1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Giuseppe1975

    Giuseppe1975 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buon giorno io ho due appartamenti che voglio intestare alle mie due figlie maggiorenni ma senza reddito.

    Voglio evitare la donazione per dare più libertà alle figlie ,sia di vendita sia di richiesta mutuo.

    Ora, ho pensato di muovermi in tal senso:


    1 - dono a ciascuna delle mie figlie 50.000,00 euro con atto pubblico

    2 - in un secondo momento vendo gli appartamenti alle mie figlie a 50.000,00 euro ciascuno.


    Le mie domande sono :

    1 – devo necessariamente donare i soldi con atto pubblico a c’è altro sistema ?

    2 – la vendita ad un prezzo inferiore al valore di mercato ed ai valori OMI, può innescare un accertamento dell’ ADE?

    3- Altri suggerimenti e/o soluzioni ?

    Grazie in anticipo per la risposta.
     
  2. Giuseppe1975

    Giuseppe1975 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Suggerimenti ?
     
  3. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Dato che comunque dovrai avvalerti di un notaio fatti consigliare da lui. E' ovvio che se si dichiara un valore inferiore al valore di mercato l'AdE ci mette il becco.
     
  4. stefanopar

    stefanopar Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Secondo me, se fai una donazione con dispensa dalla Collazione, risolvi il problema.
    A me la banca ha dato il mutuo con ipoteca su un bene così donato.
    Per la vendita, tutto dipende da chi e come vuole comperare.
     
  5. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    la vendita è già riservata alle figlie.
    questa operazione serve ad evitare che le due sorelle impugnino le donazione contestando il valore dei beni che sicuramente sono diversi, e permetterebbe alle compratrici di aver accesso a qualsiasi mutuo in modo più veloce.
     
  6. stefanopar

    stefanopar Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    La dispensa dalla collazione, serve proprio ad evitare ogni impugnazione:
    La dispensa dalla collazione
    La collazione non ha luogo quando il defunto abbia dispensato dall’obbligo di collazione il soggetto che ha ricevuto la donazione. In tal caso, la successione e la divisione si svolgono come se il bene oggetto di donazione dispensata non vi fosse mai stato.
    La dispensa dalla collazione può essere fatta espressamente nell’atto di donazione, e in tal caso è irrevocabile, o nel testamento.
    La dispensa può anche essere tacita, quando può desumersi con certezza dalle varie clausole dell’atto di donazione o del testamento.
    Può inoltre essere totale, per tutto il valore del bene, o parziale.
    La dispensa è valida ed efficace solo nei limiti della quota disponibile.

    http://www.dirittierisposte.it/Sche...ni_ricevute_dal_defunto_id1119647_art.aspx#La dispensa dalla collazione
     
  7. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    la tua risposta è degnissima di attenzione ed anche giusta dal punto di vista legale ma non serve ad evitare che le due sorelle si rinfacceranno a vita la differenza di valore degli immobili ed i vantaggi economici (anche di scarsa entità) che un delle due potrebbe goderne.
    ho visto fratelli litigare a morte per pochi euro.
     
  8. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    si cerca, per quanto possibile, di non rovinare il rapporto tra sorelle.
     
  9. stefanopar

    stefanopar Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mio padre, quando ci donò le cose che voleva donarci ha provveduto a pareggiare i conti in denaro, nello stesso atto.
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Potresti fare un atto con riserva di usufrutto. Così abbatteresti il valore in funzione della tua età anagrafica. Poi potresti affidare alle due figlie gli immobili in comodato d'uso.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina