1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maurizio48

    maurizio48 Nuovo Iscritto

    salve , sono proprietario di un immobile, originariamente suddiviso in due unità immobiliari (UI1 e UI2), delle quali
    UI1 di proprietà al 100% di mia moglie,
    UI2 di proprietà al 50% mia e al 50% di mia moglie
    L'immobile (una casetta) , è stato sventrato, e ristrutturato formando una casa unica, attualmente abitata da mia figlia. Dal punto di vista catastale la casa è ancora suddivisa in due unità immobiliari (UI1 e UI2)
    Domanda : quale è la procedura più breve e più economica per unificare al catasto le due unità immobiliari e per donare il tutto a mia figlia.
    Cosa conviene fare tenendo conto che saremo sempre io e mia moglie a pagare il tutto ?
    ipotesi :
    1. Dono il mio 25% di UI2 a mia moglie im modo che lei sia proprietaria del 100% di UI1 e UI2, poi
    1.1 Unifico le due unità dal punto di vista del catasto e
    mia moglie dona tutto alla figlia, oppure
    1.2 donazione di UI1 e UI2 (a questo punto di proprietà della moglie) alla figlia, e successiva unificazione
    2. Dono il mio 25% di UI2 alla fglia, mia moglie dona il suo 25% di UI2 ed il 100% di UI1 alla figlia, poi si fa la unificazione
    3. Mia moglie dona a me UI1 (100%) e UI2(50%), poi
    3.1 Unifico le due unità dal punto di vista del catasto e
    dono tutto alla figlia, oppure
    3.2 donazione di UI1 e UI2 (a questo punto di proprietà mia) alla figlia, e successiva unificazione
    Se può interessare al calcolo di convenienza, io e mia moglie siamo pensionati, il mio reddito è superiore al suo, e sono proprietario (al 100%) di un'altra unità immobiliare, e presentiamo una dichiarazione dei redditi congiunta
    Grazie per la risposta
     
  2. fabri75

    fabri75 Membro Junior

    L'aspetto fiscale non mi preoccuperebbe cosi tanto al contrario un consiglio che posso darti è invece quello di trovare un'alternativa alla donazione (senti il tuo notaio di fiducia) che comporterebbe dei grossi limiti all'immobile in un futuro soprattutto per tua figlia. Te lo dico per esperienza diretta.
     
  3. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se la tua è l'unica figlia che hai, " a bocce ferme" ti direi di non fare nulla. Spenderesti dei soldi ( e non sono "ini") per una prima donazione fre te e tua moglie per attribuirvi o la comproprietà delle U.I. o per attribuire ad uno solo di voi due la completa proprietà delle medesime U.I. Poi spenderesti altri sodi (anche qui: non "ini") per incaricare un tecnico di eseguire la fusione catastale delle U.I. per cosa? per eseguire poi una donazione a vostra figlia che, come da altri già detto, comporterà successivamente dei problemi circa la commerciabilità del bene o l'accensione di un mutuo.
    Perciò, visto che continuerai tu a pagare tutte le spese, come hai detto, ti consiglierei di lasciar fare alla natura. Il più tardi possibile passerà tutto a tua figlia in successione e sicuramente, le spese saranno di gran lunga inferiori. Questo, sempre allo stato attuale o, " a bocce ferme".
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. maurizio48

    maurizio48 Nuovo Iscritto

    Qualche anno fa ho pensato anch'io di lasciare fare alla natura, ma ora con l'introduzione dell'IMU , molto alta per le seconde case (il saldo quest'anno è 2000€) ho l'impressione che se la natura è benevola con noi, come spero, alla fine spenderò molto di più. Potresti quantificare meglio l' entità dei soldINI da spendere ? Grazie per la sollecita risposta
    :applauso:
     
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ogni volta che fai una donazione (da te a tua moglie) e poi da tua moglie a vostra figlia andrai a spendere circa il 6% di valore catastale più le spese del notaio. Poi ci sarà il tecnico che fara la fusione delle due u.i. che credo che non si muoverà per meno di un migliaio di euro.
    Vedi te. Io, da inguaribile ottimista, penso che nell'arco di 3 o 4 anni l'IMU -almeno sulle prime case- verrà levata.
    Altrimenti potresti consultarti con un notaio per trovare una formula che consenta a tua figlia di far diventare "prima casa" il tutto, magari con un atto diverso dalla donazione.
     
  6. maria55

    maria55 Membro Attivo

    Professionista
    potresti vendere a tua figlia il diritto di abitazione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina