1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. zenobia

    zenobia Nuovo Iscritto

    Buon pomeriggio a tutti,
    vi sottopongo il mio problema:
    Sono separata legalmente e consensualmente dal 2003 e nel verbale di separazione è stato stabilito che il mio ex marito sarebbe rimasto ad abitare nella casa coniugale già di proprietà di entrambi i coniugi, ed io sarei andata ad abitare in un'altra abitazione anch'essa già di proprietà di entrambi i coniugi. E così abbiamo fatto di comune accordo.
    Tutto bene fino a che mi sono trasferita ed ho deciso di mettere in affitto l'appartamento in cui vivevo.
    Andando a registrare il contratto a nome mio però, visti i dati catastali dove risultavano i due proprietari , l'ufficio delle entrate si è rifiutato di registrare nonostante avessi già fatto il versamento, perchè dice siamo in comunione dei beni e la separazione(dei beni) non è stata mai effettuata.
    Cosa dovrei fare secondo voi per essere in regola e non spendere tutti quei soldi che richiederebbe la divisione?
    Ringrazio chi avrà la gentilezza di rispondermi urgentemente anche perchè l'inquilino che già abita lì mi sollecita con molta insistenza.
    Grazie
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me la soluzione migliore è dividere una volta per tutte. in alternativa se i proprietari sono due forse potresti rifare il contratto a nome di entrambi, tuttavia non credo che il tuo ex voglia pagare tasse su soldi che non percepisce.
     
  3. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    il contratto a nome di entrambi è pericoloso se il tuo ex marito si svegliasse un bel mattino con l'intenzione di battere cassa sul 50% di quello che percepisci e ne avrebbe diritto !
    allega una scrittura privata in cui lui dichiara di nulla avere a pretendere in tale cisrcostanza ne ora ne mai per i motivi che hai esposto poi fai la separazioen dei beni e dividetevi i beni...
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il marito è ancora tale. Non è ancora "ex". Ciò premesso, con la separazione personale si scioglie la comunione dei beni.
     
  5. zenobia

    zenobia Nuovo Iscritto

    arianna26;74052]Secondo me la soluzione migliore è dividere una volta per tutte. in alternativa se i proprietari sono due forse potresti rifare il contratto a nome di entrambi, tuttavia non credo che il tuo ex voglia pagare tasse su soldi che non percepisce.

    Sì anche io penso la stessa cosa ma non è così semplice su due piedi e non so quanto costerebbe questa operazione e non mi trovo in condizione di sborsare migliaia di euro per notai e tasse!

    Aggiunto dopo 3 minuti ....

    Gugli;74059]il contratto a nome di entrambi è pericoloso se il tuo ex marito si svegliasse un bel mattino con l'intenzione di battere cassa sul 50% di quello che percepisci e ne avrebbe diritto !
    allega una scrittura privata in cui lui dichiara di nulla avere a pretendere in tale cisrcostanza ne ora ne mai per i motivi che hai esposto poi fai la separazioen dei beni e dividetevi i beni...

    Grazie, ma sarebbe valida a tutti gli effetti, tipo tasse che dovrebbe pagare lui? Per ora mi interessa solo che il mio ex non debba pagare nulla perchè è vero che siamo separati ma in ottimi rapporti!
     
  6. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    ma se siete in ottimi rapporti dovìè il problema fai il contratto a nome di entrambi e dai a lui i soldi per le tasse fine
     
  7. zenobia

    zenobia Nuovo Iscritto

    Nemesis;74155]Il marito è ancora tale. Non è ancora "ex". Ciò premesso, con la separazione personale si scioglie la comunione dei beni.

    Sì questo lo so, allora forse qualcuno deve spiegarmi perchè non basta il solo fatto che siamo separati legalmente per poter disporre (nel senso di ospitare o affittare) ciascuno dei coniugi della abitazione dove abita? E perchè al catasto o all'ufficio delle Entrate non basta il solo verbale di separazione? Grazie comunque a tutti per la vostra disponibilità

    Aggiunto dopo 2 minuti ....

    perchè io praticamente ho solo il reddito dell'affitto, lui invece ha altri redditi che porterebbero troppo su le tasse.

    questo messaggio è di risposta a chi mi ha scritto a proposito degli ottimi rapporti che ho con mio marito.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina