1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Lorenzo B

    Lorenzo B Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, vorrei acquistare un piccolo bilocale, la settimana prossima dovrei fare la mia offerta. Il problema è che quest’immobile è di proprietà per il 50% di un minore, cosa questa che comporterà una certa lungaggine. Volevo sapere, in linea di massima, quali sono i documenti sull’immobile che si possono richiedere all’agenzia prima di fare una proposta d’acquisto. Io per ora mi sono fatto dare solo la bozza della proposta e la planimetria, tra l’altro non coincidente, visto che il proprietario spostò l’angolo cottura (l’agenzia mi ha detto che la planimetria aggiornata sarà disponibile al rogito). Ci sono documenti che è lecito richiedere all'agenzia in questa fase, tipo visure etc.
    Grazie in anticipo a chi sarà cosi gentile da chiarirmi un po' le idee.
     
  2. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ciao, occhio ai documenti "disponibili al rogito". Meglio richiederne la disponibilità al compromesso perché dopo chi ha avuto ha avuto e chi ha dato... Bisogna vedere poi se il bilocale è per caso frutto di frazionamento e quindi siano intervenute ristrutturazioni per cui sono state necessarie agibilità e conformità. Comunque sulla correttezza della rappresentazione catastale non transigerei.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Le cose importanti da verificare e quindi i documenti che tu e/o il tuo tecnico dovrete verificare sono:
    - ultimo progetto o autorizzazione edilizia rilasciata dal comune. Evidentemente deve corrispondere allo stato dei luoghi;
    - planimetria catastale, rilasciata dall'AdE;
    - visura catastale nella quale apparirà la data dell'ultimo aggiornamento che deve corrispondere con quello presente sulla planimetria. Ovviamente deve corrispondere al progetto approvato ed alla realtà;
    - atto di provenienza.
    Ricordati di fare o far fare una verifica all'AdE servizi ipotecari, per verificare che non esistano iscrizioni.
     
  4. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Gianco, anche per dare più informazioni a chi ci legge, chiedo e faccio un esempio: abitazione acquistata 30 anni fa, intero fabbricato ristrutturato da un costruttore che poi ha venduto i vari appartamenti, in queste condizioni chi vende, non ha mai fatto dei lavori pertanto è tutto come era, cosa deve dare a un'agenzia o al compratore, e se si dichiarasse che l'immobile viene ceduto cosi come è e si specifica che è da ristrutturare?
    Grazie
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Occorre verificare se l'ultimo progetto approvato corrisponde alla situazione esistente. In alternativa occorre regolarizzarla, qualora sia possibile. Altrimenti demolizione. Lo stato di fatto deve corrispondente alla planimetria presente all'AdE.
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma se sono solo le differenze a creare problemi,...... se hanno spostato una parete basta rimetterla nella stessa posizione cosi si risolve?....... basta rispecchiare quello che c'è nella planimetria originale?
     
  7. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ciao, se non c'è corrispondenza tra la situazione reale e la rappresentazione catastale, l'atto di compravendita è NULLO. attenzione anche alle relazioni tecniche compiacenti per il venditore redatte senza neanche fare sopralluogo dei locali.
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Chiacchia, se un tramezzo fosse spostato, anziché rimetterlo al suo posto precedente, sarebbe meglio fare una comunicazione di opere interne con una SCIA. Costa di meno e convalida la ripartizione degli ambienti desiderata.
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Asana, l'atto è nullo se esistono delle opere abusive, quindi in contrasto con l'ultima autorizzazione edilizia. La planimetria è un documento fiscale. Anch'esso deve corrispondere, non foss'altro per un problema di rendita catastale e quindi di tassazione. Infine il progetto è redatto in scala 1:100 ed è quotato, la planimetria catastale di un'abitazione o garege è in scala 1:200 senza misure.
     
    A asana piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina