1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. verdianab

    verdianab Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, sono di nuovo a chiedere consiglio ringraziando anticipatamente per l'aiuto che saprete darmi
    Più di 20 anni fa i miei suoceri hanno acquistato una proprità con due immobili intestandola ai 3 figli, 2 le abitano e tutti e tre i fratelli risultano proprietari, in percentuali identiche, di prima e seconda casa. Ora il fratello più piccolo ha deciso, giustamente, di acquistare un appartamento e di usurfruire delle agevolazioni di prima casa, come si possono rimediare senza troppi danni e spese le intestazioni precedenti? è più conveniente che i 2 fratelli maggiori facciano, nei confronti del più piccolo, un atto di donazione o di vendita?
    grazie da verdiana
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il fratello piccolo vuole acquistare una casa nuova, quindi per usufruire di agevolazioni, dovrebbe, essere senza I° casa e quindi lui dovrebbe donare o vendere.
    Il punto è che se si liberasse delle comproprietà, non potrebbe vantare più la sua quota, o i vari fratelli lo indennizzerebbero?
    Questo è il punto che non ho colto, vuole essere liquidato o semplicemente non figurare cointestatario di case?
    Comunque sia, se il problema è usufruire delle agevolazioni, mi sembra che gli convenga non usufruire di tali agevolazioni all'acquisto, e mantenere la sua quota di cointestazione, poi nella sua nuova casa avrà comunque l'esenzione ICI in quanto casa da lui abitata.
    Se invece dovete liquidarlo, sconsiglio sempre le donazioni che mettono un "marchio" sull'immobile che renderà sempre difficoltosa la vendita o l'accensione ad un mutuo, in quanto le donazioni, al momento così regolamentate, hanno sempre possibilità di essere impugnate.
     
    A verdianab piace questo elemento.
  3. verdianab

    verdianab Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Anzitutto grazie mille per avermi chiarito le idee, chiedo scusa, è il fratello piccolo che
    deve vendere o donare. Mi rendo conto che la situazione è un po complicata, ai tempi,
    ai miei suoceri, parve la soluzione migliore e in pratica, sarebbero loro ad aiutare il figlio
    minore nell'acquisto del nuovo appartamento proprio a titolo di indennizzo e, "pareggiare" i
    fratelli C'è anche da direche uno dei fratelli maggiori non ha grandi redditi e quindi non può
    certamente dimostrare di avere soldi per comprare.
    Cercherò di informarmi meglio sulle donazioni non sapevo di queste limitazioni
    Un saluto da Verdiana
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Comunque l'acquisto da parte dei fratelli, della quota del minore, può essere pagata, in atto notarile, dai genitori, tutto alla luce del sole.
     
    A verdianab piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina