1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. spada

    spada Nuovo Iscritto

    Durante l'assemblea (seconda convocazione) vanno via alcuni condomini e i millesimi scendono a meno di un terzo e i punti all'Ordine del Giorno alcuni sono stati discussi altri ancora no.
    Venendo a mancare la quota di 1/3 dei millesimi presenti possono essere discussi e deliberati gli altri punti dell'OdG mancanti?
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Discussi si, ma non si può deliberare per mancanza del quorum.
     
    A spada e possessore piace questo messaggio.
  3. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono pienamente d'accordo con Antonio, però e dato questi condomini erano presenti all'assemblea potrebbero (bontà loro) lasciare la delega a quelli che restano presenti, affinchè l'assemblea prosegua.
    Morale della mia osservazione; - che ci venite a fare all'assemblea se poi uscite prima delle delibere?
     
  4. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti rispondo subito, condobip ;)

    Al punto 1 c'è la conferma o la revoca dell'amministratore, io voto NO e grazie al mio NO l'amministratore viene revocato.

    Sono le 15:30.

    Ai punti 2, 3, 4 il tema è deliberare per faraoniche spese di ristrutturazione.

    Siamo in seconda convocazione, e con 1/3 esatto dei condomini.

    Faccio mettere a verbale che io, POSSESSORE DE POSSESSORIS, esco alle 15:31.

    Da quel momento l'amministratore è revocato perché il quorum per revocarlo era stato raggiunto, ma non potranno più deliberare per le faraoniche spese: potranno solo parlarne qua-qua-ra-quà, senza concludere nulla! ;)
     
  5. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono perfettamente d'accordo, ognuno è liberissimo di agire come meglio crede, l'amministratore verrà revocato, ma senza una nomina di un altro rimane in proroga con pieni poteri, tu esci e null'altro potrà essere deliberato per quorum valido, ma cosa hai concluso? Praticamente nulla, ovvero tutto rimane in stallo e sarà necessaria un'ulteriore assemblea (e costi per l'assemblea) a carico dei condomini.
    Non è forse meglio, se un condomino presente ha la necessità di uscire, lasciare la delega ad uno di sua fiducia? Così da rendere le cose più facili e non mettere dei paletti inutili al condominio a discapito di tutti?
     
    A possessore e Alessia Buschi piace questo messaggio.
  6. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nessun dubbio sul fatto che sia meglio ciò che proponi, condobip ;)

    Ma la domanda principale era: si può deliberare se a metà riunione viene a mancare il quorum perché uno dei partecipanti ha una riunione più importante a cui partecipare, e se ne va?

    La risposta sulla quale tutti concordiamo è: "NO, se a metà assemblea condominiale viene a mancare il quorum di 1/3 perché uno dei partecipanti viene risucchiato da un'astronave, da quel momento in poi - e SOLO DA QUEL MOMENTO IN POI - non si potrà più deliberare, ma solo parlare - infruttuosamente - del sesso degli angeli".

    Poi TU HAI RAGIONE AL 100% sul fatto delle deleghe, perché UN'ULTERIORE ASSEMBLEA HA UN COSTO, su questo nulla da dire e sono d'accordo con te.

    Ma stiamo parlando di un caso puntiglioso, gente che magari esce APPOSTA dalla riunione per impedire che vengano approvate spese faraoniche (io l'ho immaginata così), oppure gente che vuole impedire che venga autorizzato qualcosa, e così via, gli esempi sono infiniti.
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti la mia era solamente una osservazione più pratica e "risparmiosa" che di norma, ovvero ognuno ha il diritto di agire come meglio crede (uscire quando vuole) e far pagare in termini di costi per un'assemblea successiva (compreso se stesso) spese che potrebbero essere risparmiate.
    Questa alla fine era la mia osservazione, si perde tempo e danaro se si agisce così!
     
    A possessore piace questo elemento.
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E non solo: ci sono amministratori che nel "pacchetto di offerta" per acquisire l'incarico GARANTISCONO SOLO UNA ASSEMBLEA ORDINARIA E UNA STRAORDINARIA L'ANNO, ho visto anche questo! Quindi non è che ci sono infiniti tentativi per poter indire nuove assemblee: non solo hanno un costo, ma ci si potrebbe sentir dire dall'amministratore che è stato accettato - a suo tempo - il suo "pacchetto di offerta" che lo obbliga contrattualmente a fare una assemblea ordinaria e una straordinaria l'anno, e nulla più, a meno di pagare onerosissimi costi ovviamente previsti se sia indispensabile una straordinaria perché il palazzo sta affogando non ti dico in cosa, causa otturazione permanente dei pozzetti di scarico delle acque reflue :)
     
  9. galimba44

    galimba44 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Penso proprio che se un condomino esce dall'assemblea prima della fine senza lasciare delega, sia solo per non fare deliberare alcuni argomenti a lui sfavorevoli o spese che non vuole sostenere, altrimenti è uno sciocco.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina