• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Lauman

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#1
Ciao a tutti,
avrei un problema da risolvere per un immobile situato nella provincia di Firenze che ho acquistato da poco. Ho appena scoperto che la casa non è conforme al progetto depositato al genio civile nonostante avessi ricevuto regolare certificato di collaudo dal vecchio proprietario. In pratica il progetto prevede due travi di cemento armato all'interno di due delle pareti che dividono le stanze, ma in realtà tali travi non sono state messe in fase di costruzione. Premetto che il soffitto è spiovente con travi in legno a vista che dovrebbero essere sostenute da 5 travi perpendicolari in cemento armato. Sono state messe solo 3 di quest'ultimo tipo... I miei tecnici mi dicono che in teoria la struttura non avrebbe bisogno delle travi mancanti, ma non so come fare per regolarizzare ciò che è stato dichiarato al genio civile e non so cosa rischio in quanto proprietario.
Qualcuno mi può aiutare? Spero di aver spiegato abbastanza bene la situazione.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#2
Cioè...hai dei tecnici (suppongo "professionisti" qualificati) e vieni a chiedere in un forum come risolvere un problema che impone l'intervento di un tecnico?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#5
Non intendevo precluderti la possibilità di chiedere ma su questioni tanto delicate e complesse un forum serve per verificare quanto ti hanno proposto.

Non ho esperienza diretta con il Genio Civile su simile casistica e posso solo:
- presumere sia inevitabile tu ti faccio a assistere da un tecnico che sia in grado di dimostrare ed asseverare la non necessità di completare quanto era a progetto.
-attenzionare del tuo problema che nel forum forse ha esperienza su casistica simile: @Gianco e @griz
 
Ultima modifica:

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#6
In pratica il progetto prevede due travi di cemento armato all'interno di due delle pareti che dividono le stanze, ma in realtà tali travi non sono state messe in fase di costruzione.
perché non posti le due sezioni ortogonali tra loro che illustrino la situazione. Le travi in c.a. generalmente servono come capisaldi di un solaio pianeggiante oppure servono per sostenere la struttura di un tetto: non si capisce a quale situazione ti stia riferendo. La casa ha una struttura in c.a.? allora la casa ha un retico portante formato da travi e pilastri connessi tra loro. In questo caso i muri sono di tamponatura e non hanno funzione portante ma servono per la delimitazione degli ambienti. Diverso sarebbe il discorso se la struttura fosse di tipo misto cioè in muratura portante con anelli in c.a. di irrobustimento della muratura in prossimità dei solai. In questo caso ci sono dei tramezzi che pur non avendo una funzione portante sono considerati "collaboranti": se vengono tolti possono creare problemi al solaio di calpestio sovrastante.
 

Allegati

Ultima modifica:

Gianco

Membro Storico
Professionista
#7
Inizialmente. trovo strano che una struttura progettata in un modo venga variata completamente.
I quesiti da porre sono tanti:
- quando è stato realizzato il fabbricato?
- alla fine dei lavori è stato fatto il collaudo? Sebbene abbia affermato la sua esistenza mi
suona strani.
- l'agibilità è stata rilasciata?
- il progettista delle opere in c.a. è stato interpellato?
- ed il direttore dei lavori ed il collaudatore?
Le travi si distinguono in due tipi: a tacco e a spessore. Nel primo caso, sono evidenti, ma potrebbero essere camuffate dentro le pareti. Quelle a spessore sono inserite nell'altezza del solaio. Solo un attento osservatore noterebbe la loro presenza, generalmente evidenziate da una piccola filatura fra la struttura in cemento armato e la muratura, nel primo tipo.
 
Ultima modifica:

griz

Membro Storico
Professionista
#8
posto che in una struttura civile solitamente le strutture sono sovradimensionate, non capisco perchè qualcuno abbia progettato una cosa, qualcun altro l'abbia realizzata differente e un terzo l'abbia collaudata ugualmente. Non è normale
comunque puoi sempre far analizzare la cosa da uno strutturista che valuti se la struttura così com'è è sufficientemente dimensionata
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#9
Ma la domanda riguardava la valutazione sul dimensionamento e sufficienza della struttura, o come eventualmente uscirne sotto l'aspetto burocratico?
Ovviamente dipende anche dalla prima domanda: gli esiti quali sarebbero?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#10
Solo un tecnico dopo un sopralluogo può fare e dare valutazioni di quel genere. Almeno il mio intervento può spiegare cosa potrebbe essere successo e che, se fosse reale, sarebbe abbastanza grave, ma che, progettato, diretto e collaudato da tecnici abilitati, dovrebbe dare una certa tranquillità.
E' probabile che si sia allarmato perché conta tre travi ma le altre due potrebbero essere stata ridimensionate a spessore per un problema estetico. Quindi solo il collaudatore potrebbe dare una risposta rassicurante.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#11
In pratica il progetto prevede due travi di cemento armato all'interno di due delle pareti che dividono le stanze, ma in realtà tali travi non sono state messe in fase di costruzione.
in una struttura in cemento armato le travi sono gli elementi orizzontali che essendo collegate con i pilastri sono autoportanti, non hanno bisogno di essere sostenute lungo la loro campata libera, o di appoggiarsi ad altri elementi in muratura. Se ci fosse questa necessità significherebbe che è il progetto che non è corretto e chi ha approvato tale progetto e dato il permesso di costruire è responsabile. Se nel progetto hai visto delle travi dovresti vedere i pilastri ai quali le estremità delle travi sono collegate.
1544773362808.png
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#13
A meno che non siano travi a spessore, appoggiate all'estremità su muri portanti.
ritorni a quello che ho scritto nel mio primo intervento: l'edificio è costruito con struttura portante mista composta da murature e travi di irrobustimento della muratura per poterci appoggiare sopra il solaio. Cioè non ci sono i nodi tra travi e pilastri ed i pilastri in c.a. sono presenti solo nelle intersezioni dei maschi murari esterni. Ma in questi casi chi tiene su l'edificio è la muratura non le strutture in c.a. perché da sole non ce la farebbero ad assicurare la staticità del fabbricato. In un edificio costruito con struttura reticolare in c.a. non ci sono muri portanti ma solo tamponature: vedi la foto che ho postato nell'ultimo intervento.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#14
il soffitto è spiovente con travi in legno a vista che dovrebbero essere sostenute da 5 travi perpendicolari in cemento armato. Sono state messe solo 3 di quest'ultimo tipo...
la tua preoccupazione è che la copertura del tetto cada? In genere la tessitura primaria viene progettata in modo che la luce tra i due punti di appoggio della grossa orditura sia di lunghezza minore rispetto alla luce se la grossa orditura fosse posta in senso perpendicolare alla prima. A me sembra di capire che le travi di legno poste perpendicolarmente alla pendenza siano disposte in modo da poggiare solo con una estremità sulla trave in c.a. secondo questa sequenza:
trave in c.a.-muratura - trave in c.a.- muratura- trave in c.a.
anziché:
trave in c.a. - trave in c.a.- trave in c.a.- trave in c.a. - trave in c.a.
 

griz

Membro Storico
Professionista
#15
non so cosa rischio in quanto proprietario.
tornando al quesito finale del primo post: come proprietario non rischi nulla a mano che la struttura non sia stabile staticamente che quindi sia pericolosa, questo però sembra sia stato scongiurato da tecnici da te interpellati. Dal punto di vista burocratico non sei tu a dover essere responsabile ma chi ha costruito e collaudato.
 

Lauman

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#16
Grazie mille a tutti per i vostri contributi. La casa è stata costruita dal vecchio proprietario architetto nonché direttore dei lavori. Ha fatto il collaudo e chiuso la pratica al Genio Civile solamente prima di venderla con qualche anno di ritardo (e meno male che ci siamo accorti prima del rogito...). A quanto pare il collaudatore ha firmato ora alla fine, un po’ su fiducia evidentemente... Comunque il problema al momento sembra sia solamente burocratico in quanto i miei tecnici mi dicono che le due travi mancanti non sono indispensabili. Ed nel caso di una delle due a me fa gioco perché voglio buttare giù il muro ed unire due ambienti, e senza una trave in mezzo il risultato sarebbe decisamente migliore esteticamente. Non capisco però le strade che si possono percorrere per mettere in regola le carte prima di iniziare i lavori... per non rischiRe anche dei ritardi... aggiungo anche che sempre il collaudatore non si è accorto che su uno dei lati della casa ci sarebbe un piccolo muro che sporge facendo uno scalino: mentre sul progetto la casa risulterebbe un perfetto rettangolo in realtà su uno dei lati lunghi a metà c’è un angolo che sporge... insomma, mi spiego male,ma la domanda è come si fa a regolarizzare il tutto per avere perfetta conformità tra carte e realtà. Grazie.
 

Lauman

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#19
A metà della grossa trave in legno sotto ci dovrebbe essere una trave di cemento armato presente nel progetto ma non nella costruzione attuale. La trave di legno è lunga circa 7 m
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto