1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. V_Roma

    V_Roma Nuovo Iscritto

    Professionista
    Buongiorno, sto seguendo una perizia su un immobile dove il proprietario ha condonato degli ampliamenti realizzati nell'85. avendo questo incorporato una zona condominale, ha fatto richiesta di scorporo. L'ufficio condono ha rilasciato due concessioni, ovvero per le due zone scorporate.
    Quale norma o legge regola la possibilità di scorporare una domanda di condono? E' possibile che se una domanda non viene ritirata anche la precedente possa essere annullata in quando sono partite insieme?
    Esiste un riferimento di legge in tal senso?
    Grazie
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Per capire meglio, il proprietario ha realizzato degli ampliamenti alcuni in area di esclusiva proprietà e altri in aree condominiali, è così?
    Per questo a fatto richiesta di condono unico con la legge dell'1985?
    Poi cosa ha fatto con lo scorporo?
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Intervengo perché mi interessa seguire la discussione.
    Probabilmente, riconoscendo che con l'ampliamento ha occupato un tratto di proprietà condominiale, ha voluto scindere le due concessioni: la sua è inoppugnabile, mentre le opere eseguite sullo spazio condominiale possono essere oggetto di contestazioni. Evidentemente per questa porzione la situazione è più complessa ed andrebbe analizzata con attenzione conoscendo i tempi e modi del possesso.
    Relativamente alla due distinte concessioni a sanatoria, posto che vengono rilasciate salvo diritti di terzi, non sono vincolanti fra loro. Conseguentemente ognuna è fine a se stessa. Non conosco i riferimenti legislativi, occorrerebbe leggersi la 47/85.
     
  4. V_Roma

    V_Roma Nuovo Iscritto

    Professionista
    Grazie delle risposte!
    Gianco ha centrato l'argomento. Mi chiedo comunque come possa l'ufficio condoni, come la presentazione di uno scorporo dividere un condono in due!
    leggerò meglio la 47/85.
    Grazie
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Essendo l'oggetto della domanda di condono edilizio relativo ad un immobile ricadente su due proprietà, su richiesta dell'istante ha dovuto riconoscere la sanatoria sulle due distinte porzioni. Il comune non può entrare nel merito: sono problemi privati.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina