1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Maurizio57

    Maurizio57 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Un saluto a tutti Avrei un quesito da porre giusto per avere piu' informazioni in merito.
    Nel mio condominio abbiamo con molta tribulazione cambiato amministratore il quale pero' nonostante molte sollecitazioni sia scritte che verbali non consegna tutto l'incartamento condominiale fatture e giustificazioni spese ultimi tre anni di cui non abbiamo approvato rendiconto ,e documentazione causa contro condominio che lui come avvocato seguiva.Il nuovo amministratore ci ha consigliato di ricorrere ad un legale .Dobbiamo ancora pagare avvocati per avere documenti che ci spettano?
    Grazie per le vostre risposte.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Nel passaggio delle consegna tra vecchio e nuovo amministratore il nodo principale diviene spesso la mancata consegna di tutta la documentazione necessaria.

    I motivi possono essere inconfessabili: per esempio l’ex amministratore teme di offrire prove di dolo o colpa nel suo operato. Spesso però la mancata restituzione viene giustificata con il fatto che l’ex amministratore non è stato rimborsato di somme dovute. Infine ci si è chiesto se il professionista subentrante abbia bisogno o meno di una specifica autorizzazione dell’assemblea, per agire in giudizio per richiedere indietro la documentazione.

    A tutti questi dubbi ha risposto la sentenza n. 13504/1999 della Cassazione, che ha innanzitutto affermato che il precedente amministratore non può trattenere i documenti finché non rimborsato delle somme anticipate per conto del condominio. Il principio secondo il quale non si adempie agli inadempienti non opera,” non essendovi corrispettività né interdipendenza tra dette prestazioni, originate da titoli diversi”. .Poi ha dichiarato che il nuovo amministratore non ha alcuna necessità per far causa di ottenere l’assenso dell’assemblea, in quanto questa prerogativa gli deriva direttamente dagli articoli 1130-1131 del codice civile che gli attribuisce la rappresentanza giudiziale attiva nelle liti, perché la documentazione è essenziale perché possa svolgere il mandato che gli è stato conferito. Sene sussistono i motivi, si può chiedere al Giudice un provvedimento d’urgenza ai sensi dell’articolo 700 del codice di procedura civile e l’ex-amministratore finirà per pagare anche le spese legali e gli eventuali danni..
     
    A arciera e meri56 piace questo messaggio.
  3. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Condivido quanto sopra riportato da @JERRY48 :):fiore:. L'amministratore uscente non può rifiutare di consegnare la documentazione condominiale neppure se fosse creditore del Condominio, configurerebbe questa ipotesi di "appropriazione indebita". Comunque, ci si può rivolgere al Giudice, che con un provvedimento d'urgenza (art. 700 c.p.c.) ordina la restituzione immediata dei documenti. Può farlo lo stesso amministratore, anche senza autorizzazione assembleare. Questo, infatti, rientrerebbe tra i poteri che sono conferiti agli amministratori dall'articolo 1130: il recupero della documentazione costituisce infatti il presupposto indispensabile per potere gestire il condominio.
    A supporto, riporto questa sentenza:

    "Ingiustificato trattenimento dei documenti condominiali da parte dell'amministratore cessato in carica."

    Trib. pen. Roma sez. IX, 20 luglio 2007, n.15945

    L'ingiustificato trattenimento dei documenti condominiali pur a fronte della garbata quanto esplicita richiesta di restituzione formulata in data xxxxxxx e la necessità dell'uso della polizia giudiziaria per il recupero dei documenti dimostrano incontestabilmente l'intenzione soggettiva di interversione del possesso e configurano un'ipotesi aggravata di appropriazione indebita, in relazione alla quale l'amministratore subentrato è legittimato a costituirsi parte civile nel processo penale, senza necessità di essere autorizzato con delibera assembleare.
     
    Ultima modifica: 20 Ottobre 2013
    A arciera piace questo elemento.
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Grazie per il :fiore:.
    :occhi_al_cielo:
     
    A dolly piace questo elemento.
  5. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    in verità, ho cliccato sul "fiore"...ma a me appare la "faccina"...ho modificato...ma niente!
    mi compare sempre la faccina....devo chiedere a @Guardiano ....

    ok! risolto!!!:)
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Una scusa inventatati subito su due...faccine (o meglio piedi).:^^:
     
  8. Maurizio57

    Maurizio57 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ringrazio per le risposte esaustive magari sollecito il nuovo amministratore citando le sentenze segnalatemi.
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    diffidare degli amministratori che anticipano somme per conto del condominio. Questi non fanno altro che prelevare temporaneamente soldi dalla cassa di altri condomini: così creano pasticci.
    Se il condominio non ha soldi in cassa perché i condomini non pagano le proprie rette l'amministratore indice una assemblea straordinaria con ordine del giorno la situazione di cassa ed i debiti verso i fornitori; dopo di che è meglio che rassegni le proprie dimissioni perché da un condominio deficitario non possono esserci che rogne.
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se tutti la pensassero così, la metà dei condomini sarebbero senza amministratore
     
  11. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bisogna avere anche il tempo e la testa per fare certe cose, il mio dovendomi restituire dei soldi e non avendoli ha pensato bene di fare un bonifico con il conto di un'altro condominio, ovvero ho una prova scritta che lui preleva soldi altrui per "farne quello che vuole", cosa fare in questi frangenti? farlo sapere a tutti i miei condomini e anche a quelli che è stato fatto il prelievo e rischiare una denuncia o.... cosa? Essere o non essere?
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Devi solo usare molta attenzione al c.c. del tuo condominio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina