1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fatti neri

    fatti neri Nuovo Iscritto

    salve, sono passati oltre 20 anni da una donazione avuta dai miei genitori, insieme a mio fratello, ove questi ha ricevuto maggior valore, parlo di immobili.( tempi in cui si donava per pagare meno tasse,palazzina da condonare nel 1985 ma poi usata in parte dai genitori stessi)
    adesso i genitori si trovano con un appartamento per uno, inteso che pur essendo in comunione dei beni ognuno ha il suo intestato, la mamma poichè lo ha da prima ne ha uno vecchio, il papà di nuova costruzione in quanto al rogito il notaio ha riportato che lo ha pagato solo lui, con soldi suoi.
    A detta dei loro interlocutori , avendo la volontà di ripianare l'errore fatto nella vecchia donazione, il problema lo si può risolvere con due distinti testamenti da registrare, per un costo oltre 1000 euro ove la mamma lascia il vecchio di minor valore a mio fratello e papà il nuovo al sottoscritto, dato che sono simili come metratura ma di chiaro valore diverso, avrei un "pareggiamento" dell'errore.
    precedentemente mi avevano proposto la "vendita" di un box che pur valendo meno della plusvalenza dei due immobili mi avrebbe dato però rendita immediata.
    Io non prego certo la morte, nè sono attaccato al dio danaro per interessi ( lo dimostra il fatto che quando potevo non ho fatto azione di rivalsa ma anzi con le mie sole forze acquistato ben due immobili e costruito altro ), ma vorrei capire, e questa è la domanda:
    se la formula testamentaria è corretta onde evitare quando sarà discussioni tra eredi , dato che mica nessuno di noi sa se domani ci sarà,e che succederà a mia madre, nel senso che il coniuge superstite di norma ha il diritto di risiedere nell'abitazione del coniuge ma, se poi diventa mio o di chi per me? mantiene il diritto o è meglio riportare una apposita dicitura per cautelare la mamma? grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina