1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Buongiorno, avrei bisogno della vs consulenza.
    nel 2007 ho acquistato da privato (aveva acquistato da costruttore) appartamento con annessa autorimessa e ho acceso mutuo. oggi il mio vicino vendendo casa vendendo casa ha scoperto da perizia dell'acquirente che il subalterno indicato nel suo atto di vendita risulta esser il locale che io occupo e di contro il subalterno indicato nel mio atto di vendita risulta un autorimessa di altro inquilo. insomma siamo interessati 4 inquili. mi chiedono restituzione chiavi locale anche se all'epoca del mio acquisto io effettivamente non verificai dati catastali ma solo i reali confinanti.
    cosa mi consigliate?
    grazie.
     
  2. erwan

    erwan Membro Attivo

    l'errore è nel riferimento catastale o nella descrizione del bene in atto?
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    capita, a volte un incidente del genere, importante verificare, come scritto sopra, da dove proviene il disguido, di solito è un semplice scambio e avviene nel caso in cui l'atto non venga stipulato allegando le schede, un tempo era normale, oggi una cosa del genere non capita

    la soluzione di solito, se non ci sono palesi differenze di valore e sopratutto se si è tutti d'accordo, si pattusce preliminarmente e poi in occasione del primo atto di vendita, si va dal notaio e si fa un atto di rettifica allineando le cose
    se invece qualcuno non è d'accordo può nascere il problema
     
  4. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Grazie per risposta,
    Si il problema è sorto perché un interessato non riesce a vendere la sua proprietà e tramite legale mi chiede 'immediata restituzione delle chiavi secondo lui da me illegalmente possedute, mentre io propongo solo rettifica atti.
     
  5. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Se hai contratto un mutuo nell'atto dello stesso vengono indicati i beni soggetti ad iscrizione ipotecaria per cui il box che hai acquistato nella contestualità dell'acquisto della casa è gravato da ipoteca a garanzia.
    Se c'è un errore di sub dovete identificare catastalmente le proprietà cosi come possedute con nuova attribuzione di sub e dare incarico al notaio che ha predisposto l'atto di provvedere alle rettifiche degli atti di compravendita e di mutuo se il sub che verrà assegnato al tuo box è diverso da quello risultante in atto.
    Se nell'atto di acquisto i confini indicati del box sono quelli corrispondenti è identificativo che il locale è quello che hai acquistato per cui non devi restituire le chiavi di nulla.
     
  6. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    il problema adesso è serio, ho ricevuto lettera da avvocato che mi ordina di restituire chiavi immediatamente pena addebito valore casa che non riesce a vendere.
    preciso:
    io/A: acquisto con mutuo 2007 appartamento piu garage grande da privato (suo acquisto 2003 da costruttore con confinanti reali ma nell'atto di vendita è indicato nel garage subalterno di C;

    B: acquista 2003 da costruttore garage grande con confinanti reali ma nel subalterno è indicato sulbaterno di D;

    C: (che mi chiede tramite avvocato restituzione) acquista 2006 da privato (2003 acquisto da costruttore) garage piccolo con reali confinanti ma subalterno di B

    D: acquista 2003 da costruttore garage piccolo con reali confinanti ma subalterno di a/mio (mi chiede anche lui chiavi e danni per aver posseduto garage piu piccolo invece del mio);

    ho risposto tramite legale che io vorrei rettifica atti e non fare cambio di chiavi.
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    la richiesta che ti fa, in questi termini, è folle e meriterebbe una risposta allineata

    al limite, se lui ha un garage come il tuo potete scambiarvelo, se tu occupi illegalmente un immobile suo, lui probabilmente occupa illegalmente un immobile tuo o di altri, in questo modo non se ne esce e non basta un palese errore a giustificare la richiesta che ti fa
     
  8. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    il mio garage è piu grande, ma io acquistai da privato tramite garage quel locale visionato, identificando i reali miei confinanti certo ho sbagliato a non controllare subalterno ma anche il notaio non è stato da meno.
    ho risposto tramite legale che voglio tenermi ciò che ho acquistato, ma lui nonostante stia vendendo casa, devono siglare rogito, mi minaccia di denunciarmi per possesso illegale e truffa fiscale, ho posseduto un locale piu grande invece di quello indicato sa subalterno.
     
  9. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Il Notaio sicuramente avrà riportato gli estremi catastali risultanti dall'atto di provenienza, chiedi una visura catastale del tuo box risulteranno probabilmente i mq afferenti a quel sub se anche questi corrispondono oltre ai confini che dici essere esatti è soltanto un errore catastale che va rettificato nell'attribuzione diversa dei sub. Una cosa non mi è chiara quello che tu indichi con D ha acquistato nel 2003 come mai soltanto oggi dopo aver utilizzato il box che aveva in atto per 9 anni avanza questa pretesa di scambio con il tuo? E poi la consegna della chiavi non da la titolarietà del bene a chi le possiede.
     
  10. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Il notaio che tra l'altro è colui che ha provveduto sulla carta a vendere inizialmente tutti i garage dice che effettivamente i subalterni sono stati invertiti e di conseguenza ciascuno di noi nella realtà ha una metratura diversa in quanto è sulla carta riportata quella del subalterno al catasto, mentre i confinanti rispecchiano la realtà di possesso ma non quella del subalterno.
    D adesso dopo 9 anni, visto che 8 anni a locato il tutto e vista differenza di metratura pretende di riavere garage come da subalterno in quanto piu grande! Preciso che D nel frattempo ha costruito nel garage in possesso un soppalco dicendosi disposto a toglierlo!
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    l'errore doveva essere evidenziato quando hai fatto il mutuo, il perito della banca avrebbe dovuto retificare questo errore, e la banca non ti avrebbe erogato il mutuo
     
  12. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    adesso invece?
    è giusto procedere con Atto di ricognizione e precisazione catastale come propongo io oppure cedere restituendo chiavi ?
     
  13. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Preciso che tra il primo mutuo 2007 e la surroga 2009, i periti hanno voluto visionare i locali accertandosi esclusivamente dei miei confinanti.
    cosa che hanno fatto anche i periti degli altri condomini, tranne in quest'ultimo caso, in cui C sta vendendo e il perito dell'acquirente ha preteso cartina catastale per dire che esiste errore.
     
  14. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Aiuto.
    Risposta del suo avvocato!:
    la buona fede è esclusa perchè all'atto dell'acquisto dovevo vedere la planimetria e accertartmi dell'errore (soltanto io??);
    non si può provvedere a rettifica atti perchè manca errore del notaio in quanto trattasi di illegittimo possesso all'atto dell'acquisto (secondo lui) ed inoltre sui garage gravano ipoteche da mutui.
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    secondo me avete ragione tutti e due, siete vittime di un errore
    il litigare servirà solamente a ingrassare gli avvocati e alla fine arriverete a concordare una linea mediana. Questo sarà sicuramente quello che il giudice del procedimento avviato vi esorterà a fare, quel giorno sarete tutti ben contenti di farlo ed avrete speso un piccolo patrimonio
     
  16. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Quale potrebbe esser la linea mediana se adesso dicono che non è stato errore ma solo appropriazione indebita e on cattiva fede?
     
  17. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    mi piacerebbe sapere come fa a dimostrare tutto quello del quale intende accusarti, su cosa basa la sua ipotesi accusatoria?
    per me è una tattica folle del suo avvocato che intende spaventarti
    in particolare sono reati penali, in caso di assoluzione potrai anche chiedere i danni morali
     
  18. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Il suo avvocato sostiene che non sono in buona fede perché nel 2007 avrei dovuto accorgermi della differente metratura ed avrei dovuto verificare esatta planimetria catastale (errore fatto pure da gli altri condomini) dunque sarei in male fede intenzionalmente
     
  19. erwan

    erwan Membro Attivo

    la legge prevede oggi che la planimetria sia presentata dal notaio alle parti per l'approvazione; ma un tempo non era così.
    non è quindi implausibile che nessuno si sia accorto della discrepanza
     
  20. Luciano72

    Luciano72 Nuovo Iscritto

    Lo so! Precisamente corre l'obbligo dal 2010 senza effetti retroattivi!
    Ma questo il suo avvocato non po' capisce!
    Dunque preparo esposto per tutelare miei diritti e vado avanti? O cedo garage chiedendo danni a chi me lo ha venduto?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina