1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Mrswaro

    Mrswaro Nuovo Iscritto

    Salve a tutti! :D sono nuovo di questo forum e avrei bisogno di delucidazioni in merito ad una divisione di un immobile ereditario tra fratelli sebbene questo risulti parzialmente abusivo in alcune sue strutture.

    L'immobile è diviso in 2 abitazioni gemelle nello stesso edificio in una proprietà in campagna dove entrambi abitiamo con le nostre famiglie, usiamo in comune un pozzo d'acqua lavanda ed una fossa biologica. Lo scorso anno ho ricevuto dal legale di mio fratello l'avviso di richiesta di scioglimento della comunione. Il tribunale ha nominato un ctu per tentare un accordo e abbiamo avuto diversi incontri con lui il quale ci ha spiegato che essendoci molte cose fatte abusivamente all'interno della proprietà è assolutamente consigliabile trovare un accordo e un certo qual senso "nasconderle" e non giungere davanti al giudice con esse perchè questo le farebbe irrimediabilmente eliminare prima di dividere la proprietà.

    Ci tengo a dire che abbiamo ereditato questa proprietà già con questi abusivismi.

    Il fatto è che nell'accordo di divisione che stavo per firmare io cederei TUTTA la prospettiva frontale della mia casa e quasi tutto il piazzale pavimentato a mio fratello mentre io divento proprietario del terreno che si trova di fianco alla mia abitazione. A livello di metratura il terreno è leggermente superiore della metratura della pavimentazione esterna ma resta il fatto che la stima del valore è molto molto più basso. Inoltre mio fratello si oppone alla mia richiesta di pagare per metà il rifacimento di una parte del piazzale che io perdo visto che in pratica con quel che resta non riesco nemmeno a girarci con il motorino. Oltretutto essendo che il pozzo d'acqua si trova nella sua parte di proprietà secondo lui io dovrò a mie spese scavare e costruire un altro pozzo ed un altra fossa biologica per la mia famiglia (circa 20 mila euro di spesa) mentre lui se la cava con 3mila euro scavandosi la fossa biologica. Ritengo che questo accordo non sia firmabile vista la differenza nei costi e nel valore diseguale che le rispettive proprietà assumerebbero, ma ho anche letto da qualche parte in rete che in presenza di abusivismi anche un eventuale accordo tra le parti assume carattere di nullità se è stato fatto in presenza di abusivismi edilizi! Vi sarei grato se mi deste chiarificazioni in merito :sorrisone: grazie

    ps: lui a differenza mia è proprietario di altri immobili altrove che nostro padre gli ha intestato mascherando la cosa come donato e venduto (non sò se è utile saperlo)
     
  2. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    Lei ha letto benissimo. Attenti a sottoscrivere accordi che riguardino immobili abusivi, la nullità è sicura (almeno quella che riguarda le parti costruite abusivamente). Saluti.
     
  3. Mrswaro

    Mrswaro Nuovo Iscritto

    Bene avvocato la ringrazio della risposta allora non ero un matto :disappunto: a dire che prima bisogna sanare o rimuovere tutti gli abusivismi e poi semmai procedere con un accordo, oltretutto la divisione che mi hanno quasi imposto non l'ho mai ritenuta equa in termini di costi e quote di proprietà che erano molto a mio sfavore. Ma ora avendo io rifiutato l'accordo per questi ovvi motivi come si procede? La cosa va davanti al giudice giusto?
     
  4. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    Se va davanti al Giudice (a parte il fatto che andrebbe prima davanti al mediatore civile, trattandosi di divisione immobiliare) c'è il serio rischio che trovandosi di fronte ad abusi edilizi conclamati il Magistrato debba trasmettere gli atti di ufficio per procedere alla rimozione degli stessi (cioè: abbattimento).

    La cosa migliore sarebbe trovare un buon tecnico e valutare cosa è possibile sanare, prima di dividere.

    Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina