1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Giussani

    Giussani Nuovo Iscritto

    Disponendo in alternativa di un impianto di riscaldamento autonomo desidero distaccarmi ai sensi di legge dall'impianto centralizzato. L'amministratore sostiene cche la decisione esula dalle sue competenze e che ci vuole una delibera assembleare. Ma l'assemblea non si riunisce. Come posso esercitare il mio diritto?
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Almeno una volta all' anno l' assemblea deve essere convocata dall' amministratore.
    Ti conviene scrivere una raccomandata all' amministratore per chiedere formalmente di indicare come punto all' ordine del giorno della prossima assemblea che sarà convocata la tua richiesta di distacco dall' impianto di riscaldamento centralizzato.
    Per gli approfondimenti necessari su questo argomento ti segnalo il link che segue:
    La Community AziendaCondominio • Leggi argomento - Distacco da impianto di riscaldamento condominiale
     
    A Giussani piace questo elemento.
  3. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    prima del distacco vedi bene.potresti trovare a pagare piu' di adesso.
    La Corte di Cassazione è giunta a ciò dopo innumerevoli peripezie al fine di dipanare le ultime velleità dei fautori dell’impianto di riscaldamento centralizzato, che volevano a tutti costi porre a carico di colui che si distaccava le spese di gestione dell’impianto non più usato; ha ritenuto opportuno di non far gravare sugli altri condomini una maggiore spesa distinguendo il concetto di conservazione da quello dell’uso (Cass. N. 1214/96). Infatti il condomino non può sottrarsi al contributo per le spese di conservazione, ma è anche vero che non sarebbe conforme al sistema imputare ai condomini le spese per l’uso delle cose, degli impianti e dei servizi, che essi non usano con l’avvenuto distacco. Per cui oggi si può finalmente affermare senza alcun dubbio, che un condomino si può distaccare dall’impianto centralizzato di riscaldamento senza specifica e preventiva autorizzazione del condominio, purché dimostri di non arrecare danno agli altri, mentre l’assemblea gli può imputare solo le spese inerenti alla conservazione dell’impianto (straordinaria manutenzione) e non già quelle afferenti ai consumi e alla ordinaria manutenzione.
    auguri
     
    A Giussani piace questo elemento.
  4. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Spero che tu sia al corrente che anche nel caso in cui ti distaccherai dall'impianto centralizzato dovrai comunque pagare sempre una quota che può arrivare al 50% dell'importo che pagano gli altri condomini per appartamenti uguali al tuo.....
     
    A Giussani piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina