1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. filippo73

    filippo73 Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti e complimenti per questo forum:). Sono proprietario di 2 beni immobili fra cui uno di questi è catalogato come storico. E' un vecchio cascinale. Ci hanno detto che dividendo il tutto perde valore perchè venduto in blocco c'è la possibilità di ottenere di più......Ora i proprietari di tutto questo siamo io, mia sorella, mia cugina e mio cugino. Loro vogliono procedere alla divisione e si sono scelti già il loro pezzo che noi (io e mia sorella) non gli vogliamo dare.....Chiedo a Voi è vero che dividendolo perderà valore? E in caso di divisione come si potrà procedere? Tenendo presente che noi non vogliamo dividere. Grazie mille
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    Non e' che possono dividerlo i tuoi cugini e fissare loro il prezzo.
    bisogna fare una divizione che puo' esser di coune accordo e quindi si va dal notaio, i lquale fara' il suo lavoro e in base alle quote di proprieta' dividera' l'immobile. poi ognuno fara' della qua quota quello che vorra'.
    questa nella migliore delle ipotesi.
    oppure se sono tutti d'accordo a vendere si faraa' stimare la proprieta' e si mettera' sul mercato in vendita.
    il ricavato si dividera' in base alle quote di proprieta'.
    se invece non c'e' accordo, si taglia la testa al toro e si fara' una divisione giudiziale cioe' con il giudice al posto del notaio.
    ciao
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    premesso che non puoi rifiutarti di dividere prova a suggerire di vendere in blocco e poi dividere il ricavato. oppure, se le quote sono uguali, accordatevi per dare ad un esperto il compito di dividere l'immobile in quattro parti e poi sorteggiatele tra voi.
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto


    no, puo' assolutamente rifiutarsi di dividere. nessuno lo obbliga.
    il problema e' che se si rifiuta, gli altri coeredi chiederanno probabilmente la divisione giudiziale che durera' qualche anno..:sorrisone:
     
  5. ferrari domus

    ferrari domus Nuovo Iscritto

    Se gli immobili sono due cosa c'è da dividere? Va soltanto fatta una stima del cespite ereditato e provvedere al conguaglio per la parte di minor valore.
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    intendevo questo. magari ricorrendo al giudice ma deve sempre dividere.
     
  7. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si ma manca soprattutto a chi deve andare e cosa (non mi sembra che la questione sia sul conguaglio).

    Qui due non vogliono dividere, due invece si e si sono già scelti cosa prendere.

    O trovano un accordo o l'unica soluzione è il giudice che scontenterà tutti quanti.

    Non ci si può opporre all'infinito ad una divisione e non si può scegliere qualcosa a discapito di altri.

    Luigi
     
  8. ferrari domus

    ferrari domus Nuovo Iscritto

    Proprio per questo dicevo che la parte che dalla divisione risulta essere più svantaggiata riceve dall'altra un conguaglio in danaro, per rendere equa la divisione-
     
  9. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Qui però devono trovare un accordo sulle 4 quote con i rispettivi valori e poi accordarsi su chi prende e cosa, e poi all fine conguagliare.
    Stando così le cose la vedo difficile.
    Luigi
     
  10. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto


    per questo esiste .................il giudice.:sorrisone::occhi_al_cielo:
     
  11. filippo73

    filippo73 Nuovo Iscritto

    pagamento

    Ma il notaio chi lo paga se noi la divisione non la vogliamo, dobbiamo per forza accollarci le spese giudiziali?
     
  12. filippo73

    filippo73 Nuovo Iscritto

    pagamento

    Nel caso si ricorra ad un notaio o ad un giudice chi paga queste spese? Noi che non vogliamo la divisione siamo obbligati a pagare? Grazie
     
  13. filippo73

    filippo73 Nuovo Iscritto

    Pagamento pratica di divisione

    Ma in caso di divisione presso un notaio o dal giudice, dobbiamo pagare anche noi le spese che siamo contrari? Oppure se le accollano loro?
     
  14. ferrari domus

    ferrari domus Nuovo Iscritto

    Filippo una cosa non mi è chiara...tu cosa vorresti? Non sei d'accordo alla divisione, non sei d'accordo al riconoscimento di un conguaglio per rendere paritaria la partita, a questo punto proponiti tu come acquirente della parte "migliore" e provvedi a versare la differenza di valore.
     
  15. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si.
     
  16. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    certo, sieti coeredi.
    quindi dal momento che chiunque dei coeredi puo' chiedere la divisione giudiziale in qualsiasi momento se non vi mettete d'accordo, e' logico che le spese processuali e di divisione saranno pagate in base alle quote di proprieta'
    di ognuno di voi.
     
  17. filippo73

    filippo73 Nuovo Iscritto

    io vorrei dividere la cascina in due e la palazzina in due, ovvero 50 per cento di un immobile per uno.
     
  18. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    quando sarete davanti al giudice esporrete tutti le vostre decisioni e sara' lui poi a decidere come fare.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina