1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Marilena75

    Marilena75 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Se un genitore decide di donare in vita una somma di denaro ad uno soltanto di due figli, e l'altro figlio escluso non solleva obiezione alcuna e pertanto a tutta la famiglia sta bene così, può essere un soggetto terzo a sollevare obiezioni o "problemi" ? (enti tributari, erario, AdE etc?)

    Grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì, nel caso che l'importo della donazione superi quello della franchigia di un milione di euro, sarebbe dovuta l'imposta del 4% sulla parte che la supera. :)
    E l'art. 782 c.c. prescrive che la donazione deve essere fatta per atto pubblico (quindi, con atto del notaio), sotto pena di nullità. Con l'eccezione (ex art. 783 c.c.) della donazione di beni mobili (come il denaro) di "modico valore". Il modico valore si determina in base a un parametro oggettivo (il valore economico del bene) e a uno soggettivo (la consistenza del patrimonio del donante).
     
  3. Marilena75

    Marilena75 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie Nemesis, eventualmente la cifra sarebbe sì consistente ma ben al di sotto della franchigia, quindi non dovrebbero esserci problemi di sorta.
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ma, come già scritto, se la "consistente" donazione non fosse di "modico valore" in relazione al patrimonio del donante, occorrerebbe necessariamente la forma dell'atto pubblico. Altrimenti la donazione sarebbe nulla.
     
  5. Marilena75

    Marilena75 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Però è un po' incomprensibile. O si è oltre la franchigia oppure si è sotto. Se si è sotto cosa si intende per modico ? Per qualcuno modico può esser anche 90 mila €. Modico di per sè non indica nulla a livello numerico, per cui dovrebbe valere qualunque cifra sta sotto la soglia della franchigia. C'è una legge specifica sul modico o che indica quanto è da ritenersi modico?
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Un conto è la normativa fiscale: una donazione di 900.000 euro a un figlio non è soggetta all'imposta sulle donazioni. Ma, tenuto conto del patrimonio del donante, può benissimo essere soggetta alla norma di altro tipo (del codice civile) che prescrive la forma dell'atto pubblico.
     
  7. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ho già scritto diverse volte sulla malvagità di alcune leggi...e in particolare sulla Donazione che è il combustibile della Collazione.
    La Costituzione ci ricorda che le leggi sono scritte nella lingua italiana...E' implicito che ogni parola pur simile o analoga deve avere un significato diverso...Quindi gentile Marilena se invece di
    usare il verbo "donare" useremo Dare o Elargire dovremmo poter
    pretendere un minimo di diversità anche nel risvolto conseguenziale...Purtroppo non è così e i Sacerdoti della materia
    in pieno conflitto non esiteranno a sostenere l'identico effetto della
    "donazione"...che è l'arricchimento dell'altra parte...Per cui, in estremo, ti ho dato...ho generato la tua vita perchè questo volevo...
    lo potremmo trasformare per coerenza in: "ti ho donato la vita" ...e così per: ti ho dato il sostentamento dal cibo...allo studio...ecc...ecc...
    I "dotti" sul sito potranno contestare facilmente la mia argomentazione per i paletti apposti nel codice...Ed io proverò a
    respingerli...col risultato di far sorridere l'Icona FradIACOno sempre
    pronto a punzecchiare. Cordiali saluti col permesso del "salernitano"
    dissenziente sul "galateo" su Propit.it...Quiproquo.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  8. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Scusate la mia ignoranza, ma se il genitore suddivide l'importo in una serie di bonifici distanziati di un certo tempo, non risolve il problema?
     
  9. Marilena75

    Marilena75 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Meravigliosa l'ars oratoria, altrettanto e a volte anche migliore, la capacità di esprimersi in maneira semplice.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  10. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non sempre è possibile la "sintesi"..come per esempio il nostro
    sommo "tigrone"... ci elargisce...ci dà...ci dona...ci assegna...ci cede...
    usando sempre la collocazione giusta...Non è così per il fisco che quando gli conviene ignora del tutto le lamentele di quiproquo e ci
    "elargisce" le sue imposte con annesse penalità, partendo dall'effetto che il beneficiario ottiene...come è il caso della rinunzia dell'usufrutto
    (dibattutissimo su propit...vedi...)...La parola "donare" "gronda" affetto e amore in particolare, se non in esclusiva, nell'ambito familiare...Invece di appropriarsene, poteva ben il Legislatore usare
    "cessione" ( gratuita o onerosa) lasciando la nobiltà di tale parola al contesto parentale o para...Mi fermo per non incorrere in una cilindrata dell'Icona" FradJACOno che è lì pronto a "mazziarmi"
    Ora, sempre con il permesso del compaesano salernitano, ti saluto
    cordialmente. Quiproquo.
     
    A rita dedè piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina