• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

franco55

Nuovo Iscritto
Anzitutto grazie del benvenuto, Mic hiamo Franco e volevo sottoporre un quesito:
Avendo fittato un immobile residenziale di vecchia costruzione e non essendo quest'ultimo dotato di attestazione energetica può il conduttore chiedere un decremento del canone di locazione?
 

pelizzoli

Membro Ordinario
Proprietario Casa
informati bene perchè entro il 1° luglio 2010 è obbligatorio , in alcune regioni , anche x chi affitta di avere l'attestato energetico però non credo il conduttore possa chiedere un decremento del canone di locazione
 

luciana venturin

Nuovo Iscritto
Ciao a tutti,volevo informarvi che stamattina sono andata a registrare un contratto di locazione (va Bistolfi)e la certificazione non mi è stata richiesta perchè ancora non obbligatoria..l unica novita' che ho trovato un nuovo modulo per l inserimento dei dati catastali(obbligatorio)....fatto e rgistrato sono uscita ed ho telefonato meravigliata all'agenzia delle
entrate dove mi hanno confermato che in Lombardia non c'è l'obbligo..per ora..
 

cristianorossi

Membro Attivo
Professionista
L'obbligo cè in tutte le regioni, chi ha un immobile vecchio e lo affitta o vende ha l'obbligo di fare l'autocertificazione classe G e la spedisce entro 15 giorni dalla data del contratto alla regione o provincia (dipende dalla regione). Comunque anche se non la si spedisce non è prevista una sanzione (siamo in Italia!!). Cercando sulla rete ci sono già moduli prestampati.
Gli uffici di registro non sono tenuti a chiedere la certificazione energetica, è una pratica per enti di tipo ambientale. Per via di un decretamento del canone dipende dal giudice, ma potrebbe anche essere per mancata informazione da parte del locatore. Comunque, secondo mè, è una possibilità molto remota.
 

luciana venturin

Nuovo Iscritto
giovedi....,e comunque se chiami l ageniza delle entrate di Milano(io sono stata in via Bistolfi) te lo confermeranno....
comunque me lo ha confermato anche il mio commercialista.
in Lombardia per ORA e cosi
 

cristianorossi

Membro Attivo
Professionista
All'agenzia delle entrate non importa nulla del certificato energetico, come ho detto prima non è un ente ambientale, e se devi chiedere a qualcuno a proposito di ciò, chiedi ad un tecnico non al commercialista. A tal proposito ho estratto questo dal sito dell'ANIT:
ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA ANCHE PER LA LOCAZIONE
Regione Lombardia: obbligo in vigore dal 1° luglio 2010.
L’articolo 9.2 lettera g) della DGR VIII/ 8745 introduce l’obbligo per il proprietario dell’immobile di predisporre l’Attestato di certificazione energetica (ACE) nel caso di contratti di locazione, di locazione finanziaria e di affitto di azienda, siano essi nuovi o rinnovati, riferiti a una singola unità immobiliare o a più unità immobiliari.
Maggiori info: Approfondimenti dal sito CENED

ciao
 

luciana venturin

Nuovo Iscritto
e' vero ed hai ragione,l' ho letto anch'io(c'è anche sul sito della Regione Lombardia ed infatti per quello che ho chiamato AGE..)
va a sapere ma per ora....
Graize e ciao
Lulu
 

cristianorossi

Membro Attivo
Professionista
certfica quali sono i consumi della casa in materia di riscaldamento e di raffrescamento. Questa certificazione è nata con l'intento di svolgere una pressione psicologica sui proprietari di case affinche, facilmente, si rendessero conto di quanto consumi il loro immobile e pertanto, in maniera spontanea, cercare la maniera migliore per migliorarne le prestazioni energetiche. Altra cosa, il certificato dà un'idonea trasparenza, in fase di acquisto, a chi compra un immobile. Adesso non basta più una mano di pittura per rendere bella la casa e venderla come fosse nuova; diciamo un'aiuto concreto in fase di acquisto.
 

jac0

Membro Senior
Proprietario Casa
La domanda mia era questa: basta avere il certificato (pezzo di carta) oppure il certificato deve riportare un valore e questo non deve superare un valore x (faccio l'esempio dei valori delle analisi cliniche)? E qual'è questo valore? Mi sembra che le due realtà siano molto diverse tra loro...
 

cristianorossi

Membro Attivo
Professionista
allora, i casi sono 2:
1) se l'immobile non ha coibentazione e quindi i suoi consumi sono alti si fà un'autocertificazione (in internet ne trovi già pronte) CLASSE G.
2) se l'immobile ha una coibentazione valida e quindi ha minori consumi, la certificazione la deve fare un termotecnico.
I valori riportati sulle certificazioni sotto la CLASSE G sono un risultanza di calcoli tratti dalla trasmittanza dei materiali costruttivi dell'immobile. La differenza tra l'autocertificazione e la certificazione, oltre che una è gratuita e l'altra costerà circa € 300, potrà essere utilizzata come valore aggiunto dell'immobile. Cioè se vendo o affitto una casa in CLASSE A potrò pretendere più soldi rispetto ad un CLASSE G. La cosa più utile è parlarne innanzitutto con un tecnico di fiducia che ti indirizzerà sul da farsi.
 

cristianorossi

Membro Attivo
Professionista
ogni regione ha adottato la legge con gli adattamenti ad hoc, ti consiglio di andare sul sito della tua regione e verificare ciò di cui hai bisogno.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto