1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. norma

    norma Nuovo Iscritto

    Sereno 2011 a tutti!!
    Avrei bisogno del vostro prezioso aiuto...
    A e B ereditano un appartamento ed un terreno.
    Senza fare nessuna valutazione tecnica, si accordano che A diventi proprietario esclusivo dell'appartamento e che B si occupi della vendita del terreno (edificabile) e che il ricavato sia a saldo della sua quota dell'appartamento.
    E' possibile che dopo anni B pretenda da A altri soldi in quanto ora ritiene che il valore dell'immobile era maggiore? Preciso che in seguito agli accordi è stato stipulato atto notarile di divisione dove non si parla di conguagli o altro.
    Grazie fin da ora
     
  2. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    A parere di chi scrive La divisione ereditaria può essere oggetto rescissione se in fatto si è riscontrata una lesione di oltre il quarto nel tempo massimo di due anni decorrenti dall' atto di diviosione .
    Per evitarla si devre offrire un conguaglio in denaro .
    Nel caso specifico bisognerebbe vagliare attentamenti gli atti con l'ausilio di un legale
     
    A piace questo elemento.
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma B ha venduto il terreno? se si a quanto? o meglio al valore di mercato o accettando per motivi suoi un prezzo inferiore?
     
    A piace questo elemento.
  4. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    La divisione ereditaria può essere annullata nel termine prescrizionale di cinque anni per violenza o dolo dal momento della scoperta o della cessazione del fatto. Non può, invece, essere annullata per errore nè risolta per inadempimento.

    La divisione ereditaria può essere, invece, rescissa per lesione oltre il quarto ed entro il termine perentorio di due anni dall'intervenuta divisione.

    Allorchè al coerede siano attribuiti beni per un valore inferiore di oltre 1/4 al valore della sua quota, questo potrà esperire l'azione di rescissione entro il termine di due anni dalla divisione ereditaria. Il coerede contro cui sia esercitata l'azione di rescissione, può impedirne il corso ulteriore impedendo una nuova divisione ereditaria, offrendo al coerede attore il supplemento idoneo a reintegrarne la quota.
    Il caso da te descritto mi sembra che rientri nell'ipotesi sotto descritta:
    Non può essere esperita l'azione di rescissione ove sia stata stipulata una transazione divisoria o nel caso in cui la vendita del diritto ereditario sia stata fatta a rischio e pericolo dell'acquirente
     
    A arianna26 e piace questo messaggio.
  5. norma

    norma Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti per le preziose risposte!
    Mi pare di capire che se il tutto risale al 2006 dovrei rientrare nella prescrizione (oltre al fatto che minore 1/4).
    Anche se non so esattamente che cosa significhi "per violenza o dolo".

    A parte questo vorrei approfittare della vostra competenza per capire se io ho delle responsabilità, anche indirette, a causa della mia buona fede...
    Il terreno venduto da A è stato venduto per il suo valore reale di mercato (era agricolo ed è diventato edificabile).
    A ha proposto a B la cifra a saldo della quota dell'immobile che B ha accettato.

    Non avendo fatto valutare l'immobile, è responsabilità di A che ha ha fatto un prezzo senza avere basi certe o di B che doveva far valutare l'immobile prima di accettare?

    Preciso che B avrebbe accettato "qualsiasi cifra" motivato da fattori affettivi, quindi quando è stata proposta la transazione, ho accettato senza pormi tante domande...

    Buona giornata!
     
  6. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Ritengo che non debba preoccuparsi, risalendo al 2006 qualsiasi suo eventuale diritto si deve intendere prescritto, inoltre mi sembra di capire che tra di voi coeredi sia intercorsa la stipula di una transazione divisoria.
     
    A piace questo elemento.
  7. norma

    norma Nuovo Iscritto

    Grazie ancora a tutti per la disponibilità!

    Per quanto riguarda la transazione divisoria, non conosco nello specifico di che cosa si tratti...

    Abbiamo ereditato nel 2003 al 50% un appartamento e un terreno.
    Da cointestati abbiamo venduto il terreno nel 2005 (infatti io mi sono pagata anche l' IRPEF per il ricavato della vendita del terreno) e poi nel 2006 io ho acquisito la piena proprietà dell'appartamento.
    Questo cambia qualcosa?
    Grazie
     
  8. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Per transazione, nella fattispecie, mi riferisco ad accordi. Comunque non si preoccupi si è prescritta qualsiasi possibilità di rivendica.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina