1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. STEFSSTEFS

    STEFSSTEFS Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    sono nuovo del forum, ho cercato degli argomenti che potessero dare una risposta ai miei dubbi, ma non li ho trovati, così provo a sottoporre a voi questi dubbi.
    Circa 3 anni fa ho ristrutturato una casa semi indipendente, è stato aperto un nuovo passo carraio per consentire l' ingresso nella proprietà, questo passo carraio si affaccia su un vicolo cieco privato.
    Oggi mi trovo a dover terminare i lavori al muro di recinzione e al cancello, ma dopo aver posato i pali di sostegno del cancello mi sono accorto che da progetto il comune mi chiede una distanza dal confine di mt. 5.00, mi sono recato presso l' ufficio comunale spiegando la situazione e facendo presente che tutti gli altri cancelli del vicolo sono a filo strada e che il mio cortile viene usato come spazio di manovra da tutte le auto in transito, ma sono stato liquidato sbrigativamente confermando la necessità di mantenere tale distanza anche se la strada è privata e priva di sbocco.
    Vorrei sapere se le normative prevedono veramente tale distanza ed eventualmente il tipo di sanzione cui vado incontro (civile o penale) posando il cancello ad una distanza inferiore.
    Grazie
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa la mia ignoranza, ma chi è che ti controlla se metti il cancello a filo strada? E soprattutto, perché sei andato a stuzzicare il comune? Non puoi pagare qualcuno che installi il cancello a fine strada, e buonanotte suonatori? Non capisco perché sei andato a stuzzicare il Comune. "Lascia stare il can che dorme".
     
  3. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le normative le trovi sul regolamento edilizio del tuo comune.
    In ogni caso, in quasi tutti i comuni italiani, è previsto per un nuovo passo carrabile lo spazio di manovra che corrisponde alla lunghezza di una auto. Pensa per esempio se tu, non avendo un cancello elettrico (o mancando la corrente) dovessi scendere per aprire il cancello a mano: dovresti lasciare la macchina ferma in mezzo alla strada! Con i 5 metri imposti dal comune l'auto non intralcia il traffico in caso di fermata.... Gli altri passi carrabili della tua via probabilmente sono stati realizzati parecchi anni fa, prima dell'ultimo regolamento comunale (che fa comunque riferimento al codice della strada). Un'ultima cosa: l'apertura di passo carraio necessita obbligatoriamente di autorizzazione comunale!!!! Saluti.
     
    A possessore piace questo elemento.
  5. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Se è privata così come trascritto da STEFSSTEFS, ed il regolamento edilizio comunale non disciplina la modalità sia geometrica che dimensionale della realizzazione di tali manufatti occorre l'autorizzazione ma senza essere obbligati a rispettare distanze forme e quant'altro.

    Ciao salves
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    è una disputa abbastanza complessa, come scritto già le norme, a partire dal codice della strada, prevedono una distanza di arretramento dal centro strada e quindi dal confine, lo scopo è appunto quello di lasciare lo spazio per la circolazione mentre si apre il cancello, il fatto che la strada sia privata e con circolazione limitata, pur essendo sicuramente dal punto di vista pratico, potrebbe non esssre un elemento sufficiente per una deroga, è discrezionale l'interpretazione
    mi pare però che esista appunto nel codice della strada, non ricordo l'articolo, la possibilità di deroga se il cancello fosse motorizzato, la logica è legata al fatto oggettivo che la manovra è più rapida, anni fa ho realizzato un passo carraio nuovo a filo strada, secondo questa norma
    se hai progettato il nuovo cancello con la ristrutturazione, è quindi rappresentato nella pratica edilizia, non puoi fare come ti pare, devi rispettare il progetto o provare a modificarlo, senti il tuo tecnico, del quale non fai menzione ma a quanto dici dovrebbe esistere
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    SE LA STRADA è PRIVATA IL COMUNE NON DEVE INTERVENIRE IN NESSUN MODO, tutt'al più saranno i vicinali ha farti mettere un cancello elettronico da non impedire il transito fermandoti per aprire manualmente, ma solo elettronicamente ciao fallo a filo e basta
     
    A possessore piace questo elemento.
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Infatti ha ragione adimecasa!!! E' una strada PRI-VA-TA, quindi:

    a) Qualunque cosa succeda, i vigili non possono intervenire e i carabinieri non possono intervenire perché è una strada PRI-VA-TA!

    b) Ognuno fa come je pare nel rispetto degli altri.
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Per quanto ne so io il Comune anche in strade interponderali, per motivi di sicurezza può comunque imporre delle distanze e delle altezze ben precise che variano da Comune a Comune....poi si è liberi di fare quello che si vuole incorrendo però in sanatorie o abbattimento del costruito.

    Anche quando si costruisce un'abitazione la si fa sul proprio terreno (Privato) eppure tutta una serie di norme del P.r.g. ne caratterizzano forma e dimensione.

    vedi il rispetto delle distanze minime dai confini, delle altezze minime delle volumetrie minime.

    In questo modo non solo si tutela il contesto ma anche chi ha realizzato l'opera.

    infatti non di rado (anche per esperienza diretta) capita che quando hai finito il muro di cinta, la rete plastificata o peggio la casa, i vicini (perdendo parte del panorama che avevano prima della tua costruzione) vadano in Comune a protestare e se non puoi opporgli un Permesso di Costruire possono richiederne l'abbattimento.

    Se tu hai rispettato quella serie di norma sei in una botte di ferro, altrimenti sei sempre in balia delle eventuali richieste economiche (sanzioni amministrative o cause con i vicini) che ti contestano magari una distanza indferiore di 20 cm o un altezza più grande di 20 cm....(questo sempre per esperienza diretta).

    Prima di fare una recinzione di confine sarebbe MOLTO MOLTO OPPORTUNO verificarli con un tecnico e farsi firmare dai vicini (o chi per essi) un pezzo di carta dove viene indicato il tipo di recinzione, le distanze ed il rilievo eseguito in modo da SPEGNERE sul nascere ogni possibile contenzioso che potrebbe nascere in futuro.
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    steffstefs dice che si è accorto che il progetto prevede un arretramento, se il tecnico progettista ha ritenuto di progettare così, o lo ha fatto senza valutare bene ed in questo caso potrà modificare il progetto, oppure la cosa è stata imposta dalle norme vigenti, comunque non si può ignorare quanto sul permesso depositato

    il fatto di accedere ad una strada privata, stante la situazione, non è significativo
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Nelle costruzioni le distanze tra privati sono di 10 mt. se devi stare arretrato di 5mt. come fai CAPITO????
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    di base si è vero però sono distanze minime ed i Comuni hanno facoltà di aumentarle.

    Ho sentito di comuni che chiedevano anche 6mt di arretramento del confine anche quando l'altro proprietario era a 5mt dal suo.

    Ogni Comune fa un pò come vuole, ma mentre nelle distanze dai confini delle abitazioni rimangono abbstanza standard (5m) sulle recinzioni cambiano in base al tipo di strada

    A) se a grande scorrimento, tipo extraurbana
    b) se urbana
    c)se vicinale

    Per saperlo meglio consultare il Prg prima di fare l'opera poichè sulle distanze dai cigli stradali è facile sbagliare.

    E possibile (mantenere distanze inferiori, almeno a me è successo) quando e solo quando esistono degli allineamenti preesistenti (vecchie recinzioni tutte intorno) con distanze inferiori.

    Ovvio che anche in questo caso comunque bisogna discuterne a priori con L'amministrazione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina