1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. franco1063

    franco1063 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    salve
    il mio quesito è questo:
    eravamo un condominio di 185 famiglie e adesso con la nuova legge siamo diventato un supercondominio composto da 15 condominii , quello di cui faccio parte , è composto da 9 condomini. Abbiamo nominato uno dei condomini a titolo gratuito come amministratore, per cui non un professionista, vorrei sapere
    se è obbligato a richiedere il codice fiscale del condominio creato e quali adempimenti fiscali ha nonostante non ci siano nessuna spesa ordinaria annua tipo luce scale pulizia manutenzione ecc. ecc.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Bella "rogna" ha accettato e/o gli avete affibbiato.
    Un amministratore "interno" ha gli stessi obblighi di un professionista (evita solo un paio di requisiti ...così come identiche responsabilite civili, fiscali e penali.
     
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi chiedo che ti po di condominio sia, se non esiste nulla in comune, non esistono spese, etc. Forse avete il cielo in comune e l'assemblea la tenete il 10 di agosto ? Contate le stelle cadenti ?:D
     
  4. franco1063

    franco1063 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Scusate ma non mi sono spiegato bene. Praticamente eravamo un comprensorio di 185 villette ed eravamo un solo condominio che con l'avvento della nuova legge sui condomini si è dovuto suddividere in più condominii (15). il supercondominio così creato ha la strada principale e l'acquedotto in comune con tutti i 185 condomini gestito da un amministratore professionista che suddivide le spese tra tutti, poi ogni condominio dei 15 ha una sua strada privata ,che nel nostro caso serve 9 villette. dato che la legge recita che se si è pari o più di 9 condomini bisogna nominare un amministratore lo abbiamo nominato però la nostra strada non ha alcuna spesa ne di pulizia ne di illuminazione dato che abbiamo deciso di pulirci ognuno il suo pezzo e ognuno ha una sua luce privata ecco il motivo di assenza di spese. Per cui non essendoci nessuna spesa nell'arco dell'anno volevo sapere se avesse obblighi fiscali come richiedere il codice fiscale fare dichiarazioni tipo 770 o altro adempimento
    grazie
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Per la domanda specifica la risposta resta quella che già ti ho dato.

    Ma ...se eravate (e tuttora siete) solo "villette singole" e nessun edificio con proprietà/unità multiple... chi è stato l'intelligentone (eufemistico) che vi ha detto dovevate creare un Supercondominio e svariati (sotto)-Condomini?
    Nessuna Legge imponeva tale prassi.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    quindi la situazione è: supercondominio che possiede e gestisce la strada di accesso con riparizione di spese comuni e 15 condomini che gestiscono praticamente solo la relativa stradina di accesso che non ha spese fino a che non si rovinerà e andrà sistemata?
     
  7. franco1063

    franco1063 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    mi rispiego meglio. Eravamo un consorzio privato di 185 villette riunite in un condominio con un amministratore unico che gestiva la gestione, la manutenzione della strada principale definita consortile e dell'acquedotto privato consortile ( pozzo rete idrica e serbatoio ) suddividendo la spesa tra tutti i 185 . Inoltre gestiva anche la manutenzione delle strade private ma suddividendo la spesa solo ai proprietari frontisti di quelle strade. Con la nuova legge che prescrive che i condominii oltre le 60 unità devono diventare dei supercondominii suddivisi in sottocondominii, noi ci siamo divisi in 15 sottocondominii (definiti comparti). Per cui l'amministratore del supercondominio continua a gestire la strada principale e l'acquedotto ripartendo tra tutti i 185 , invece ogni amministratore di comparto gestisce la manutenzione della strada privata del comparto e suddivide la spesa tra i proprietari del comparto.Nel nostro comparto dato che la strada e nuova e le cunette sono cementate e non hanno bisogno di manutenzione, non abbiamo nessuna spesa annuale ma dato che siamo 9 condomini, e come prescrive la legge, siamo stati obbligati dall'amministratore del supercondominio a nominare un amministratore. Le domande sono queste il nostro amministratore che è un condomino del nostro comparto e lo fà senza compenso alcuno e che non abbiamo nessuna spesa annua ,
    1 deve richiedere il codice fiscale del condominio (comparto)?
    2 ha obblighi fiscali come fare dichiarazioni tipo 770 o altro adempimento o dichiarazione?
    P.S. certamente gli altri 8 condomini non richiederanno nessun consuntivo ne rendiconto all'amministratore dato che non ci sono nessuna movimentazione di denaro
    so che la situazione è complicata ma spero di essermi spiegato
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Parlo (scrivo) arabo?
    Se avete nominato un amministratore DEVE
    chiedere il Codice Fiscale, essere in possesso dei reqjisiti, curare l'anagrafe condominiale e la tenuta dei registri, convocare almeno assemblea ordinaria, aprire c/c condominiale appena si presenti una spesa comune etc etc...responsabilità e rischi "a gratis".

    Ma la Legge NON IMPONE ne di modificare in Supercondominio e nemmeno di nominare un amministratore (salvo sopra le 8 unità almeno 1 dei proprietari ne faccia richiesta.

    Ma come detto per la vostra situazione (solo ville singole) potevate restare come prima.

    F
     
  9. franco1063

    franco1063 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    non parla (scrive) arabo ma non splende per simpatia nelle risposte. Ad ogni modo la ringrazio della risposta per l'obbligo di richiedere il codice fiscale ma non è stato altrettanto preciso nel rispondere alla seconda domanda cioè se NON ci sono nessuna spesa nell'arco dell'anno se l'amministratore avesse obblighi di presentazione di qualunque dichiarazione fiscale.
    abbiamo deciso di creare il nostro condominio (comparto) per darci delle regole sulle spese, quando ci saranno, riasfaltatura strada riparazione o rifacimento del tratto dell'acquedotto che ci compete.
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La "simpatia" non è inclusa...specie se si deve ripetere per 3 volte la stessa cosa.

    Non preciso?
    Giudizio inadatto...al più potresti dire che non ho risposto.
    Avevo specificato che gli obblighi sono IDENTICI a quelli di un amministratore professionista.
    Se un Condominio non ha spese "documentate" non ci sono obblighi fiscali.
    Questo lo sanno anche i bambini.

    Ma appunto perchè le cose possono cambiare (spese straordinarie)...sarà bene che qualora vi ostinaste ad avere una simile INUTILE organizzazione ...il malcapitato amministratore sappia bene cosa deve fare.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina