1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tito1

    tito1 Nuovo Iscritto

    per la vendita di un'appartamento di sua proprietà mio padre puo' fare intestare gli assegni a pagamento a me o a mia moglie? nel caso non fosse possibile puo' lui successivamente versali sul mio conto corrente?
    grazie
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Per capirci, il provento frutto della vendita di un immobile a tuo padre intestato, avrà assegni a lui intestati, necessariamente e questi potranno, bontà sua, essere versati su che conto desidera, ovviamente anche il tuo.
     
  3. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Solo se gli assegni intestati al venditore potranno essere trasferibili.
    Nel rogito si dovrà comunque indicare gli estremi degli assegni e risultare il percipiente del prezzo che non potrà che essere l'alienante dell'immobile.
    Luigi De Valeri:daccordo:
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Gli assegni, proprio perchè devono dimostrare la correttezza della vendita, devono essere intestati al venditore. altrimenti sarebbe come se tu mi vendi la casa ed io pago un altro. dopo tuo padre può fare dei suoi assegni ciò che vuole.
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bravo Avvocato.
    Noi italiani ce le andiamo proprio a cercare, andiamo alla ricerca di bizantinismi che ci mettono nei guai e poi ci lamentiamo con le leggi e con lo Stato.
    Buona Giornata.
     
    A teofilatto piace questo elemento.
  6. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    Non è proprio così. Se il proprietario ad esempio ha un debito con ipoteca sulla casa, io faccio scrivere nell'atto che parte del prezzo dell'immobile serve a pagare tale debito, e pago con un assegno NT direttamente il creditore, che non è il proprietario. Si tratta di un caso diverso da quello richiesto, certo, ma era per specificare che gli assegni non devono essere intestati obbligatoriamente al venditore.
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ovviamente si rispondeva alla domanda dalla quale si evinceva che il venditore voleva intestare gli assegni ad altri per altri motivi.
     
  8. ismet

    ismet Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    nel caso in rassegna, il cedente (tuo padre) al momento della vendita dell'immobile potrebbe indicare nel medesimo atto di vendita l'avvenuta donazione del pagamento a tuo favore e, pertanto, gli assegni, potranno essere intestati direttamente a te.
    Ciò, ovviamente, trova applicazione della normativa antiriciclaggio che prevede, appunto, di dare tracciatura e giustificazione alle consistenti movimetazioni di denaro. In questo specifico caso, quindi, tu riceverai direttamente il denaro dall'acquirente la cui tracciatura avverrà tramite l'atto di compravendita-donazione.
    In caso contrario dovrai attenerti a quello che ti ha giustamente indicato Adriano Giacomelli.
    Lascio, comunque, le mie indicazioni alla valutazione dei guru del forum oltre che a quelle del tuo notaio.
    saluti:risata:
     
  9. carwood

    carwood Nuovo Iscritto

    L'assegno del prezzo pagato sarà sicuramente non trasferibile e intestato al solo venditore il quale potrà versarlo solo su un suo c/c o c/c cointestato.
     
  10. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    E' falso! Ho anche già fatto un esempio.
     
  11. carwood

    carwood Nuovo Iscritto

    NELLA DOMANDA INIZIALE NON SI PARLAVA DI VENDITA CON IPOTECA E PAGAMENTO AD UN TERZO.:risata:
     
  12. tito1

    tito1 Nuovo Iscritto

    Il fatto è unicamente che mio padre non è in possesso di c/c bancario,eventualmente se gli faccio fare la delega sul mio c/c ci sono problemi per il versamento successivo?
    O in ultima analisi, questi assegni circolari li potrebbe versare sul suo libretto postale( non c/c postale ma semplice libretto postale)?
    grazie 1000.
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sembra roba da Medioevo. Si incassa qualche centinaio di migliaia di Euro e non si ha il coraggio di spendere 100 Euro per un C/C. Con il casino che stai facendo ne spenderai molti di più per difenderti dalle pretewse del Fisco, e dovrai trovarti anche un buon commercialista, se non addirittura un Avvocato.
    Buona fortuna
     
  14. tito1

    tito1 Nuovo Iscritto

    addirittura!!!
     
  15. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    secondo me la soluzione migliore è che tuo padre apra un conto corrente. poi vedrà cosa fare dei suoi soldi. considera che se fosse possibile donare a te il denaro facendoti intestare lì'assegno la donazione è una cosa che il notaio si farà retribuire e temo proprio che il suo costo superi di gran lunga quello di un cc che puoi aprirgli anche online.
     
    A tito1 piace questo elemento.
  16. tito1

    tito1 Nuovo Iscritto

    trasferimento denaro padre-figlia

    quindi, per capire: mio suocero da a mia moglie( figlia unica)un somma diciamo di 70.000 euro a titolo di regalia, sulla quale non vanno pagate imposte ( somma inferiore alla franchigia di 1.000.000 di euro). Ma c'è qualche atto '' formale'' comunque da compiere verso l'amministrazione?
    grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina