1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. marestella

    marestella Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,

    Mia madre ha ricevuto un decreto di esproprio e nella tabella di risarcimento sono indicati dei valori:
    - Valori agricoli €mq 1,60
    - V.A.M. €mq 1,10
    - superficie da espropriare mq. 185
    - indennità provvisoria di base: € 296

    Vorrei capire se accetto entro i 30 giorni con la firma dell'atto notorio allegato al decreto mi risarciscono l'importo di € 296 (mq. 185 x € 1,60) perchè un geometra mi dice che se accetto entro i 30 giorni mi dovrebbero risarcire oltre € 1,60 al mq anche il bonus di € 1,10 al mq. (mq. 185 x € 1,10 = € 203,50) totale € 203,50 + € 296,00 = € 499,50.
    Altri mi dicono che invece mi risarciscono solo € 1,60 al mq e mi consigliano di non accettare con una lettera raccomdata così entro 20 gg. viene comunicato un tecnico della provincia che con un mio tecnico di fiducia ci si può accordare con un nuovo prezzo ed il prezzo del tecnico quanto poi mi costa?
    Il valore del terreno agricolo è intorno a € 1,60 o superiore?
    Ho visto qualcosa su internet che parlano di nuove leggi della CEDU che tutela tantissimo l'espropriato e che le leggi italiane non sono più in uso, perchè firmando l'atto notorio rischio di non essere pagata subito, non posso usufruire della retrocessione in caso di non realizzazione dell'opera, che la provincia non dà mai la somma per intero perchè poi si trattengono il 25% di ritemute fiscali, etc....

    Mi potreste aiutare se conoscete questo argomento? Sapreste aiutarmi a trovare le nuove leggi a cui fare riferimento?
    Grazie mille.

    Stella
     
  2. maxbiag

    maxbiag Membro Attivo

    Professionista
    Lei deve procurarsi la tabella dei valori agricoli medi (VAM) predisposti dalla Sua Regione e sulla base di essi, l'indennità di esproprio si calcola così:
    1. Se Sua madre è coltivatrice diretta tale valore deve essere triplicato in caso di accettazione dell'indennità entro i 30 gg. (esempio: 1,6 €/mq. X 185 mq. X 3)= Euro 888,00.
    2. Se sua madre non è Colt. diretta il valore è : 1,6 X 185 X 1,5 = € 444
    Il riferimento normativo è il testo unico sugli espropri D.P.R. 327/2001 art. 45.
    Cordialmente
     

    Files Allegati:

  3. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Confermo quanto dice il Maxbiag e, per mia precedente esperienza nel ramo degli espropri (circa 15 anni fa....) e delle servitù coattive e/o bonarie, mi interesserebbe sapere a quale utilità verrà assoggettato il terreno da espropriare. Se si tratta dell'allargamento di una strada, o se si parla del passaggio di un elettrodotto, metanodotto, ecc. ecc. Nel caso di elettrodotto (trattavo queste opere.....) ci sono altri margini di accordi. Potrò suggerirli se è questo il caso che ricorre.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se viene un tecnico della provincia con un tecnico di tua fiducia cosa ti costa, ti conviene trattare direttamente con il tecnico della provincia e penso che risparmierai più
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina