il contratto di fornitura viene cessato e contestualmente viene rimosso il contatore. Successivamente alla cessazione del contratto Publiacqua avvia il recupero del credito per via giudiziale o extra-giudiziale. Nel caso in cui il contratto di fornitura sia stato cessato, per ottenere l’eventuale ripristino della fornitura, oltre a pagare il debito maturato, occorre sostenere anche le spese per un nuovo contratto di fornitura.
    mo.pi."
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quantomeno una imprecisione:
    il tasso nel 2015 era del 0,5% su base annua...nel 2016 è già fissato allo 0,2%

    Il tutto è comunque "forse" attuabile" se si tratta di contratto di fornitura a singola persona.
    In caso di contatore Condominiale dove vi si paghi almeno in parte (quote dei "non morosi") l'ente non potrebbe agire.
     
  3. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Se non vengono pagate le bollette dell'acqua consumata, i morosi sono i proprietari e non gli inquilini, nei confronti di Publiacqua
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Solo se il contratto fosse condominiale o singolarmente sottoscritto dal locatore.
    Il contratto può essere intestato al conduttore...anzi sicuramente preferibile
     
  5. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Le risposte seguono le domanda, una domanda chiara, una risposta chiara, osana non ha specificato che tipo di contratto è in essere
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Credo che Osana non abbia posto una domanda specifica ad un caso ma solo sollevato una questione riferendosi ad un articolo.

    A nulla varrà lo "scaricare" responsabilità per il distacco se il contratto fosse intestato al locatore...salvo questi riesca a dimostrare che la morosità del conduttore lo abbia privato di qualsiasi "mezzo finanziario" per onorare il contratto con il fornitore/erogatore.
     
  7. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ciao, avevo riportato il caso perché sul forum erano comparsi casi di proprietari i cui inquilini non pagavano l'affitto (e per i quali era in corso lo sfratto) e che, avendo intestata ancora a loro l'utenza dell'acqua, erano stati diffidati dallo staccarla perché considerata bene essenziale.
     
  8. antoine

    antoine Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Il consumo dell'acqua è normalmente sempre, di contratto, pagato dal locatore quindi non cambia assolutamente niente rispetto a prima. Se intestato al locatario, e ripeto mai conosciuto un caso simile, teoricamente è il locatario che, moroso, dovrebbe subire l'interruzione ecc. Ma le possibilità che un giudice imputi al proprietario-locatore il "dovere" di essere lui a pagare sono non elevate, ma certe. Quale ex locatore di un 26 mq ho fatto esperienze allucinanti. E' con il contratto della luce che la situazione si ribalta senza problemi a favore del proprietario. Antoine
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina