1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rocktherock

    rocktherock Membro Junior

    in caso di divisione ereditaria vi sono alcuni immobili e molti pretendenti.
    in particolare rileva l'assegnazione di un immobile indiviso.
    A prescindere dalla divisibilità o meno dell'immobile la questione è questa:
    uno degli eredi tiene particolarmente gli venga assegnata almeno
    la sua quota ereditaria su quell'immobile e pone il quesito se, ai fini
    di vedersela assegnare in forma certa dal giudice, può avere rilevanza
    il fatto che la sua quota sia stata pignorata da un privato.
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nel modo più assoluto. Se l'immobile è divisibile in modo da soddisfare tutte le quote, ovvero c'è la possibilità da formare le quote equipollenti, utilizzando anche gli altri immobili, facenti parte della massa, si può concordare l'assegnazione della quota spettante al condividente. Se non si raggiunge l'accordo per l'assegnazione o l'immobile non risulta divisibile, si chiede la divisione giudiziale con la quale si perverrà alla vendita all'asta e ciascuno degli aventi diritto, se si tratta di divisione ereditaria, avrà diritto di prelazione.
     
    A arciera piace questo elemento.
  3. rocktherock

    rocktherock Membro Junior

    tu dici nel modo più assoluto.
    Quindi avendo la propria quota, in comunione, il pignoramento della stessa è un quid nella attribuzione della proprietà di proprio quella parte di immobile a cui uno tiene particolarmente ?
    Così che se essendoci altri appartamenti che possono soddisfare la quota ereditaria, sui quali non cè presenza di pignoramente, il giudice dovrà far prevalere l'assegnazione della quota pignorata nell'immobile indiviso (allo stato della comunione ereditaria in sscioglimento) ?
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se esiste un pignoramento relativo ad un coerede, lui dovrà provvedere ad eliminare l'iscrizione ipotecaria. In alternativa i coeredi provvederanno ad eliminare il debito riducendo la quota del debitore.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  5. rocktherock

    rocktherock Membro Junior

    Quindi era 'nel modo più assoluto' no.
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sono curioso di sapere come il creditore abbia pignorato proprio una parte di quel bene e non una parte della massa ereditaria del suo debitore? ammesso che il debitore fosse già erede: cioé ci sia già stato il de cuius. Manca solo che abbia pignorato in conto di futura eredità.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il creditore aggredirla proprietà del venditore e quindi la quota di un immobile di sua proprietà fino a copertura del credito.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  8. rocktherock

    rocktherock Membro Junior

    Scusa ma mi sfugge il senso della domanda.
    Di solito i coniugi sono due e raramente muoiono assieme.
    Se un erede eredita solo quota di immobile e non ha altro che quella come proprietà non mi sembra difficile possa avvenire.
    Cmq la tua domanda, mi lascia presagire, che il 'no nel modo più assoluto' non sia così no come pareva.
    Qua ci vuole un avvocato ma difficile trovarlo capace.
    Quelli capaci sono rarissimi e si scopre solo in seguito, a distanza di anni e di soldi.
     
  9. rocktherock

    rocktherock Membro Junior

    si lo so gianco.
    ma il quesito verteva se l'avere, o meno, una quota pignorata costituisce prelazione dell'erede a vedersi assegnata proprio quella quota dalla divisione giudiziale.
    Esempio: il giudice assegna all'erede X una quota sull'immobile Y in quanto già in parte gravata da pignoramento, anche se c'era un immobile K che avrebbe potuto essere assegnato a X soddisfacendone la quota complessiva. (casa Y vale 100 casa K vale 10, ci sono 10 eredi in parti uguali, percui a X assegna la quota pari a 1/10 della casa Y in quanto quella quota era in parte già pignorata a X)
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    scusa @rocktherock nell' O.P. sei stato molto evasivo nella descrizione del caso, si era capito che gli eredi erano più di uno, ma non si sapeva il rapporto di parentela tra gli eredi. Solo in un secondo momento hai specificato che uno degli eredi è il coniuge superstite ed è proprio costui che è l'interessato ad avere una quota di un particolare immobile perché sul medesimo immobile il coniuge superstite ha già una ipoteca essendo già proprietario della metà dell'immobile e su questa metà grava una ipoteca superiore al valore della metà dell'immobile? Se è così allora si capiscono tutti gli interventi che hai scritto.


    guarda non è così che si fa la successione. Premesso che ogni erede legittimo concorre con la quota prevista dal c.c. se non c'é testamento, o secondo le quote lasciate tramite testamento, che però non possono essere inferiori alle quote legittime. Quindi se non c'é accordo tra gli eredi e si ricorre ad un Giudice questo per prima cosa nomina un CTU e tra le domande che gli porrà ci saranno:
    1) Determinare l'ammontare dei beni caduti in successione ed il loro valore; 2) Appurare se esiste la possibilità di suddividere materialmente i beni caduti in successione secondo le quote spettanti agli eredi senza ricorrere a compensazioni in denaro; 3) prendere in considerazione anche l'ipotesi di conguagli in denaro tra gli eredi in caso di impossibilità di suddividere materialmente i beni. Il CTU manda ai CTPe/o agli avvocati delle parti le sue conclusioni. Tutti sanno di che morte morire. Gli avvocati diranno la loro in nome e per conto dei loro assistiti; dopo di che il Giudice emettera la sentenza 2) o 3) oppure farà mettere in vendita tutta la massa ereditaria e gli eredi si divideranno gli "schei".
    Se una casa, proprietà indivisa al 50% tra due persone, è gravata da ipoteca sul 50% della proprietà di uno dei due comunisti, se non hanno rapporti di parentela, o uno dei due coniugi, se i due proprietari sono marito e moglie, chiaramente varrà meno del suo valore nominale e, se verrà messa in vendita, verrà venduta senz'altro a meno del valore di mercato.
    Se c'é accordo tra gli eredi si può incaricare un professionista, magari iscritto al tribunale di Treviso, visto che scrivi da lì, come Consulente tecnico d' Ufficio (così mastica anche un pò di materie legali), e spiegandogli la situazione lui potrà vedere se è fattibile quello che chiedi.
    In fine tra i forumisti c'é il Geom. Binotto mi sembra di Cornuda che dallo stile degli interventi che fa mi sembra una persona molto preparata. Se non lo trovi bazzicando in Propit lo puoi trovare consultando l'elenco degli iscritti al Colleggio dei Geometri della Provincia di Treviso.
    Adesso basta perché mi si è asciugata la..... gola
     
  11. rocktherock

    rocktherock Membro Junior

    non rileva ai fini del problema e dell'esempio, che mi sembra chiaro ed esaustivo,
    la genitorialità e neppure l'entità del valore pignorato.
    Non ho compreso perchè la spiegazione di quanto avviene in fase di divisione giudiziale, più per l'irrilevanza con il topic del post (vedi anche esempio).
    Cmq non replico più.
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    fai bene: visto che sei così presuntuoso.
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Confermo che il pignorato non possa pretendere l'assegnazione dell'immobile gravato dall'iscrizione. Evidentemente nella divisione la sua quota sarà ridotta del valore pignorato, ovvero provvederà ad estinguere il debito o ancora concorderà con chi ha fatto l'iscrizione per trasferirla in un altro immobile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina