1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sandro3067

    sandro3067 Nuovo Iscritto

    Si prospetta la seguente situazione ereditaria:
    è morto mio padre, lasciando quali uniche eredi me e tre sorelle
    La discussione riguarda un’unica unità abitativa disposta su 2 piani con annessa corte pertinenziale attualmente tt identificato con unica particella , nel particolare:
    l’abitazione è disposta per 2 vani sul 1^ piano ed ha accesso indipendente (composta da sala/cucina/bagno), poi c’è una scalinata esterna di accesso al giardino e al piano sottostante s1 si trovano 2 vani cantina (idealmente sono 2 piccole cantine: una con accesso indipendente fronte strada, una con accesso dal giardino, e quindi divisibili )
    Di questo immobile, una sorella non intende cedere il suo ¼, mentre le altre 2 vogliono vendere i propri diritti solo a me, per cui si avrebbe che io ho i ¾ e mia sorella ha ¼.
    Quindi: STEP 1
    Apro la successione e intesto i diritti x ¼ a ciascuna delle sorelle.
    So compilare la dichiarazione di successione, ma che devo fare per quello che è rimasto inviolato nell’abitazione dal momento del decesso (es mobilia) ? l’inventario? Chi lo fa? il Notaio? Si deve fare prima o dopo la successione?
    STEP 2 :
    Le 2 sorelle possono disporre liberamente dei propri diritti e vendere a chi credono (in questo caso a me ) ? Non c’è problema di prelazione tra loro? Se facciamo la successione e poi la compravendita, essendo io proprietaria per ¾ , posso entrare e prender possesso dell’abitazione e del suo contenuto anche contro il consenso della proprietaria del restante ¼, ed impedire a lei di fare altrettanto ?
    Qual è la linea migliore da seguire ?
    Grazie anticipatamente per l’attenzione e per la risposta.
     
  2. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Eredita' TraSorelle Litigiose

    Buongiorno , Provo a rispondere il mio resta cmq. un parere da privato cittadino. LA Prelazione c'e' sempre. specie fra congiunti dello stesso grado ed in questo caso con le stesse quote di diritto.:shock: Quindi : prima di ogni cosa piccola scrittura privata dove le sorelle sprimono la volonta' di vendere a Te e che anche la 4' sorella sia d'accordo con firma anche sua la loro quota con data odierna. L'inventario potete farlo, in quanto anche il mobilio fara' parte della vendita, anche se, immagino con un valore relativo in confronto alla casa, MA Insieme di presenza con delle foto chiare, che attestino quanto elencato e con la firma di tutti e 4 in fondo all'elenco.:fiore: Altrimenti potrebbero nascere contestazioni, chi non puo' essere presente di voi 4 faccia una delega a persona di fiducia fara' fede quella. Per quanto riguarda L'ultimo 1/4 della sorella che non vuole vendere c'e' poco da fare. Ammesso che non voglia comprare Lei una parte e questo va chiarito PRIMA di fare la scrittura privata. in quanto per dire, potrebbe offrire di piu' oppure volere la meta' della proprieta' ed in quel caso ci vuole un estrazione casuale dal notaio. Ma se Lei invece vuole tenersi solo il suo 1/4 avra' diritto , per esempio a riscuotere L'affitto come pure pagare l'ICI tutto in base alla sua quota, oppure ad un mese l'anno (per esempio) a trascorrere li' le vacanze oppure un indennizzo in denaro:soldi: annuale insomma , sono accordi che dovete ponderare bene. MA SOPRATTUTTO scriverli Ciao. Auguri
     
    A Marco Costa piace questo elemento.
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il diritto di prelazione vale solo nei confronti degli estranei, dunque chiunque di voi voglia vendere la propria quota di 1/4 ad un estraneo deve proporla prima agli altri, analogo discorso non vale se le tue sorelle intendono vendere a te che sei un coerede anzi chè alla sorella. operata la successione puoi quindi facilmente e con la massima serenità diventare proprietario dei 3/4 ma.. qui cominciano i problemi perchè non potrai vendere il bene senza il consenzo della terza sorella che rimane proprietaria del suo quarto, salvo richiesta di divisione giudiziaria e acquisto in quella sede grazie al diritto di prelazione. sempre che la sorella non provi ad usufruirne lei. in tal caso credo che il giudice potrebbe decidere per un'asta per poi dividere tra voi il ricavato. la procedura oltre che lunga, come tutto in Italia, è costosa e non credo che l'asta sarebbe poi limitata a voi due. Dunque se non pervieni ad un accordo anche con la terza sorella ti conviene pensarci bene prima.
     
  4. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    chiunque sia comproprietario di un immobile ha diritto di abitarci quindi tu non potresti vietare a tua sorella di abitarci anche se la tua quota fosse maggiore.
    per quanto riguarda la mobilia, argento, oro etc etc se va a finire nella successione significa che pagherete di piu' in quanto ci dovrebbe essere da parte del notaio una stima degli oggetti e tutto si paga.
    se invece volete dividere prima della successione, come se la casa fosse vuota, naturalmente in accordo, potete farlo ma giustamente come vi e' gia' stato suggerito, fate un elenco degli oggetti e della divisione
    alle quattro sorelle e firmatele per copia conoscenza............con alla fine dell'elenco ..............per accettazione e nulla piu' a pretendere..
    se la sorella non fosse intenzionata a vendere il suo 1/4 c'e' poco da fare
    se non rivolgersi ad un giudice.
    ciao
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Con ogni probabilità il Giudice (dopo aver disposto perizia vautativa) disporrà che nella vendita venga preferita colei che detiene i 3/4 (naturalmente se questa è ancora d'accordo a rilevarla )

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    Art. 720.
    Immobili non divisibili.

    Se nell'eredità vi sono immobili non comodamente divisibili, o il cui frazionamento recherebbe pregiudizio alle ragioni della pubblica economia o dell'igiene, e la divisione dell'intera sostanza non può effettuarsi senza il loro frazionamento, essi devono preferibilmente essere compresi per intero, con addebito dell'eccedenza, nella porzione di uno dei coeredi aventi diritto alla quota maggiore, o anche nelle porzioni di più coeredi, se questi ne richiedono congiuntamente l'attribuzione. Se nessuno dei coeredi è a ciò disposto, si fa luogo alla vendita all'incanto.

    _______________
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x Sandro 3067 per acquistare le parti delle due sorelle di eredita rientra negli stessi diritti anche la terza sorelle con gli stessi diritti e chi vuole acquistare questi diritti deve comunicare all'altro coerede il preliminare ed il valore in caso di rinuncia alla prelazione potrài comprare le due quote delle sorelle ciao adimecasa bergamo
     
  7. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Mi permetto una correzione: la cessione di quote fra eredi è liberamente eseguibile senza dover esperire il diritto di prelazione . Per cui l'erede che vuole comperare la quota dall'altro erede lo puo' fare liberamente senza che un altro erede possa eccepire alcunche'

    Aggiunto dopo 5 minuti :

    Art. 732.
    Diritto di prelazione.

    Il coerede, che vuol alienare a un estraneo la sua quota o parte di essa, deve notificare la proposta di alienazione, indicandone il prezzo, agli altri coeredi, i quali hanno diritto di prelazione. Questo diritto deve essere esercitato nel termine di due mesi dall'ultima delle notificazioni. In mancanza della notificazione, i coeredi hanno diritto di riscattare la quota dall'acquirente e da ogni successivo avente causa, finché dura lo stato di comunione ereditaria.

    Se i coeredi che intendono esercitare il diritto di riscatto sono più, la quota è assegnata a tutti in parti uguali.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina