1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Bunny

    Bunny Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ai sensi dell’art. 4, comma 2 del DPR 650 del 1972 l’immobile deve essere descritto con gli estremi con i quali lo stesso è individuato in catasto. Cosa si intende per estremi?
    Per es. un atto del 2008 descrive dapprima una villetta con autorimessa nel seminterrato, e subito dopo riporta gli estremi così come da catasto, ma dagli estremi catastali non si evince la categoria C/6 per l’autorimessa perchè al catasto l'autorimessa era stata denunciata come cantina e compresa nell'abitazione.
    Prima del luglio 2010, era sufficiente fare menzione anche di quello che risultava al catasto, o ci si doveva accertare che ci fosse corrispondenza tra la prima descrizione generica fatta e la menzione catastale? In sostanza bisognava descrivere l'immobile proprio come risultava al catasto? Quali possono essere le conseguenze?
    Come rimediare?
    Grazie in anticipo per ogni risposta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina