1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    Buongiorno a tutti
    pubblico questo post per chiedervi un'opinione su una cosa che mi ha lasciato a bocca aperta: ieri, mentre visionavo un'azienda per una valutazione assieme al mio geometra di fiducia, abbiamo scoperto dall'atto di acquisto (fatto a metà anni '90!) che il notaio ha fatto un macroscopico errore, dimenticando di trasferire la proprietà di parte del capannone (magazzino esterno e cortile, censiti su altro sub.).
    Ora a distanza di quasi venti anni e senza che mai nessuno si sia accorto di nulla, che si fa? Si può andare dal notaio a fare un atto che "emenda" quello sbagliato o si deve per forza fare una nuova compravendita?
    Vi ringrazio peri vostri contributi sempre di grande aiuto.
     
  2. federobe

    federobe Nuovo Iscritto

    Esiste anche l'usocapione o prescrizione acquisitiva. Credo che comunque il più qualificato a darti una risposta, possa essere un notaio ( se fosse ancora quello di 20 anni fà ci dovrebbe pensare lui !!). Ciao
     
  3. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    può essere stata una "dimenticanza"...basterebbe un atto integrativo ora per allora...e poi concordo con federobe
     
  4. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    Concordo anch'io con entrambi, ma una domanda forse sciocca ma oltre il dato catastale nudo e crudo non c'è null'altro nell'atto che poi descriva o faccia riferimento all'immobile e alla sua composizione??
     
    A Massimiliano Lusetti piace questo elemento.
  5. Massimiliano Lusetti

    Massimiliano Lusetti Membro dello Staff

    Ottima osservazione Salvo. Va infatti ricordato che in Italia non è il catasto probatorio della proprietà immobiliare ( tranne quello tavolare delle provincie autonome di Trento e Bolzano) . La prova si ha nell'atto registrato e nella descrizione del bene. Mi pare pertanto strano che la descrizione del bene non permetta di evincere che all'interno dell'atto è stata trasferita anche la "particella dimenticata". Notaio arraffazzonatore sicuramente, ma anche la proprietà ha i suoi meriti nel non notare una cosa così macroscopica! :)
     
    A salvo cervino piace questo elemento.
  6. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    Massimiliano concordo con te, in mancanza assoluta di altre tracce verrebbe da ritenere che quella parte afferente ai sub xx non sia stata trasferita; sarebbe il caso comunque di verificare: a) se queste unità siano autonome o dichiarate ( a suo tempo ) pertinenze; b) se l'area di sedime è rappresentata da unica particella o no ecc.
    La rettifica si può fare e da verificare se in effetti ci fu l'errore. Nel caso del possesso continuativo dell'immobile non trasferito, prescindendo se fu oggetto di compravendita o meno, lo si può usucapire.
    Un saluto
    Salvo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina