1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. cospluf

    cospluf Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera.
    Vorrei gentilmente porre un quesito su una questione per me molto importante.
    Sono divorziato e attualmente vivo, da solo, in una casa di mia proprietà.
    La mia ex moglie con la quale ho mantenuto, sin da sempre, un bellissimo e civile rapporto, è assegnataria di un alloggio ATER (ex case popolari) dove ci vive con la nostra figlia maggiorenne, studentessa.
    Per dei miei serissimi motivi personali, sono costretto a vendere la mia casa ed a dovremi trasferire nel loro Comune. Poichè, almeno tutt'ora, preferirei non dovremi preoccupare di acquistare un altro appartamento ed in considerazione che l'alloggio dove vive la mia ex è abbastanza grande, abbiamo pensato che potrei trasferirmi da loro.
    Però non vorrei "pesare" a livello fiscale; la mia ex ha un lavoro part-time e percepisce nemmeno 600 euro al mese e mia figlia, appunto, è studentessa universitaria. Io sono titolare di pensione INPS e non vorrei che una volta portata la mia residenza presso quell'alloggio, i nostri redditi vengano cumulati ai fini della dichiarazione ISEE che, come capirete, per loro è fondamentale per poter mantenere delle piccole (e giuste) agevolazioni fiscali; ad esempio ridotte tasse scolastiche e un canone ATER applicato al solo reddito della mia ex moglie.
    Questo non per voler essere il solito "furbetto" ma unicamente perché il mio trasferimento sarà relativamente breve, al massimo 18-24 mesi.
    So' che presso l'ufficio anagrafico, quando dovrò andare insieme alla mia ex per richiedere la residenza, avrò la possibilità di scegliere di poter apparire su uno Stato di Famiglia separato, rispetto al loro; ma questo basterà per evitare l'accumulo dei redditi ai fini di quanto sopra esposto?
    Grazie per le vostre risposte.
    F
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.
    Costituirete necessariamente un'unica famiglia anagrafica, poiché esistono vincoli di parentela (tra tua figlia e te).
     
  3. cospluf

    cospluf Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Si ma possiamo avere due distinti Stati di Famiglia; ad esempio in uno mia figlia con la mamma e nell'altro solo io, oppure in uno mia figlia con me e nell'altro la mia ex moglie da sola.
    O sbaglio?
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sbagli. Il certificato di stato di famiglia contiene le persone che compongono la famiglia anagrafica. Se c'è una (sola) famiglia anagrafica, composta da tre persone, lo stato di famiglia sarà unico, con tutte quelle tre persone.
     
  5. cospluf

    cospluf Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    :occhi_al_cielo: grazie!
    Buonasera
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina