1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    tra non molto dovrò preparare un contratto di affitto per un appartamento a canone libero.
    E’ la prima volta e temo figuracce con il conduttore.
    In genere dovrebbe essere il proprietario quello più esperto…
    Sono alla ricerca di esempi di contratti a cui ispirarmi.
    Sapete dove posso trovarne qualcuno ben fatto ?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
  3. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ti ringrazio per l’indicazione, è un buon sito, anche se i file dei contratti editabili sono a pagamento. Comunque penso che li acquisterò.

    In pratica, da quanto ho capito leggendo qua e là, per affittare l’appartamento a canone libero e cedolare secca, dovrò:

    discutere e raggiungere un accordo verbale per il contratto
    chiedere la fotocopia dei documenti ai futuri inquilini
    inviare raccomandata comunicando l’intenzione di usufruire della cedolare secca
    firmare e far firmare il contratto
    attendere il pagamento del bonifico del primo mese e cauzione
    inviare telematicamente il modulo Siria all’AdE (e consegnarne una copia al conduttore)
    dare le chiavi all’inquilino

    sperare, dopo tutta questa fatica, che paghi anche le mensilità successive...
    Mi è sfuggito qualche cosa? E' giusto l’ordine delle operazioni?
     
  4. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa

    Provo a rimettere in ordine:
    - discutere e raggiungere un accordo verbale per il contratto
    - chiedere la fotocopia dei documenti ai futuri inquilini e della busta paga, certificato della pensione o dichiarazione dei redditi (verifica che il reddito gli permetta di sostenere la locazione)
    - stendere il contratto indicando l'adesione alla cedolare secca, in caso di rinuncia a tale regime indicare la % ISTAT da applicare per l'adeguamento del canone. Per il contratto si può usare il software "Contratti di Locazione" scaricabile dal sito dell'Agenzia e personalizzare le parti che si intende modificare per adattarle alle proprie esigenze.
    - stampare e firmare due copie del contratto di locazione (una per il locatore una per il conduttore), firmare il verbale di consegna immobile( anche qui due copie), farsi dare deposito cauzionale e la rata del primo canone di affitto, dopo di che consegnare le chiavi
    - portare tutto in banca. Ti ricordo che stai facendo un contratto di 8 anni, hai valutato lo stato di solvibilità degli inquilino per cui non ha senso aspettare di incassare l'assegno per consegnare le chiavi ...di pagamenti ne dovrai incassare un bel po, dimostrare subito malfiducia verso l'inquilino è partire col piede sbagliato. Poi se vogliono fregarti i primi pagamenti li fanno regolarmente ...sono i successivi che non vedi più.
    - registrare mediante il modello SIRIA il contratto di locazione
    - aspettare di ricevere la ricevuta nel proprio cassetto fiscale sul sito dell'Agenzia delle Entrate (un paio di giorni) e consegnarne una copia all'inquilino.

    Finito, buona locazione :stretta_di_mano:
     
    A Carlo27 e fiorello64 piace questo messaggio.
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti consiglio vivamente di rivolgerti ad un'associazione di piccoli proprietari immobiliari: UPPI, ASPPI, APPC, etc. In questo settore non solo per i principianti, ma anche per chi si ritiene esperto il fai-da-te è pericoloso.
     
    A ingros76 piace questo elemento.
  6. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ti ringrazio per i preziosi consigli.
    Hai perfettamente ragione, è inutile premunirsi sulla prima mensilità, quando a prendere la fregatura ci sono anni di tempo. Il mio era un ragionamento valido per una vendita, non per un affitto.

    Invece sul discorso di chiedere la busta paga e la dichiarazione dei redditi ai futuri inquilini, beh, conoscendomi, non so se sarei in grado di chiederlo espressamente. Al massimo potrei dirgli che lo affitterò a chi mi dà maggiori garanzie, e vedere cosa succede.
    A questo proposito, se lo affittassi a studenti, le garanzie dovrebbero darmele i loro genitori , anche se il titolare dell’affitto sarebbe lo studente ?
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se lo vuoi affittare a Studenti, magari chiedi che sia effettuata una Fidejussione e regolati secondo quanto riportato in questo esempio di contratto;
    http://www.tutelati.it/contr_stu.htm
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Condobip, non sai fare altro che consigliare di comprare i modelli di contratti di tutelati, e non di rivolgersi ad una agenzia immobiliare
     
  9. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Rispondo a quanto è stato chiesto nulla di più e nulla di meno, e visto che, senza nulla togliere agli altri che hanno scelto e suggerito di affidarsi ad agenzie, che a quanto pare l'O.P. ha (immagino) già preso atto, continuo sulla mia opinione e condotta nella risposta, spero che tu non abbia nulla in contrario :)
     
  10. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma se non chiedi la busta paga (o la dichiarazione dei redditi o altro) come fai a verificare se hanno garanzie o meno ...ti fidi di quello che dicono???!!!

    Se ti fai problemi a chiedere in visione una busta paga, se sicuro di essere in grado di far rispettare le regole a un gruppo di giovani studenti che vivono soli in un appartamento?
    Non farti problema a chiedere tutto quello che ti serve, e se qualcosa non ti convince o se senti troppe scuse o richieste strane, passa oltre.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  11. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mi era stato detto che non è possibile fare un contratto per studenti universitari, con "canone libero" e "cedolare secca".
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
  13. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mi era stato detto che il contratto per studenti universitari (6 mesi - 3 anni) entrava nella tipologia dei contratti a "canone concordato", che sono nettamente inferiori ai prezzi di mercato ottenibili con il "canone libero", dove è possibile solo il 4+4.

    Nell'articolo che mi hai segnalato, la cosa non mi risulta chiara.
    Conferma che i contratti per studenti rientrano in quelli a "canone concordato", ma prevede anche una oscillazione del canone di ampiezza non dichiarata:

    "Studenti fuori sede affitto – I canoni di locazione sono quelli definiti in appositi accordi locali sulla base dei valori per aree omogenee stabiliti negli accordi territoriali, come previsto dall’art. 1 del D. M. 30/12/2002.
    Tale accordo prevede che le fasce di oscillazione del canone di locazione all’interno delle quali, secondo le caratteristiche dell’edificio e dell’unità immobiliare, è concordato tra le parti. Per ogni singolo contratto è possibile tenere conto della presenza del mobilio, di particolari clausole, delle eventuali modalità di rilascio."
     
  14. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, questi contratti, ovviamente "concordati" tra le parti, vedi l'art. 1 D. M. 30/12/2002, prevede;

    1. Gli Accordi territoriali, in conformità delle finalità indicate all'articolo 2, comma 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431, stabiliscono fasce di oscillazione del canone di locazione all'interno delle quali, secondo le caratteristiche dell'edificio e dell'unità immobiliare, è concordato, tra le parti, il canone per i singoli contratti.

    Per cui devi vedere quali sono questi accordi territoriali nella tua zona (Milano), io non sono in grado di accontentare questa tua curiosità.
    Forse adimecasa che è di Bergamo potrebbe conoscerli :)
     
  15. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Infatti, meglio un'agenzia immobiliare o un'associazione di piccoli proprietari, che il fai-da-te improvvisato. Un'agenzia SERIA fa anche le pulci all'aspirante locatario, il compenso da lei richiesto è benedetto.
     
  16. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se sei di milnao rivolgiti all'UPPI (che tra l'altro è una delle associazioni firmatarie degli accordi col comune per i contratti a canone concordato, quindi anche gli studenteschi) o a qualche altra associazione di categoria.
    Loro ti aiuteranno a fare i calcoli dei prezzi massimi e mini previsti per il tuo appartamento in base alle tabelle approvate per zona. Il contratto è standard e già scritto ed è quello approvato in fase di firma degli accordi territoriali, non devi inventarti niente di nuovo.
     
  17. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Per chi avesse seguito la discussione, volevo fare un aggiornamento.

    Ho interpellato 4 agenzie immobiliari, tutte in un raggio di 100 metri dal mio appartamento, ponendogli la questione:
    “come gestite un affitto per studenti della durata di 1 o 2 anni? Proponete uno specifico contratto a canone concordato per studenti universitari, o un canone libero 4+4 ?"

    Mi hanno guardato come se fossi un marziano. Il canone concordato non lo hanno mai fatto perché è inferiore alla metà di quello libero. Per loro esiste solo quello libero 4+4.

    Per la provvigione chiedono 1 mensilità del canone + IVA sia al locatario che al conduttore. Considerato che dopo 1-2 anni lo studente se ne va, non è poco. Anche perché una volta firmato il contratto il loro compito è finito, mentre i guai in genere arrivano dopo…
     
  18. Filippo

    Filippo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Comunque non ti preoccupare se ti vuol fregare, non ci sono contratti che tengono. Devi assicurarti che ha delle proprietà, solo allora puoi fare un buon contratto-
     
    A alex4515 e ingros76 piace questo messaggio.
  19. bloch

    bloch Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Non se può essere ancora utile a Filippo, ma da proprietario di casa, dopo aver a lungo girovagato su internet in cerca di un modello decente di contratto, ho trovato un sito iurame.it Ci sono alcuni modelli gratuiti (con delle guide devo dire ben fatte) e soprattutto si parla di alcuni difetti (chiamiamoli così) dei modelli che si trovano su internet. In breve, non sono aggiornati e presentano clausole non considerate valide dai giudici.
     
    A RoBi85 piace questo elemento.
  20. archirebi

    archirebi Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Cercate un agenzia immobiliare preparata, a mia madre hanno fatto firmare (come locatore) un contratto 3+2 a canone libero.....adesso che si fa...??? Studiandosi un pò le due leggi principali e prendendo qualche faxsimile di contratto su internet ci si sbroglia abbastanza bene.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina