basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Ecco un esempio di MALA BUROCRAZIA , i cui addetti dovrebbero rifrequentare le scuole dell'obbligo per una corretta scrittura ed interpretazione del testo.

Sottopongo alla lettura di chi è interessato, la modulistica richiesta ai locatori da parte degli uffici immigrazione, e ovviamente i CAF che assistono gli interessati nelle pratiche.
In particolare il modello S2 , precompilato, che potete valutare direttamente.

Come può intendersi la dichiarazione finale ... che qui riporto?

Il sottoscritto proprietario....
dà il consenso a che i familiari del "conduttore" XYZ
ALLOGGINO PRESSO IL PROPRIO DOMICILIO

io mi sono rifiutato di sottoscriverlo, e per queste ragioni
1) E' stato più volte affermato che il locatore non può interferire e vietare anche l'ospitalità di lungo periodo , compresi estranei al nucleo familiare
2)il significato di "Proprio" può essere equivocato : a chi si può riferire? al conduttore o addirittura al locatore sottoscrittore? (vedi 3)
3) Nelle istruzioni della prefettura , prese alla lettera, S2 sembra richiesto appunto solo se è ospite del proprietario ecc
4) Ho proposto in alternativa la modulistica prevista (Dichiarazione sost. di atto notorio) dove il proprietario dichiara di essere a conoscenza ed autorizza la dimora abituale dei sig. A-B-C , nell'unità locata sopra citata. NON è stata presa in considerazione.
5) Ho modificato il modello S2 , in sostanza specificando le stesse cose del modello indicato al p. 4, pur non avendo nemmeno l'elenco dei nominativi dei congiunti interessati al ricongiungimento. Non so per ora se sarà accolto.



Faccio notare che nelle indicazioni reperite presso un sito della prefettura è così scritto riguardo alla documentazione necessaria relativa all'alloggio:

• copia del contratto di proprietà/locazione/comodato di durata non inferiore a sei mesi
con la prova dell'avvenuta registrazione all'Agenzia delle Entrate (timbro di registrazione
sul contratto oppure ricevuta dell'invio telematico);

• originale del certificato di idoneità alloggiativa, accertata dai competenti uffici, in corso
di validità. Qual'ora (sich ....) si ricongiunga solo un minore di 14 anni non è necessario il
certificato di idoneità alloggiativa; occorre produrre esclusivamente il consenso del
proprietario di casa (modulo "S1")
se chi richiede il ricongiungimento ha l'alloggio in comodato o è ospite del proprietario,
è necessaria una dichiarazione redatta e sottoscritta in originale dal proprietario
dell'appartamento su modulo "S2"
, che dimostri il consenso ad ospitare anche i familiari
ricongiunti, allegando il documento di identità del dichiarante (il proprietario); se l'alloggio
è affittato a una persona diversa da chi richiede il ricongiungimento, bisogna avere il
consenso della persona a cui è intestato l'affitto.
 

Allegati

  • ModuloS2.pdf
    150,8 KB · Visite: 10

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Io non sono informata perché non ci è mai capitato di dover firmare quel modulo.
Lo interpreto come assenso del proprietario alla possibilità che i familiari del conduttore alloggino nell'immobile dove fissano il loro domicilio, ossia in quello condotto in locazione dal familiare che li ospita.

Qui a Torino per le pratiche di residenza anagrafica la "dichiarazione di assenso del proprietario ad occupazione appartamento da parte di terzi" è necessaria solo quando tra il conduttore e i suoi "ospiti" non vi sono vincoli affettivi o parentali.
Praticamente non è mai richiesta, perché basta che il conduttore (intestatario di un contratto di locazione regolarmente registrato all'Agenzia delle Entrate) dichiari che il suo ospite è un suo lontano parente, fidanzato/a, amico/a.

Nella tabella dell'Anagrafe i casi in cui occorre la dichiarazione di assenso del proprietario (a parte il caso di comodato solo verbale che è poco diffuso) sono quelli ai punti 6.d.2. - 6.d.3
In calce alla tabella vi sono i facsimile delle varie dichiarazioni.

 

gattaccia

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Ecco un esempio di MALA BUROCRAZIA , i cui addetti dovrebbero rifrequentare le scuole dell'obbligo per una corretta scrittura ed interpretazione del testo.

Sottopongo alla lettura di chi è interessato, la modulistica richiesta ai locatori da parte degli uffici immigrazione, e ovviamente i CAF che assistono gli interessati nelle pratiche.
In particolare il modello S2 , precompilato, che potete valutare direttamente.

Come può intendersi la dichiarazione finale ... che qui riporto?



io mi sono rifiutato di sottoscriverlo, e per queste ragioni
1) E' stato più volte affermato che il locatore non può interferire e vietare anche l'ospitalità di lungo periodo , compresi estranei al nucleo familiare
2)il significato di "Proprio" può essere equivocato : a chi si può riferire? al conduttore o addirittura al locatore sottoscrittore? (vedi 3)
3) Nelle istruzioni della prefettura , prese alla lettera, S2 sembra richiesto appunto solo se è ospite del proprietario ecc
4) Ho proposto in alternativa la modulistica prevista (Dichiarazione sost. di atto notorio) dove il proprietario dichiara di essere a conoscenza ed autorizza la dimora abituale dei sig. A-B-C , nell'unità locata sopra citata. NON è stata presa in considerazione.
5) Ho modificato il modello S2 , in sostanza specificando le stesse cose del modello indicato al p. 4, pur non avendo nemmeno l'elenco dei nominativi dei congiunti interessati al ricongiungimento. Non so per ora se sarà accolto.



Faccio notare che nelle indicazioni reperite presso un sito della prefettura è così scritto riguardo alla documentazione necessaria relativa all'alloggio:
confermo
ho restituito al conduttore il modulo non firmato dicendo che non sarebbero venuti ad abitare a casa mia! e che quindi io non c'entravo nulla
il coduttore si è informato ed è tornato dicendo che l'alloggio era il loro in affitto e non il mio dove abito io...
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Grazie per l'intervento.
Che lo scopo del modulo sia quello di avere l'assenso del proprietario , è fuori discussione. Salvo appunto quel famoso problema spesso ricordato, dove il locatore non ha titolo per vietare la ospitalità di chicchessia; ci vorrebbe quindi più coerenza.
Lo interpreto come assenso del proprietario
Ma qui un conto è immaginare lo scopo del modulo S2, su cui concordo, altro chiedersi se per la lingua e sintassi italiana, sia univoca la possibilità di attribuzione dell'aggettivo "proprio" al conduttore e non a chi sottoscrive la dichiarazione.
ossia in quello condotto in locazione dal familiare che li ospita.
appunto, ma allora doveva essere scritto nell'APPARTAMENTO DATO IN LOCAZIONE
è necessaria solo quando tra il conduttore e i suoi "ospiti" non vi sono vincoli affettivi o parentali.
E mi pare corretto.

cancellare "PROPRIO DOMICILIO con una riga e scrivere "L'APPARTAMENTO DATO IN LOCAZIONE".
E' in sostanza quello che ho poi fatto, (anche specificando gli estremi della registrazione contratto) per superare lo stallo. (ma non so se sarà accettato):
non avevano difatti preso in considerazione il modulo alternativo del tipo del foglio 2 allegato da uva.

----------------------
Quanto alle istruzioni presenti sul sito della prefettura (Torino) avete poi notato la perla ortografica?

Qual'ora si ricongiunga ....
----------------------
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
cancellare "PROPRIO DOMICILIO con una riga e scrivere "L'APPARTAMENTO DATO IN LOCAZIONE".
Sembra ovvio: ma nemmeno il CAF che stava seguendo l'interessato , ha preso in considerazione questa banale correzione.
Quello che mi fa imbestialire, è la assenza di senso critico, passività di fronte alle lacune e superficialità delle richieste della PA, e mancanza di oggettività.
(vero @uva ... ;) )

Che poi uno debba "Correggere" la modulistica statale, mi sembra paradossale: questo mod S2 è standard per tutto il territorio nazionale credo: è indicato sia dalla prefettura di Torino che di Milano: e per di più stando alla lettera delle istruzioni di Torino, sembrerebbe pertinente solo al caso di comodato o ospitalità proprio "presso il proprietario".
Purtroppo chi ne fa le spese è quel povero cristo che si è visto rimandare l'appuntamento di due mesi (spero abbia potuto evitarlo, col modulo corretto): non posso pretendere da lui straniero la comprensione del testo italiano, ma da Caf e addetti alla immigrazione che lo seguono, è doveroso.
Sono evidentemente vecchio: ma le cose storte vanno raddrizzate, anche da parte dei cittadini.
 

gattaccia

Membro Assiduo
Proprietario Casa
piccolo aneddoto: un albanese mi chiede di spiegargli un avviso a presentarsi all'ufficio migrazione, c'era scritto tipo "Sua Signoria è pregata di presentasi etc."
io: vai tu
lui: ma c'è scritto che deve venire anche mia moglie
io: no, è un modo di scrivere cerimonioso per riferirsi all'intestatario della lettera
lui: no io sono uomo, è riferito a una donna, quindi porto mia moglie e anche i bambini perchè non sappiamo dove lasciarli
io: ... :yum:
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Le Ultime Discussioni

Alto