1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. rossellaventura

    rossellaventura Nuovo Iscritto

    qualcuno di voi saprebbe dirmi se in caso di divisioni giudiziali, vanno pagate le imposte di registro , ipotecarie e catastali? in che misura?
    inoltre c'e' la spesa dei periti , nonche' del notaio.
    per cio' che concerne le parcelle notarili, c'e' un tariffario cui ci si puo' rapportare?
    grazie

    Aggiunto dopo 1 :

    scusate, ho omesso un particolare importante. le imposte vanno pagate sul valore catastale?
     
  2. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    tutto quello che hai detto vanno fatte e pagate a secondo della zona e le tariffe dei professionisti ciao adimecasa:daccordo:
     
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    primo: i reciproci trasferimenti non danno origine a plusvalenza: ossia ai fini delle imposte dirette non si paga nulla

    secondo: ai fini delle imposte indirette (registro e catastali )
    la tassazione è così organizzata:
    1- se c'è divisione senza conguaglio (cioè i beni assegnati a ciascun condividente sono di valore pari al valore che i condividenti vantavano sulla massa comune), l'imposta di registro è pari all'1% del valore della massa divisionale;
    2- se in sede di divisione emergono invece conguagli di un condividente verso l'altro, per compensare la disparità di valore tra i beni assegnati a un condividente (cosiddetta «quota di fatto») e la quota al medesimo spettante sull'intera massa («quota di diritto»), il conguaglio (se superiore al 5% del valore della quota «di diritto») è tassato come se fosse una compravendita. Quindi non più con l'aliquota dell'1%, ma con quella del 7%, se si tratta di un'abitazione, insieme alle imposte ipotecaria e catastale nella misura complessiva del 3 per cento

    3-La parcella notarile se la divisione è perfezionata con
    atto pubblico. Chiedere al Noatio :và in base al valore dell'atto. Se la divisione stabilita dal Giudice ritengo non ci sia bisogno del Notaio in quanto la formalità delle trascrizioni verrà espletata dal Cancelliere

    4-piu' la parcella del perito ( se Vi si ricorre per determinare " i piedi" spettanti a ciascuno) chiedi al perito c.s.

    5-La base imponibile puo' essere data dalla rendita catastale rivalutata ( c.d. prezzo valore)

    cordialità
     
  4. rossellaventura

    rossellaventura Nuovo Iscritto

    ti ringrazio molto, poiche' sei stato chiaro ed esauriente
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina