1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    Buongiorno
    ho ereditato, con testamento olografo, da mia zia deceduta a gennaio di quest'anno (nubile e senza figli solo con 3 fratelli di cui una mia madre) un appartamento e del denaro.
    ora mio zio (tramite mia cugina) si è messo sul piede di guerra xchè sostiene che il patrimonio deve essere dato in parte a lui: so x certo che mia zia, non avendo eredi legittimi ed i fratelli non lo sono, era libera di lasciare a chi voleva i suoi beni ma quello che mi preme sapere è:
    che obblighi ho verso mio zio?
    sono obbligata a fargli sapere la somma di denaro che mia zia aveva?
    se ricevessi una lettera dal suo avvocato sono obbligata a rispondere oppure non avendo mio zio nessun diritto posso tralasciare di farlo senza incorrere in sanzioni?
    l'unica cosa che gli ho detto è il nome del notaio x la verifica del testamento

    è proprio vero: parenti serpenti...meno male che sono figlia unica
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    Con testamento olografo ti ha dato tutto il suo patrimonio tua zia??

    Successione testamentaria
    Senza figli e ascendenti:
    Quota disponibile --> intera eredità

    I fratelli, non sono tra i soggetti legittimari, quindi possono essere tranquillamente esclusi dal testamento, senza che possano avere nulla da ridire.
     
  3. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    grazie per la risposta ma vorrei sapere che obblighi ho verso mio zio,

    1) sono obbligata a fargli sapere la somma di denaro che mia zia aveva? o altre informazioni?

    2) se ricevessi una lettera dal suo avvocato con delle richieste, sono obbligata a rispondere oppure non avendo mio zio nessun diritto posso tralasciare di farlo senza incorrere in sanzioni?
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    tuo zio non puo' pretendere nulla a livello legale.
    se proprio vuoi stare tranquilla per i rapporti futuri della famiglia, fagli scrivere una bella lettera dal tuo avvocato che metta bene in chiaro le cose.
    se anche tuo zio dovesse mettere in mezzo un suo avvocato, quest'ultimo gli spieghera' che non ha nessun diritto a pretendere nulla.
     
  5. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    è proprio questo il punto! non voglio pagare un avvocato x informarlo di cose che non gli spettano di diritto!

    sicuramente riceverò una lettera dal suo avvocato e volevo sapere se per legge io sono OBBLIGATA a rispondergli oppure no! dato che a lui non spetta nulla oltre ad avergli dato il nome del notaio ho altri obblighi????
     
  6. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    guarda che il suo avvocato li conosce bene i capitoli della successione testamentaria. perche' dovrebbe scriverti????
    e comunque tu
    pagheresti circa 300/400 euro per il tuo avvocato....................
    puoi sempre rispondere privatamente tu senza nessun avvocato.
    Diciamo che se uno riceve una raccomandata e' cortesia rispondere inserendo nella lettera i dati di Legge della successione testamentaria in cui si spiega bene che tuo zio non ha diritto a nulla.
    non ci vuole molto.
    una lettera molto garbata ma estremamente ferma in cui ribadisci che la volonta' di tua zia era quella di agevolare te come nipote.
    ciao
     
    A salvo cervino piace questo elemento.
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    io due euro all'avvocato li darei. meglio prevenire che curare e far le cose per bene dall'inizio hai solo da guadagnare. forse tu non gli devi niente ma se il tipo s'impunta può impugnare il testamento adducendo che so, una firma falsa e complicandoti la vita.
     
  8. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    grazie a tutti x le risposte!!!!!
    è vero che prevenire è meglio che curare ma onestamente dopo tutto quello che ha fatto quello zio a tutta la nostra famiglia, credimi che buttare anche solo 0.50 € x chiarire le cose sono soldi sprecati!
    il testamento olografo è perfettamente inquadrato nella legge, non vi è nulla di strano o ambiguo quindi, scusate lo sfogo, ora che so che posso non rispondergli la buona educazione la lascio a qualcun'altro....
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    io non te lo dicevo per buona educazione ma perchè lo zio può ottenere copia del testamento, che deve essere pubblicato, anche senza il tuo aiuto e poi può impugnarlo con il risultato di bloccarti l'eredità per anni.
     
  10. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    cosaaa????? è stato regolarmente pubblicato dal notaio...ma se il testamento è valido come può bloccarmi l'eredità?????????
     
  11. tamara

    tamara Membro Attivo

    rispondi mettendo le cose in chiaro, non è necessario che tu indichi quanto hai ereditato ma solo la legittimità delle disposizioni della defunta zia nei tuoi confronti.
     
  12. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    PUò impugnare il testamento dichiarando che la firma è salva ed instaurando un giudizio. ed è ovvio che il giudice bloccherebbe tutto.
     
  13. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    ma se i fratelli non rientrano nella legittima come potrebbe impugnare il testamento?
     
  14. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    se dimostra che il testamento è falso eredita lo stesso in quanto parente prossimo della defunta.
     
  15. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    ma se il testamento è valido come potrebbe impugnarlo??? ho trovato questo su internet:

    Fra tutti i successibili, gli unici eredi che possono legittimamente impugnare il testamento per violazione dei propri diritti sono i legittimari. Solo questi ultimi, godendo di una quota di eredita' riservata loro per legge, possono impugnare per violazione di legittima.
    Tutti gli altri eredi possono impugnare il testamento esclusivamente per cause di nullita' formale (mancanza di requisiti di forma, testamento estorto, ecc).
    Orbene gli eredi di quarto grado, non essendo legittimari, possono impugnare il testamento solo per denunciata nullita' dello stesso. Diversamente, il testamento rilasciato dal testatore e' pienamente valido ed efficace in tutto il suo contenuto, ne' e' necessaria alcuna spiegazione e/o giustificazione delle disposizioni in esso contenute.
    Se il testamento possiede i prescritti requisiti di sostanza e di forma, ed e' stato LIBERAMENTE rilasciato dal testatore, e' pienamente valido ed efficace, e nulla possono opporre gli eredi non legittimari.
     
  16. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    seil tipo dimostra che il testamento l'hai scritto tu e non tua zia tutto ciò decade. tua zia poteva lasciare i suoi beni a chi bvoleva, lo avesse fatto con un testamento davanti ad un notaio lo zio avrebbe avuto meno appigli ma adesso può provare a dimostrare che quel testamento non lo ha scritto sua sorella e così bloccare tutto. non discute il contenuto, dice solo che è falso e se lo dimostra si passa ad una successione ab intestato cioè senza testamento che in quanto parente più prossimo lo vede rientrare in gioco.
     
  17. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    ma fortunatamente mia zia l'ha scritto di suo pugno e la scrittura è dimostrabile attraverso altri suoi scritti!!!!!!!!!! quindi prima blocca tutto x far dimostrare che l'ha scritto mia zia? poi quando si constata che è lei ad averlo scritto??
     
  18. tamara

    tamara Membro Attivo

    ...appunto ciò che scrivi è vero e non contrasta con quanto ti dice arianna: falsa sottoscrizione = vizio di forma (e che vizio!il testamento è sicuramente nullo anzi inesistente io direi) vizio che possono impugnare tutti gli altri eredi anche non legittimari come hai letto tu cercando in internet. So che tu dici che non è vero che il testamento è falso ma arianna faceva un'ipotesi...secondo me tutt'altro che remota se lo zio in questione è particolarmente accanito!!! Ti è stato consigliato di mettere a tacere da subito lo zio con una bella risposta ad eventuali sue pretese inoltrate tramite avvocato proprio per farlo desistere dall'intraprendere eventuali azioni infondate.
     
  19. SARINA

    SARINA Nuovo Iscritto

    grazie!!!!!!!!!!!!!!
     
  20. sarastro

    sarastro Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il punto è questo:
    1) il testamento di tua zia sarà certamente valido sotto tutti gli aspetti. Se però fosse
    nullo (firma falsa, firma assente, data assente, testatore incapace, etc.) la situazione
    successoria sarebbe identica a quella che si sarebbe verificata se tua zia fosse morta senza
    lasciare testamento alcuno: e in questo caso, i suoi parenti più prossimi (i fratelli) avrebbero
    ereditato in quote eguali.
    2) tuo zio, e/o il suo avvocato, potrebbe impugnare il testamento, adducendo, ad esempio, che
    la firma è falsa, o che tua zia non era capace di intendere al momento di testare, o che il testamento
    le è stato estorto da te, etc.
    3) L'impugnazione apre una vertenza giudiziaria che ha durata variabile (dipende dal foro, dal giudice,
    dalla volontà dilatoria della controparte, etc.), ma non minore di due-tre anni (ci sono poi l'appello
    ed eventualmente la Cassazione). In corso d'opera, gli immobili restano intestati a te, ma non li puoi vendere;
    i fondi pure, ma non li puoi liquidare.
    4) L'impugnazione potrebbe avere uno scopo diverso da quello della vittoria in giudizio: potrebbe essere
    uno strumento di pressione per ottenere, con una transazione extragiudiziale, una quota dell'eredità.
    Vulgo: tu dai a tuo zio x soldi e/o immobili, lui ritira la causa, e tu ti puoi godere il resto senza
    dover attendere x anni.
    5) Dunque mi permetto di consigliarti quanto segue.
    6) anzitutto, procurati e tieni al sicuro degli esemplari di firma e di grafia di tua zia (va benissimo
    la carta d'identità, specie se è stata fatta dopo la stesura del testamento.
    7) procurati documenti clinici (cartelle cliniche ospedaliere, testimonianze del curante, etc.)
    che attestino le condizioni psichiche di tua zia.
    8) vai da un buon avvocato subito, e prospettagli la situazione. Se tuo zio è veramente intenzionato
    a romperti le scatole, e se i soldi sono abbastanza perchè ne valga la pena, è importante
    che tu prevenga l'eventuale impugnazione. Se alla lettera dell'avvocato di tuo zio risponde, con
    fermezza e competenza, un buon avvocato, è più probabile che tuo zio capisca che la manovra
    descritta ai punti precedenti non sarà nè facile nè costosa.
    in bocca al lupo.
     
    A tamara piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina