• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

andyga

Nuovo Iscritto
#1
Buonasera
una persona ha moglie e 3 figli adulti

la persona muore e lascia un testamento in quale scrive: erede universale mia moglie...

com'é la situazione?
A) Il testamento é valido?
quota per ogni figlio:0%
B) Il testamento é nullo?
quota per ogni figlio: 22% (1/3 alla mamma;2/3 ai figli - diviso 3 =2/9)
C) Il testamento puo essere impugnato? e cosí il "universale" Vale per la quota disponibile??
quota per ogni figlio:
1/4 disponibile: 25% mamma
25% coniuge: 25% mamma
50% ai 3 figli: 1/6 (16% a ogni figlio)

grazie!
 

Nemesis

Membro Storico
#2
A) Il testamento é valido?
Sì.
Ma ex art. 554 c.c. le disposizioni testamentarie eccedenti la quota di cui il defunto poteva disporre sono soggette a riduzione nei limiti della quota medesima.
Per determinare l'ammontare della quota di cui il defunto poteva disporre si forma una massa di tutti i beni che appartenevano al defunto al tempo della morte, detraendone i debiti. Si riuniscono quindi fittiziamente i beni di cui sia stato disposto a titolo di donazione, secondo il loro valore determinato in base alle regole dettate negli articoli dal 747 al 750 del codice civile, e sull'asse così formato si calcola la quota di cui il defunto poteva disporre.
Ex art. 542 c.c. ai tre figli è complessivamente riservata la metà del patrimonio del defunto e al coniuge spetta un quarto. Conseguentemente, la quota di cui il defunto poteva disporre è pari a un quarto.
I tre figli pretermessi potranno pertanto agire in riduzione, citando in giudizio la moglie - che si presume sia la loro madre :riflessione: - per essere reintegrati nella quota a loro riservata.
L'azione si prescrive nell'ordinario termine decennale, decorrente dalla data dell'accettazione dell'eredità da parte della moglie (non dalla data dell'apertura della successione, né da quella della pubblicazione del testamento).
 
Ultima modifica:

andyga

Nuovo Iscritto
#3
Buongiorno
un Avvocato ci ha detto peró che il testamento sarebbe nullo! Perché contiene una clausola non valida!
(era solo 1 avvocato su3 che abbiamo chiesto fin ora)
 

Franci63

Membro Assiduo
#4
Buongiorno
un Avvocato ci ha detto peró che il testamento sarebbe nullo! Perché contiene una clausola non valida!
(era solo 1 avvocato su3 che abbiamo chiesto fin ora)
Le leggi che governano la successione e l'eredità sono chiare, non ha senso andare in giro a chiedere a più di un avvocato.
il testamento è valido, ma i tre figli possono impugnarlo; in questo caso l'eredità verrà spartita come la legge prescrive.
D'altro canto non è obbligatorio impugnare il testamento; se ai figli va bene così nessun altro può contestare nulla.

Vedo che scrivi dall'estero: quanto detto sopra naturalmente vale se il defunto era soggetto alla legge italiana riguardante le successioni.
 

griz

Membro Senior
#5
Buongiorno
un Avvocato ci ha detto peró che il testamento sarebbe nullo! Perché contiene una clausola non valida!
è incredibile che un avvocato si esprima in questi termini, io, semplice diplomato, quando sono ignorante in materia, prima di dare un eventuale parere mi documento o evito
 

griz

Membro Senior
#8
il testamento è un testamento, qualsiasi cosa ci sia scritta, se è formalmente corretto: data, testimoni, firma, è valido, chi si sente defraudato lo può impugnare
 
#12
credo che lei abbia interpretato a modo suo quanto le sarà stato spiegato dal collega che ha consultato evidentemente non fidandosi di quanto le è stato detto e quindi approdando a questo forum....
 
#13
è incredibile che un avvocato si esprima in questi termini, io, semplice diplomato, quando sono ignorante in materia, prima di dare un eventuale parere mi documento o evito
è incredibile che lei in forma anonima e come scrive semplice diplomato si esprima in questi termini nei confronti di un avvocato senza conoscerlo basandosi solo su quanto ha letto in un post...
 

griz

Membro Senior
#14
è incredibile che lei in forma anonima e come scrive semplice diplomato si esprima in questi termini nei confronti di un avvocato senza conoscerlo basandosi solo su quanto ha letto in un post...
ok. accetto la difesa del collega ma anche lei sicuramente sarà d'accordo che, come capita anche a me verso dei colleghi, vi siano degli sprovveduti che si esprimono nonostante la scarsa preparazione su un determinato argomento producendo degli strafalcioni
 
#15
un testamento siffatto è semplicemente impugnabile ( ma mai nullo o annullabile se è stato formalmente ben redatto e pubblicato), in quanto gli eredi legittimi sono moglie e figli. se la sola chiamata nel testamento è la coniuge superstite, sono state lese di certo le quote di legittima dei figli, a meno che gli stessi non sono stati dichiarati indegni, o abbiano ricevuto donazioni valide in vita, che nei valori equivalgano alla data di apertura della successione alle loro quote di legittima, quote che, fatte salve le premesse, sono intangibili.
 

andyga

Nuovo Iscritto
#16
un'altra domanda:
la sig.ra puo vendere la casa se i figli NON vogliono? La casa era solo del papa e la sig.ra ha fatto scrivere lei come unica proprietaria alla agenzia delle entrate. Adesso é lei come 100% proprietaria.
 
#17
gent.le sig andyga.
il problema di fondo è sempre lo stesso.
primo: il testamento almeno, è stato formalmente pubblicato?
secondo: sono passati 10 anni dalla apertura della successione del marito?
se tale periodo non è ancora passato, e se il contenuto del testamento è quello che lei dice, ove si ravvisa una grossolana lesione della quota di legittima dei figli, gli stessi devono impugnarlo entro il termine decennale. una volta andato in giudizio con sentenza passata in giudicato a favore dei figli, si farà la cosidetta successione necessaria, che è quella oridinata dal giudice in funzione dei diritti di legittima accertati in fase di contenzioso. a quel punto la madre non è piu titolare dei diritti esclusivi sull'immobile. ma se si fanno passare 10 anni dalla apertura della successione, e nessuno degli aventi diritto fa ricorso, c'e il rischio che la madre, pardon la moglie, ne diventi proprietaria esclusiva. quanto al fatto che lei abbia fatto iscrivere alla agenzie delle entrate che è proprietaria del 100% dell'immobile, dipende dal fatto che probabilmente, dopo la pubblicazione del testamento, che evidentemente nessuno ha impugnato, ha presentato la relativa dichiarazione di successione testamentaria presso la stessa agenzia, con lei nominata proprietaria esclusiva. ma questo dovrebbe svegliarvi e se siete in tempo, impugnare il testamento.
 

andyga

Nuovo Iscritto
#18
Buongiorno.
Il papa é morto 6/17. Il testamento é stato aperto senza i figli in 6/17. I figli hanno saputo del testamento in 12/17. La mamma si é fatto intestare la casa in 11/17. Lei vuole vendere la casa subito per non lasciare niente ai figli! Lei era sempre gelosa die figli perche il papa gli amava! Cosí cercava anche di diseredare i figli - peró non hanno mai fatto niente di grave! Il testamento verrá impugnato tra poco.
Il problema é: la madre puo vendere la casa senza il consenso die figli? Loro non vogliono vendere adesso per non perdere il tutto. Anche prendendo la legittima sarebbe poco perche la madre aveva trovato aposta qualcuno che pagava poco per la casa! Tanto per dare poco ai figli!
 
#19
se la successione è stata presentata e trascritta presso la conservatoria dei registri immobliari con la sola mamma proprietaria, è bene che i figli si diano una mossa. perchè se cosi stanno le cose, la mamma puo vendere la casa, in quanto il notaio quando chiedera l'atto di provenienza prima della stipula, la mamma gli fornira la successione testamentaria, sulla quale risulta solo lei proprietaria. e siccome quando si presenta questa benedetta successione, si allega anche una autocertificazione di erede, sulla quale si chiede se esiste testamento, se è valido e non impugnato, se qualcuno ha rinunciato alla eredita, se c'e stata o meno separazione con colpa ecc ecc. e con questa autodichiarazione, a cui allega copia del verbale di pubblicazione del testamento e copia conforme del testamento stesso, che l'agenzia delle entrate chiede obbligatoriamente, si registra e trascrive la successione. in pratica l'agenzia delle entrate, è un ente terzo, che controlla solo la correttezza formale delle dichiarazioni, e se sul testamento (purtroppo), il de cuius decise di escludere i figli, la stessa agenzia non puo entrare nel merito. sta a voi figli immediatamente impugnare questo testamento per lesione di legittima e non ad altri. inutile dire che, l'immobile una volta venduto, vi complichera ancora di piu la vita.
 

andyga

Nuovo Iscritto
#20
Grazie!
Un altro chiarimento: Se i figli impungano Il testamento - la madre puo costringerli lo stesso a vendere la casa oppure possono rifiutarsi a dare Il consenso?
La casa cosí va al asta? in quanto tempo (mi ha detto un amico che potrebbe durare 3-5 anni?)
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

moralista ha scritto sul profilo di robertomarte.
Auguri per il compleanno, conserva la delibera dell'assemblea, e in caso di infrazione potresti incolpare i dissenzienti
Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
Alto