1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. betty

    betty Membro Attivo

    Vorrei sapere se la mia famiglia ,composta da mio padre mia sorella e la scrivente,puo donarsi a vicenda la proprieta dell'immobile sino all'esclusione di mio padre il quale andrebbe l 'usufrutto,se si l'atto presumo andrà fatto difronte ad un notaio che documenti occorrone e quanto potrbbe costare grazie:shock:
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Se interpreto bene: siete comproprietari di 1/3 ciascuno dell'immobile. E' così?
    Se sì, la donazione la fa vostro padre a voi due sorelle tenendosi l'usufrutto.
    Imposte: ipotecarie e catastali (258,23 per prima casa).
    Notaio: dipende dal valore dell'immobile e dalla parcella. Per cui è meglio interpellare diversi notai e farsi rilasciare il preventivo.
    Documenti: atto di proprietà o successione ereditaria.
     
    A piola75 piace questo elemento.
  3. betty

    betty Membro Attivo

    Si Jerry 48 siamo propietari 1/3 siccome l'immobile è stato diviso in 2 unita anch'io e mia sorella ci cederemo a vicenda la ns parte, cosa ne pensi è la situazione migliore per acquisire la piena proprietà ? grazie
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A mio parere è una cosa molto anomala.
    Come può verificarsi l'eventualità che due soggetti distinti abbiano ciascheduno la piena proprietà di una cosa?
    O appartiene solo ad un soggetto (100%) o si è comproprietari (50%).
     
  5. betty

    betty Membro Attivo

    Scusa .... mi spiego meglio 2 case delle quali siamo proprietari 1/3 .Mio padre vuole dare in donazione la sua parte a me e mia sorella ,per cui a questo punto la proprieta delle 2 case sarebbe al 50% io darei in donazione il mio 50% a mia sorella e lei diventerebbe proprietaria al 100% di una casa, stessa cosa invece potrei fare io per il secondo immobile..........spero di essermi spiegata questa volta scusa l'incomprensione
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    betty, devi scusarmi tu, nel tuo post #3 l'avevi specificato: "diviso in due unità". Io avevo in mente sempre un unico immobile.
    Fattibilissimo. Lieviterà un pò la parcella del notaio, perchè dovrebbero essere tre atti da redigere, ma potresti essere anche...fortunata e quindi risparmiare, dipende sempre dal notaio che trovi.
     
  7. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sorry, Jerry48. :confuso: Perché indichi 258,23 quali imposte ipotecarie e catastali? Le hanno abbassate a mia insaputa? (va di moda.....) Credevo fossero ancora di 168 euro cad. quindi, totale 336 euro. Erudiscimi, erudiscimi...:confuso:
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Errore madornale :shock:
    Concordo e grazie per la correzione.
     
  9. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Ho guardato nel sito dell'Ade, se non c'è qualcosa di più recente, questa circolare fa riferimento a una diversa franchigia se la donazione è tra genitore-figlio oppure tra fratelli. Se si corre il rischio di superare la franchigia, è meglio che il padre doni il suo terzo della casa 1 alla figlia A, che ne avrà così i 2/3, e il suo terzo della casa B all'altra figlia che ne avrà i 2/3. A quel punto le sorelle devono donarsi solo 1/3 ed è più difficile sforare la franchigia. Cosa ne pensate?
    Metto il link, ma riporto la parte in questione
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...&CACHEID=2ef00380489b1a72b727f7369e1be32e

    "CIRCOLARE N. 44/E 7 ottobre 2011
    In particolare, il citato articolo 2, comma 49, stabilisce che le attribuzioni
    effettuate in favore del coniuge e dei parenti in linea retta siano assoggettate a
    tassazione con aliquota del 4 per cento, sul valore complessivo netto dei beni che eccede 1.000.000 di euro (lett. a), ovvero, con un’aliquota del 6 per cento, per le attribuzioni in favore dei fratelli e sorelle, applicabile sul valore complessivo netto dei beni che eccede 100.000 euro (lett. a-bis)."

    Le donazioni direi che a questo punto sono 3. Bisogna fare 168 per 3????
    Ci sono poi le spese di accatastamento e occorrono due testimoni non parenti

    Ottimo il suggerimeno di chiedere più preventivi. Il notaio comunque sa suggerire quale è la mossa più conveniete.
    Nella mia ipotesi che le figlie si ritrovino ad avere 1/3 cisacuna delle due case, una permuta è svantaggiosa rispetto alla donazione????
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina