1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. albatros

    albatros Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Salve,vorrei avere una delucidazione da qualcuno esperto del forum circa il pagamento dell'IMU.
    Io e mia moglie,conviviamo con un figlio minorenne,sotto lo stesso tetto di proprieta' al 90 per cento sua e 10 per cento mia.Si da il caso che solo lei abbia la residenza in questa casa,mentre io l'ho lasciata in un'altra appartenente allo stesso Comune.Casa che è tenuta a disposizione.La mia domanda è:possiamo usufruire entrambi della detrazione IMU per la prima abitazione oppure solo su una?Inoltre,anche se la detrazione non fosse possibile,quella in cui ho la residenza,perlomeno puo' godere dell'aliquota agevolata?
    Grazie.
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Per avere la detrazione della prima casa la legge prevede non solo la residenza ma anche la dimora abituale.

    Quindi dovrai dimostrare di abitare nella tua seconda casa per avere i benefici.
     
  3. albatros

    albatros Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie per la risposta,ma da una circolare di chiarimenti del Ministero uscita a maggio,deduco che la detrazione ed anche l'aliquota agevolata fra 2 coniugi che risiedono in abitazioni diverse:rabbia::rabbia::rabbia: dello stesso Comune,si applicano ad uno solo dei due immobili,per cui non solo non posso applicare la detrazione di 200 euro,ma devo anche applicare l'aliquota per la seconda abitazione..:rabbia:
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi pare che Binotto ti abbia già dato la stessa risposta.
    Concludendo, devi ringraziare per il fatto che possiedi solo il 10 % dell'abitazione dove abiti, e su tale valore pagherai lo 0,76 %, senza detrazione che andrà integralmente a favore di tua moglie. Idem per l'abitazione dove hai la residenza ma non la dimora: 0,76 % senza alcuna detrazione.
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    a me sembrava di aver capito che i coniugi potevano considerare entrambe le abitazioni prima casa solo se in due comuni diversi.
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E hai capito bene !:fiore:
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Hai descritto due requisiti identici. La residenza è, per definizione, il luogo di dimora abituale.
    La legge prevede che, oltre ad avere la residenza nell'immobile, tale residenza corrisponda, come del resto prevede la legge anagrafica, all'iscrizione anagrafica.
     
  8. albatros

    albatros Membro Junior

    Proprietario di Casa
    una precisazione

     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' meglio precisare che un decreto legislativo non è certamente "del Ministero dell'Economia e (delle) Finanze".
     
  10. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    La dimora abituale corrisponde di solito al domicilio e non alla residenza
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Stiamo scherzando, vero? Invito caldamente a leggere l'art. 43 c.c. e a non confondere residenza con iscrizione anagrafica. L'iscrizione anagrafica consegue (deve conseguire) alla residenza.
     
  12. albatros

    albatros Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Questa discussione tra residenza e dimora mi sembra sterile,visto che per il fisco le agevolazioni spettano ad uno solo dei coniugi,indipendentemente da dove abbia messo il domicilio o la residenza fiscale.:???:
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è così. La norma prevede che:
    "Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l'abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile".
    Pertanto, se ci sono due immobili, uno di proprietà del marito e l'altro della moglie, e:
    - quegli immobili sono situati in comuni diversi;
    - sia il marito sia la moglie hanno la residenza e l'iscrizione anagrafica nell'immobile di loro rispettiva proprietà,
    le agevolazioni spettano per tutti e due gli immobili.
     
  14. albatros

    albatros Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Si Nemesis,affermiamo entrambi la stessa cosa,se risali al mio primo post nella discussione avevo premesso che nel mio caso si trattava di 2 immobili situati nello stesso Comune.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina