1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. trevy81

    trevy81 Membro Junior

    Ciao,
    so già come funziona in linea di massima per le donazioni, ovvero che possono essere impugnate per 20 anni, mutui difficoltosi e impossibilità alla vendita.

    però la mia situazione è questa:


    -Mia nonna mi vuole donare un appartamento di 90mq al grezzo in un paese di campagna.
    -mia nonna ha 2 figlie (mia mamma e mia zia)
    -In cambio dell'appartamento ci si accorda con mia zia (in forma privata, senza notaio)che alla morte di mia nonna oppure quando ne avrà bisogno avrà diritto ad un pezzo di terreno che va ad equivalere il prezzo dell'appartamento. (come garanzia mia zia ha il fatto che potrebbe impugnare la donazione)
    -Resterà da dividere in caso di morte della nonna ancora una casa anni 60 (200mq) con giardino
    il mio dubbio è, visto che la donazione dell'appartamento ha un valore molto più basso dell'eventuale eredità, ci possono essere lo stesso i problemi di impugnatura della donazione da parte di mia zia?
    La banca vedrebbe sicura questa donazione? e l'eventuale vendita da parte mia in un futuro?


    Inoltre vorrei sapere , visto che sarà la mia prima casa che spese avrò di tasse e notaio all'incirca.
    essendo donazione nonno-nipote devo pagare solo le imposte e non il 3% del valore? perchè il geometra mi parlava di una tassa del 6% ma non mi risulta dalle ricerche che ho fatto.


    P.S. lo so che con la compravendita non si avrebbero problemi, ma soldi non ce ne sono e farla finta avrei sempre il rischio che venga impugnata perchè non vi è stato il pagamento.

    Grazie
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. dizzi

    dizzi Nuovo Iscritto

    per fare compravendita devono figurare i soldi che escono e che entrano sul c/c...poi magari li restituisci ma è, secondo me, l'atto più sicuro e non può essere impugnato...almeno a me il notaio per una situazione simile mi ha suggerito questo
     
  3. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questo è un cosiddetto PATTO SUCCESSORIO, che è NULLO in base a quanto affermato dal Codice Civile.
     
  4. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti conviene invece farla finta, cercando di raggiungere il valore di mercato dell'immobile. Il valore di mercato te lo potrà suggerire il notaio stesso. Maledirai il giorno in cui accetterai la donazione, se scegli questa strada. Io mi ci trovo dentro, e siccome il donante è morto, sono trascorsi solo 3 anni e devo aspettarne altri 7 (durante i quali la donazione può essere sottoposta ad azione di riduzione) prima di poter vendere liberamente l'immobile. In alternativa devo trovare qualcuno che mi paga in contanti, senza bisogno di accendere un mutuo, ma non è affatto facile.

    Il problema, come avrai capito, sono le BANCHE, che appena sentono parlare di IMMOBILE PROVENIENTE DA DONAZIONE, non concedono mutui.
     
    A piace questo elemento.
  5. trevy81

    trevy81 Membro Junior

    Il problema è che i soldi non ci sono. E fare un mutuo per comprare ciò che è già della famiglia mi secca assai.
    Non venderò mai, il bene deve restare in famiglia.

    Vedrò cosa fare, perché comunque difficilmente la banca mi concederà un mutuo senza una firma di un garante a che se compro.

    Uff ma guarda te che casini per una cosa che sarebbe già tua...

    Inviato dal mio GT-I9300 con Tapatalk 2
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. trevy81

    trevy81 Membro Junior

    E se invece mi dona l'appartamento e per pareggiare dona il terreno è sull'atto di donazione viene esplicitamente indicato che viene fatto per pareggiare le donazioni può essere una cosa migliore?

    Ma anche i miei genitori potrebbero impugnare la donazione?

    Inviato dal mio GT-I9300 con Tapatalk 2
     
  7. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Queste tue parole costituiscono un PATTO SUCCESSORIO, nullo in base a quanto affermato dal CODICE CIVILE.

    Ogni patto che stabilisci prima della morte di chi dona, costituisce patto successorio atto ad intaccare quella che sarebbe la tua eredità (e magari anche di qualcun altro!), ed è nullo.

    Cerca su Google nullità patti successori


    Anche e soprattutto loro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina