1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti volevo sapere se la sentenza dettata dal ctu è definitiva x ché nel mio condominio un condomino ha ampliato il suo terrazzo ma non ha fatto tombini di scarico acqua ...ha solo forato il pavimento con un buco di diametro 4cent. Il ctu su richiesta di controllo x vedere se era tutto a norma ha detto di si x lui tutto a posto...non è obbligatorio fare dei pozzetti x drenare l acqua?
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Con questi pochi elementi risulta difficile dare un parere, occorre sapere cosa prevede la sentenza.
     
  3. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    I ctu redigono perizie, non scrivono sentenze.
    Dovrebbe essere più precisa: forse si è trattato di un accertamento tecnico preventivo?
     
  4. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sì in effetti è una perizia xchè da qualche anno un condomino ci da problemi quando ha ampliato la terrazza esistente ci siamo accorti che non ha messo pozzetti x drenare l acqua ma ha solo fatto un buco di 3 cm di diametro su un terrazzo di circa 45 mq il confinante però dice di trovare sempre il muro bagnato abbiamo chiamato un CTU x altre verifiche e ne abbiamo approfittato x chiedere un parere su questo terrazzo. . Il CTU ha detto che ci sono le pendenze sbagliate ma che però (dopo aver buttato sul terrazzo un secchio d acqua ) l acqua x lui drenava xchè andava a finire nel buco. . quello che però i condomini si domandano dove finisce l acqua? Il proprietario del terrazzo dice di aver messo sotto un tubo che finisce nel giardino e il ctu dice che si fida di quanto afferma il condomino (tutto senza aver verificato che il tubo ci sia e scarichi veramente in questo giardino) ma allora xchè la confinante ha sempre il muro bagnato? Possiamo richiedere un controllo più preciso da un altro tecnico ? Anche xchè il ctu non ha rilasciato niente di scritto a riguardo. . È lecito che gli altri condomini chiedano un documento dove si attesti che tutto è a norma?:occhi_al_cielo:
     
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    secondo me stai facendo confusione: il CTU viene nominato da un giudice per redigere una perizia tecnica che poi sarà agli atti del procedimento giudiziario, credo che voi abbiate chiamato un tecnico per dare un parere. Comunque se c'è una perdita un tecnico interpellato dovrebbe dare un parere un poco più dettagliato, da quanto scrivi non vi ha praticamente detto nulla
     
  6. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    No credimi è uscito proprio il ctu . . Il condomino infatti è stato citato in causa dalla confinante x avergli forato il muretto di confine da dove faceva scaricare l acqua del terrazzo che ristagnava . . Avendo però adesso dovuto chiudere il foro come stabilito dal ctu . ..Resta comunque il buco x terra l unico drenaggio di questo terrazzo che però tutti si chiedono se è a norma xchè la confinante continua ad avere il muro bagnato lamentandosi e minacciando il condominio di aprire un altra causa. L amministratore se ne frega e si dimette e noi condomini siamo totalmente in pallone xchè non sappiamo più a chi credere. . Cosa possiamo fare?
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Dice bene griz: se interviene per incarico del giudice agisce da CTU, altrimenti potrebbe essere iscritto all'Albo dei CTU, ma agire privatamente per incarico del committente. Se interviene per un accertamento tecnico preventivo con incarico dell'AG deve redigere una relazione tecnica che viene depositata in Cancelleria a disposizione del Giudice e solo allora può essere resa pubblica. Se interviene incaricato dall'AG in una contestazione, le parti hanno il diritto di nominare il loro Consulente Tecnico di Parte il quale, solo se nominato nel procedimento, avrà il diritto di interferire con il CTU. Quest'ultimo, prima di depositare la sua consulenza, dovrà fornire copia della bozza di relazione ai CTP, perché possano fare le loro osservazioni. Dopo aver preso atto delle stesse il CTU formulerà la relazione definitiva che verrà depositata in cancelleria ed una copia della stessa verrà riservata a ciascuna delle parti in causa. E' evidente che i CTP, qualora riscontrassero delle contestazioni, potranno fare una relazione da fornire all'avvocato di parte. Nel caso che proponi, essendo, il tecnico, intervenuto su richiesta di qualcuno forse del condominio non può essere un CTU. Per giunta, da come hai descritto il suo operato, è stato superficiale nell'espletamento dell'incarico. E' una contraddizione in termini quando si afferma che le pendenze sono sbagliate e poi con la verifica esse si dimostrano regolari. E' evidente che uno scarico di 3 cm per un terrazzo di 45 mq è insufficiente a garantire lo smaltimento delle acque meteoriche, considerando anche che la pioggia trasporta delle impurità, foglie, pezzetti da carta, etc. etc. che ostruirebbero il pertugio. Infine, le tracce d'umidità sul muro, se lo stesso è sottostante il foro e si presentano in corrispondenza di precipitazioni o del lavaggio del terrazzo potrebbero essere con molta probabilità legate alla difettosa impermeabilizzazione dell'intervento. Comunque, risulta strano che le tracce d'umidità non si manifestino e non si estendano sul soffitto.
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    Probabilmente il CTU è stato superficiale, come dice Gianco ci dovrebbero essere anche dei CTP, uno per parte, ma di quasto tu non fai menzione, in particolare il CTP del vostro vicino non dovrebbe accettare queste soluzioni che non risolvono
     
  9. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Allora la cosa è abbastanza complicata. . Vediamo se riesco a semplificare . . Il condomino è stato chiamato in causa x diversi motivi dalla confinante tra questi anche x il buco fatto nel muretto in comproprietà e usato come scarico acqua piovana del suo terrazzo che a quanto pare aveva problemi . . Quando è uscito il ctu ha obbligato il condomino alla chiusura del foro nel muretto raccomandandosi che l acqua non finisca più dal confinante (con documento scritto) ma per quanto riguarda il buco per terra di cm.3/4 non menziona niente perchè a suo dire l'acqua finisce in questo buco e dove vada a finire non è suo compito saperlo....ora noi ci domandiamo ma questo buco fatto su una terrazza di circa 45 mq. è sufficiente e a norma per drenare l'acqua piovana? non ci vogliono i pozzetti? questo problema era sorto 4 anni fa esattamente da quando il condomino ha ampliato la terrazza ho fatto tutto presente all'amministratore che se ne è fregata e ha fatto appro vare i lavori ....oggi si riscontrano le irregolarità di tutto ciò e anche in questo caso l'amministratrice se ne frega e si dimette...ditemi cosa possiamo fare per tutelarci in quanto la confinante (che continua ad avere il muretto in comproprietà bagnato) ha chiaramente detto che ci citerà tutti in ulteriore causa se il problema non viene risolto ....il condomino inquisito dice che per lui è tutto a posto così perchè il ctu ha detto che il buco drena....ditemi voi
     
    Ultima modifica: 28 Aprile 2014
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ora tutto è un pochino più chiaro, come già dedotto il CTU ha fatto il suo lavoro per conto del tribunale, deduco che non abbia avuto assistenza di un vostro CTP ma nemmeno di un CTP avversario altrimenti questo discorso sarebbe già esaurito, cioè: il vicino non sarebbe rimasto soddisfatto della soluzione che evidentemente lascia il tempo che trova e voi come condominio avreste potuto suggerire al vostro condomino di costruire una struttura di scarico più efficiente.
    Ad oggi il vicino ha ragione se il suo muro è ancora bagnato però voi come appartenenti al condominio potreste far valere le vostre ragioni nei confronti del condomino che ha realizzato lavori in modo inefficiente. Non mi risulta esista una norma che disciplini la strutturazione dello scarico del terrazzo, esistono però norme non scritte di buona costruzione che sicuramente non contemplano un piccolo foro che disperde nel giardino, come già scritto: interpellate un tecnico che vi dia un'opinione e una soluzione da imporre al vostro condomino. Secondo me potreste anche imputargli tutte le spese eventuali di una vertenza col vicino se la causa è un lavoro da lui malfatto
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non capisco perché continui a chiamarlo CTU, anche perché lo stesso non può imporre o decidere niente, deve limitarsi a riferire al giudice. Pertanto dovrebbe essere un tecnico che interviene in qualità di professionista in totale autonomia. Adesso si scopre che il condomino è stato chiamato in causa dalla vicina. Quindi potrebbe essere stato chiamato dai legali a transare per risolvere la controversia. Poi non si capisce di che terrazza si parli. Se fosse tale sarebbe sovrastante un solaio ed il foro di scarico dovrebbe convogliare l'acqua direttamente in un pluviale che potrebbe scaricare sul cortile o sulla fognatura bianca. I pozzetti non avrebbero senso. Ho il dubbio che si tratti di un pavimento in quota sopra il terreno. Ed il foro scarichi su un tubo drenante sotto il pavimento. A questo punto il muro della vicina che posizione ha nel contesto e a che funzione assolve? Perché se fosse un muro divisorio e l'umidità è di risalita proveniente dal terreno difficilmente potrà imputare al vicino la causa. Se invece il muro è di sostegno ed il fenomeno si è manifestato di recente, se ne può discutere. Mentre mi sorge un dubbio: il tubo drenante sarà stato posizionato a meno di m 1,00 dal confine?
     
  12. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie è quello che volevamo far fare un bel controllo da un tecnico ma quando abbiamo contattato l amministratore x chiedere ciò lei si è defilata e ha dato le dimissioni ora siamo soli e non sarà facile convincere il condomino ha fare questa verifica. . Grazie :basito:
     
  13. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Rifaccio la mia precedente domanda in altri termini.
    La causa tra il vicino ed il proprietario della terrazza ha avuto una sua sentenza?
    L'eventuale sentanza cosa recita circa l'oggetto del contendere?
    il giudice cosa ha intimato di sopravisionare al c.t.u.?

    P.S. privatamente un tecnico non può fare le funzioni di c.t.u. ma solo di tecnico di parte o nominato congiuntamente per riferire su un fatto, la mansione di c.t.u. viene esercitata solo su nomina dell'amministrazione giudiziaria e dopo essersi iscritto all'albo e /o elenco del tribunale competente per territorio.

    In ogni caso un .t.u. o un tecnico nominato dalle parti, professionalmente competente, deve verificare:
    che le acque meteoriche defluiscano dagli appositi scoli;
    che gli stessi siano dimensionati idoneamente alla portata delle acque che il terrazzo produce in caso di piogge, tali da evitare rigurgiti e straripamenti da punti inidonei allo scolo delle acque;
    che gli scoli e/o scarichi siano idoneamente ubicati e conformi ad eventuali diritti e regolamenti interni e che non arrechino danni e servitu a proprietà private e/o comunque una servitù meno dispendiosa possibile.
    Se li c.t.u. e/o tecnico, non ha ottemperato a tali valutazioni non ha ben operato al mandato affidatogli o dal giudice e/o dalle committenti.
     
  14. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Esatto x noi è stato troppo leggero xche non ha verificato dove finisse veramente l acqua si è solo limitato a buttare un po d acqua sul buco x vedere se la assorbiva ma quest acqua dove va a finire non lo sa nessuno . . Il l'omonimo dice nel giardino ma sarà vero.?????
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    IL CTU deve attenersi al quesito posto dal giudice che non è noto a noi, se il suo scopo era valutare ed eventualmente dirimere la questione dello scolo sulla proprietà confinante, lo ha fatto, non è detto che nel suo incarico sia previsto di interessarsi del deflusso delle acque all'interno della proprietà che è invece un problema interno del condominio
     
  16. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ah ecco adesso è chiaro. . Noi pensavamo che era limpido del ctu verificare anche dove finisse l acqua. . Cosa che però lui sulla sentenza non ha menzionato adesso abbiamo chiesto all amministratore di intervenire x fare un controllo ma come ripeto si è dimesso forse aveva la coda di paglia dato che è stata lei a fare approvare i lavori dopo aver fatto un sopralluogo dal condomino
     
  17. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    l'amministratore non può avere approvato le opere, non è compito suo e non credo abbia le capacità tecniche, la responsabilità dell'intervento è di chi lo commissiona e di chi lo esegue, dovete quindi responsabilizzare il condomino proprietario del terrazzo
     
  18. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ma certo che l'amministratore non ha approvato i lavori ma era stata a suo tempo chiamata e verificare i lavori (fatti senza approvazione del condominio) dopo che il confinante aveva già segnalato il problema , facendoli tranquillamente approvare da tutti perchè secondo lei il problema non sussisteva ....ma scusa se lei non poteva approvare perchè non ha chiamato un tecnico competente ...a distanza di 4 anni adesso si scopre dopo una causa intrapresa fra il condomino e il confinante che i lavori fatti sono tutti da rimuovere perchè non corretti ...e l'amministratore che fa ? si dimette...brava
     
  19. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    l'amministratore ha proposto l'approvazione e voi condomini l'avete accettata, rimane comunque che la responsabilità delle opere e dei danni causati non è del condominio ma del singolo condomino che ha fatto i lavori. Se proprio il condominio deve rispondere poi può rivalersi su questo
     
  20. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Adesso noi onde evitare di trovarci in una causa e dover chiamare un legale vogliamo tramite lettera invitare il condomino a sistemare il terrazzo se ad me fosse bisogno dopo un controllo di un tecnico e nel caso lui si rifiutasse gli addebiteremo tutte le spese
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina