1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. onlus62

    onlus62 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera,i miei genitori in data 2012 con regolare atto Notarile,ci hanno assegnato definitivamente ad ogni uno di noi( due fratelli ed una sorella) un alloggio cadauno, oltre un terreno agricolo,tutto accettato dalle parti in comune accordo.
    Adesso in considerazione che i nostri genitori necessitano di assistenza continua data la loro età e varie patologie sanitarie, i miei fratelli e cognate si sono sottratte ai doveri di assistenza! Il tutto gravida ormai solo sulla mia famiglia privandola della propria libertà personale. I miei genitori con regolare postagiro,quindi( con tracciabili operazioni da C/C intestati), mi hanno donato una somma in denaro di euro 40000, per le spese di vitto/sanitarie/varie/assistenza,regolarmente trascritte e documentate.La mia domanda è: domani alla scomparsa dei genitori,i miei fratelli(su pressioni ormai certe delle mie cognate, possano invalidare tale donazione avvenute in vita?e se si, le spese sostenute regolarmente dimostrate sono deducibili dalla somma donata?. Grazie
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io ci aggiungerei anche la valorizzazione delle ore di assistenza prestata. Time is money, dicono i concreti inglesi !
     
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Potrebbero eccepire la nullità della donazione per vizio di forma; infatti solo le donazioni di modico valore possono non svolgersi per atto pubblico
    40.000,00 Euro è una somma di modico valore? soprattutto considerando che i suoi genitori appaiono bisognosi... Io avrei preferito un atto pubblico e nessuno avrebbe potuto sollevare alcunchè.
    Vero anche che lei potrebbe sempre contestare la natura di donazione della dazione di denaro: non di liberalità a suo favore, ma di un anticipo per le spese effettivamente sostenute (e comprovate) a vantaggio dei genitori.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Concordo. Meglio nemmeno citare una "donazione" ma un trasferimento a saldo di spese documentabili.

    Unica perplessità: 40.000 di spese già interamente documentabili o vi sono degli "avanzi" ?
     
  5. onlus62

    onlus62 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Le spese ad oggi documentabili sono circa 19.000 euro! Chiedo, ma il sacrificio mio e della mia famiglia nell'accudire i mie genitori, privando/ci (delle ferie,fine settimane,giornate festive,ed etc.etc) non hanno nessun valore economico? il mio/nostro impegno/assistenza, giorno/notte ininterrottamente, senza un aiuto dei miei fratelli e cognate,(non dovrebbero essere paragonate ad una badante regolarmente pagata)? ho devo solo documentare le spese sostenute
     
  6. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sembrava che le spese sostenute e documentate ammontassero a euro 40.000.
     
  7. onlus62

    onlus62 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Forse mi sono spiegata male,volevo dire che sto documentando le varie spese, che fino ad oggi ammontano a circa 19.000euro.Premesso che sono i miei genitori,quindi non solo gli farei da badante ma dì più.Pero se i miei fratelli e cognate mi hanno lasciata da sola , il mio impegno dedicato esclusivamente nellaccudire loro i nostri genitori,non vale già di per sé il valore della somma donata?e se tale somma non bastasse!mica andrei a chiedere soldi a loro.Figuriamoci,non mi hanno dato un aiuto ne morale e materiale................economico!!!!!!
     
  8. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Insomma tra non molto avrai usato tutti i soldi che hai ricevuto. Quindi non ti hanno donato 40.000 euro, ti hanno consegnato 40.000 euro affinché tu li spenda per le loro necessità materiali.
     
  9. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    @onlus62 ,che problemi ti fai? secondo me sei dentro una botte di ferro! chi ti può toccare? nessuno!
    continua a documentare tutte le spese che hai sostenuto e che sosterri in futuro!quando un domani, qualcuno dovesse pretendere la restituzione del denaro che hai ricevuto, dai tuoi genitori, presenterai tutto un quaquaraqua di fatture e ricevute,che hai pagato! dai soldi che hai ricevuto dai tuoi genitori dichiarando che quei soldi non li hai utilizzati per finanziare le esigenze della tua famiglia! ma le esigenze dei vostri genitori! in fondo 40 mila euro non sono una gran cifra per accudire due persone anziane!
    buona fortuna!
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Posto che prevenire è meglio che curare sarebbe il caso che tu ti rivolga ad un Giudice.

    Se i tuoi (vostri) genitori abbisognano di cure ed assistenza rilevanti è logico pensare che i soldi dati possano finire anticipatamente.

    Quindi non preoccuparti delle contestazioni degli altri "parenti distratti" ma fai interpello e vedrai che il Giudice provvederà a "ripristinare" la memoria ai figli "distratti" sugli obblighi di assistenza imponendo loro di contribuire finanziariamente agli impegni che sopporti.
     
  11. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non sarei così sicuro...
    La scrivente sarebbe "tranquilla" nel caso di donazione modale (art.793 Cc); solo in tal evenienza, l'onere (servizi a favore dei genitori) determina una diminuzione della donazione, fino all'eventuale equivalenza (e quindi zero pretese dei fratelli).
    Diversamente il "rischio" sussiste; ci si potrà vedere costretti ad affrontare una causa per poter dimostrare le spese sostenute e, a fronte della collazione del bene donato, pretendere dagli altri eredi quota/parte delle spese a suo tempo sostenute per i genitori verso i quali si sarebbe creditori (con il rischio della prescrizione di parte di esse ove fossero state sostenute nel tempo...)
     
  12. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma come si fa a chiamare 'donazione' la consegna a un figlio, da parte dei genitori, di somme di danaro che servono per un'assistenza materiale che viene svolta dal figlio stesso?
     
    Ultima modifica: 8 Gennaio 2017
  13. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Scusi ma:
    - hanno dato 40.000,00 Euro al figlio
    - non gli hanno imposto alcun obbligo
    - il figlio potrebbe non accudire i genitori e questi non potrebbero in alcun modo obbligarlo ad alcunchè.
    Questo come lo chiama?
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Come detto prevenire piuttosto che curare.

    In ogni caso non può esistere certezza che gli altri eredi un domani non contestino una donazione (il mondo è pieno di persone che ritengono tutto gli sia dovuto)...ma nei fatti dubito che l'attuata "consegna" sia stata fatta con i crismi di una donazione "ufficiale"...e in ogni caso @onlus62 stà diligentemente tenendo "traccia" di tutto.
     
  15. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La somma è stata elargita per "le spese di vitto/sanitarie/varie/assistenza, regolarmente trascritte e documentate"
     
  16. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per ONLUS 62. questa e la mia opinione : Comincia a far presente con carte alla mano che stai esaurendo la cifra consegnata e non donata per provvedere ai tuoi genitori, di senza problemi,ai tuoi "Fratellini" che almeno dal punto di vista economico, non si possono esimere dal pensare ai propri genitori in quanto discendenti diretti.La legge parla chiarissimo almeno agli alimenti cioe' il minimo per sopravvivere i figli sono obbligati a pensare ai genitori. poi non meno importante, per la futura eredita' esiste una quota disponibile che il testatore puo' donare a chi vuole che va dal 25 al 33%. fai redigere un testamento e sei a posto
     
  17. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa

    in quanti anni si prescrivono? 5 anni?
     
  18. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    dopo avvenuta la prescrizione è come se la postante non avesse investito i 40 mila euro per soddisfare le esigenze dei genitori?

    e ciò permette ai due fratelli la contestazione della somma di denaro che la postante ricevette dai genitori?
     
  19. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Moralmente comprendo.
    Quid iuris: dove stà scritto che non si tratta di donazione ma di una prestazione di servigi, senza compenso, le cui spese sono state anticipate dal beneficiante?

    Nella speranza che i 40.000 non siano superiori alla disponibile.
    L'obbligo agli alimenti non esiste di default: solo se vi ricorrono puntuali e specifiche condizioni; in mancanza a nulla sono obbligati i figli.
    Solo i genitori sono obbligati al mantenimento (che é altro)
     
    Ultima modifica di un moderatore: 9 Gennaio 2017
  20. onlus62

    onlus62 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie, il Vostro intervento mi è di grandissimo aiuto nel continuare ad assistere i miei GENITORI.......Meritano veramente un plauso, come hanno affrontato la vita, in periodi difficili come quello degli anni 1960/70; Oltre a crescerci, ci hanno dato una casa ed altro/altro/altro, la porta era sempre aperta, bisognava solo bussare! Io ne sarò sempre riconoscente, quello che faccio oggi per loro,lo faccio con il cuore, non vorrei solo che un domani i sacrifici dei nostri GENITORI,vada speso, quindi buttato,per spese processuali tra avvocati ed altro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina