1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. profitto

    profitto Membro Ordinario

    Mia zia (unica erede legittima) ha ricevuto soldi cointestati tra i genitori . Dopo la morte del padre , la madre ha disposto a favore della sua unica figlia la liquidazione dell'obbligazione scaduta (cointestata madre-padre) più le somme depositate sul conto (madre-padre) . visto che sono trascorsi circa due anni dalla morte del padre e che questi depositi non sono stati dichiarati nella successione della nonna poichè i valori immobiliari erano stati già donati nel passato , si chiede cosa sarebbe opportuno fare ? a cosa va incontro?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Va presentata una dichiarazione integrativa (quando occorre inserire nell'eredità altri beni non dichiarati nella principale) ma non essendo trascorsi 24 mesi si può ricorrere al ravvedimento operoso, con il quale non si dovranno pagare il massimo delle sanzioni.
    Informatevi presso l'AdE, e non fate trascorrere 24 mesi.
    saluti
    jerry48
     
  3. erwan

    erwan Membro Attivo

    prima di tutto bisognerebbe vedere se c'era l'obbligo di presentare la dichiarazione...
     
  4. profitto

    profitto Membro Ordinario

    Sono trascorsi due anni . L'erede legittima era la sua unica figlia e non era presente testamento. A scadenza titolo in portafogli e regolamentazione sul conto corrente, la madre (cointestataria col marito defunto) ha disposto un bonifico a favore della figlia per poi richiedere l'estinzione del conto. Lo stesso titolo era invece depositato su un altro librettto bancario e deposito cointestato alla figlia e al padre. Per questo la scadenza del titolo è stata regolamentata sul libretto dove era cointestataria.
    Premesso che la procedura ci è stata suggerita dal responsabile di filiale , che ha consigliato poichè era figlia unica e la madre avrebbe avuto un conto in disuso. Forse per suo interesse a non liquidare prima le posizioni titoli (titoli obbligazionari della stessa banca) ed evitare di chiudere il conto. Sembra che si usi la buona fede ma sembra che ci siano sempre terzi ad evitarla per lucri interessi. Cosa pensate?
     
  5. profitto

    profitto Membro Ordinario

    Qualche novità ? In buona fede mi sono rivolto a un commercialista , che ha detto che non c'è bisogno se il conto era a firme congiunte. Come se quei fondi sono stati donati col bonifico . mah... nel dubbio .. a chi rivolgersi ? ADE?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina