1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sonia30

    sonia30 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    La zia intesta nuda proprietà con usufrutto a una nipote, ma non c'è passaggio di denaro tracciabile.
    Poi, acquista un'altro immobile dal valore di 200.000 euro da sua sorella (con reale pagamento dell'intera somma) e lo intesta ad un'altra nipote, ma anche questa è compravendita senza tracciabilità di denaro.

    Entrambe le compravendite sono state consigliate e seguite dal figlio della sorella che, essendo esperto del settore, sa che si tratta di compravendite fittizie, mentre la zia non era a conoscenza della prassi corretta. Neanche il notaio (consigliato dal nipote della sorella) ha provveuto ad informarla.

    Alla morte della zia, i due atti protranno essere impugnati, in modo che alla sorella e gli altri fratelli e sorelle della zia) spetta non solo la casa venduta, ma anche l'altra proprietà. Mentre i 200.000 sono già stati incassati.

    Come riparare all'errore della zia, in modo che non ci potrà essere impugnabilità dei due atti in futuro?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Da chi?
     
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non da uno dei futuri eredi (visto che non sono legittimari); ci fossero, a fronte di un potenziale danno, di certo sarebbero legittimati gli eventuali creditori della donante (ex art. 1415 2°) e quindi anche gli eredi ove presentassero tal ulteriore natura.
     
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Poniamo il caso in cui la donante avesse un figlio: costui (quale legittimario e non semplice erede) potrà agire per far valere la simulazione (donazione e non compravendita) anche subito e senza attendere la morte del genitore donante.
     
  5. sonia30

    sonia30 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    dalla sorella della zia che ha acquistato un dei due immobili (e gli altri fratelli e sorelle..sempre della zia).
    La zia non ha figli.
     
  6. sonia30

    sonia30 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Scusate..forse non ho spiegato bene.

    Intendo:
    alla morte della zia, i due atti di compravendita potranno essere impugnati dalla sorella (e/o eventualmente gli altri fratelli e sorelle) della zia, in modo da riavere sia la casa che le aveva venduto (essendo questa ora di proprietà di una nipote, ma data con compravendita fittizia), sia l'altro immobile (dato all'altra nipote con compravendita fittizia)?

    Come fare per evitare tale impugnabilità?
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    La sorella della zia non ha titolo alcuno. Nemmeno i rimanenti fratelli e sorelle.
     
  8. sonia30

    sonia30 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ollj essendo che la zia non ha figli (i due nipoti sono figli di un fratello defunto), i suoi fratelli e sorelli non sono eredi diretti?
    Non hanno diritto alla loro quota legittima quando la zia non ci sarà più?
     
  9. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Certo che sono eredi.
    Non sono però legittimari. Ossia la legge, a fronte di eventuali donazioni con cui la defunta si sia privata del proprio patrimonio prima della morte, nulla potranno fare per avanzarvi pretese.
    Quindi ritornando al quesito: ammesso e concesso che gli eredi potessero anche avere un interesse (cosa non realistica) a far risultare una donazione (simulata da compravendita), una volta fatta accertare dal giudice l'esistenza della donazione, nulla potranno fare per impossessarsi del bene: la legge sulle successioni non gli conferisce potere alcuno (potrebbero farlo se fossero ad es. figli del defunto, invece son solo nipoti e/o fratelli e sorelle)
    Compreso?
     
  10. sonia30

    sonia30 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ah ecco.. ti ringrazio mille dell'info. Ero convinta che anche i frat e le sorelle dei defunti fossero legittimari, in assenza di figli e coniugi. :)
     
  11. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Eventualmente lo sarebbero gli ascendenti.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I legittimari sono soltanto le persone elencate nell'art. 536 c.c.
     
  13. sonia30

    sonia30 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    in questo caso non ci sono ascendenti
     
  14. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Appunto!
    Ergo il donatario può star sereno (salvo creditori della zia come su già indicato)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina