• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

lorenab

Membro Junior
Proprietario Casa
#1
Buongiorno a tutti,
volevo porvi questo quesito, io e altri 9 persone abbiamo ereditato un immobile con differenti quote di possesso, per nessuno di noi questo è dimora di residenza ma tutti siamo in possesso delle chiavi e quindi del bene.
Ora, avendo deciso di vendere e quindi permettere di visionare l'appartamento da parte dell'agenzia, abbiamo attivato la luce e di conseguenza è stato notificato il pagamento della TARI.
Volevo sapere: le spese delle utenze luce e della TARI sono da dividere equamente tra i dieci proprietari essendo tutti in facoltà di accedere al''immobile, o da dividere in base alle quote di possesso?
Anche per quanto riguarda la vendita dobbiamo effettuare la Certificazione Energetica, anche in questo caso come viene ripartito il pagamento tra i proprietari?
Ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#2
Tutte le spese sono da dividere in base alle quote di proprietà.
Ma la spesa non sarà altissima, potrete decidere anche di dividere per 10 per comodità.
 
Ultima modifica:

lorenab

Membro Junior
Proprietario Casa
#3
Grazie innanzitutto della celere risposta,
anch'io ero di questo parere ma, a fronte di percentuali di possesso differenti tra loro ( c'è chi è proprietario del 40% e chi dello 0,77%) non tutti sono d'accordo e quindi chiedevo appunto legalmente qual è la forma corretta.
Grazie
 

lorenab

Membro Junior
Proprietario Casa
#4
Buongiorno
Scusate se sono ancora a disturbarvi per lo stesso argomento che ho descritto sopra.
In pratica gli altri proprietari dell'immobile insistono nel voler pagare le utenze luce e Tari suddivise per quota di possesso e non per numero di proprietari pur essendo tutti e 10 a disposizione del bene e tutti ne possono usufruire in egual misura.
Per poter essere certa che la mia richiesta sia legalmente corretta chiedevo ancora se sappiate che ci sia una norma giuridica e, se si quale, che obblighi alla divisione delle spese per utenza luce, Tari e dovremmo fare anche la certificazione energetica, in base alla percentuale di possesso.
Ancora grazie delle vostre risposte
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#5
No, dovete dividere in proporzione alle quote di proprietà. Sebbene tutti siano in possesso delle chiavi e possano accedervi, nessuno possiede l'immobile. visto che non è utilizzato da nessuno. Pertanto tutti gli oneri sopportati per la gestione dell'immobile fino alla sua cessione dovranno essere sopportati come detto precedentemente.
 

lorenab

Membro Junior
Proprietario Casa
#6
Grazie molte della risposta, ma questo è tutelato da una norma giuridica? Se si potrebbe gentilmente dirmi qual'è?
In questo caso, essendo il bene accessibile e disponibile a tutti, non subentra la comunione del bene regolamentata dal fatto che le spese delle utenze debbano essere ripartite in egual misura?
Grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#7
Uno è sempre responsabile e deve contribuire in proporzione alla sua quota di proprietà. D'altronde, se l'immobile fosse affittato ne godrebbe in proporzione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto