1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giulio83pa

    giulio83pa Nuovo Iscritto

    patrimonio diviso tra 3 persone madre e 2 figli

    patrimonio sig. xxxx yyyyy madre
    casa A 1/3 1/3 1/3
    casa B 1/3 1/3 1/3
    casa C 1/6 1/6 4/6
    magazzino D 1/6 1/6 4/6
    magazzino E 1/3 1/3 1/3
    casa mare F 1/6 1/6 4/6

    il tutto ereditato da una 4° persona (marito/padre) morta

    ora il figlio xxxx minaccia che alla morte della madre si debba vendere tutto in blocco è una minaccia che ha un fondamento ?

    il figlio yyyy (io) può adottare qualche provvedimento con l'appoggio della madre per scongiurare quanto minacciato ? non voglio che i sacrifici di mio padre di una vita vadano in fumo per del semplice denaro fino a poco tempo fa si era concordi con mio fratello che ci si sarebbe divisi il patrimonio equamente 2 case(città) e un magazzino a testa e 2 case (mare + città) e un magazzino .

    1)quando sarà tutto al 50% possono obbligarmi a vendere tutto ? esiste un modo legale per evitare la perdita del patrimonio ?

    2)posso comprare le quote di mia madre o mio fratello mi agevolerebbe in qualche modo ?

    Grazie dei vostri consigli
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    1) Per poter vendere, tuo fratello ha bisogno del tuo consenso e della tua firma.

    2) Se tuo fratello vuol vendere la sua quota (ancora indivisa), deve notificarti la proposta di vendita indicandone il prezzo. Entro il termine di due mesi, se vuoi acquistare, gli comunichi l'accettazione ed in questo caso il contratto è concluso.

    saluti
    jerry48
     
  3. giulio83pa

    giulio83pa Nuovo Iscritto

    Grazie JERRY48

    ma se io oggi compro la quota di mio fratello e la quota di mia madre un domani secondo te lui potrebbe impugnare l'atto come vendita fittizia per quanto riguarda la quota di mia madre ?
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il principio di base è che chi è proprietario di un immobile può cederlo a titolo oneroso, cioè venderlo, a chi vuole e quando vuole.
    Quindi un genitore può vendere un immobile anche a uno solo dei figli.
    Tieni presente, che secondo le attuali normative di legge, in un atto di compravendita è obbligatorio indicare precisamente le modalità di pagamento del prezzo di acquisto di un immobile e ciò mette al riparo da qualsiasi contestazione.
    Nessuno può opporsi nè ora nè in futuro e non c'è bisogno di particolari forme di tutela.
    Comunque un consiglio: una capatina da un notaio può toglierti qualche dubbio che hai ancora.
    saluti
    jerry48
     
  5. giulio83pa

    giulio83pa Nuovo Iscritto

    grazie ancora a breve andrò da un notaio e chiederò grazie mille e buona giornata
     
  6. giolucianipinsi

    giolucianipinsi Membro Ordinario

    Jerry48 è sempre affidabilissimo.
    Sul piano pratico, però, ti segnalo che in un caso simile, quello che si trovava nella tua posizione ha detto al fratello: "Vendere? Vai avanti tu, a me vien da ridere..."
    Dopo quasi un anno è stato il fratello "venditore", a venire a Canossa, con più miti consigli...
    A meno che non ci siano le code di aspiranti acquirenti che si stanno azzuffando davanti ai vostri immobili... sarebbe un caso unico, di questi tempi...
     
  7. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    scusa Jerry48, ma in base a quello che mi hai scritto l'altra volta (lì certo erano tutti d'accordo) giulio83 e ilo fratello formano tutta la massa ereditaria uno si prende una parte e l'altro l'altra, uno se la tiene e l'altro se la vende e sperpera tutto. qui è tutto legale! non ho capito cosa vuole giulio83: non vuole che il fratello sperperi la sua parte? la cosa è lodevole e mi trova d'accordo ma se è per legge capace di intendere e di volere (per noi forse non lo è, ma è un altro discorso) lui è libero di farlo. Poi se la sua paura è che l'obblighi a vendere tutto, questo non lo ho capito. c'è abbastanza per tutti da dividere. mica è una sola casa che non si sa che fare...
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    :daccordo::ok:
     
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Giulio83 vuole che il fratello non l'obblighi a vendere tutto il patrimonio in blocco. Vuole semplicemente tutelarsi.
    saluti
    jerry48
     
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non capisco! può il fratello poter far vendere il tutto? qui c'è la sostanza affinchè si possa dividere (cosa che ritengo giusta) tutta l'eredità ed ognuno possa entrare appunto nella parte propria, no? se le parti sono congrue lo capiscono tutti, no? i litigi avvengono quando uno si vuole appropriare del di più, e non mi pare che
    si sia accennato a questo. ognuno ha gli occhi per vedere e credo non ci sia bisogno di tecnici per fare le parti. poi se cede un pochettino per farlo contento, io credo che ci guadagnerà in soldi e nervi. insomma tu ti prendi il tuo e io il mio. dove sta il problema?
     
  11. giulio83pa

    giulio83pa Nuovo Iscritto

    che la moglie di mio fratello pensa solo a :soldi::soldi: e se lei non fa quello che le dice lei lo minaccia che lo lascia e lui piange ..... e sono pure in separazione dei beni...
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    insomma, stai cercando di frenarlo per salvarlo? a questo punto, oltre che l'encomio, ti dico che ogni arma che potrai usare sarà quella giusta. comunque ricordati che la tua eredità sarà sempre salvo, qui ti copio cosa ci dice jerry48:
    La divisione si svolge attraverso distinte fasi:
    1) formazione della massa ereditaria compresi i beni che sono stati donati dal de cuius;
    2) stima dei beni (art. 726 c.c.) secondo il loro valore di mercato, tuttavia l'autorità giudiziaria può indicare una persona, che effettui la stima, che non sia erede o legatario: la divisione proposta da questa persona non vincola gli eredi, se l'autorità giudiziaria, su istanza di taluno di essi, la riconosce contraria alla volontà del testatore o manifestazione iniqua.
    3) formazione delle porzioni spettanti a ciascun erede (art. 726 c.c.), ma se il testatore ha indicato le porzioni, queste sono vincolanti per gli eredi; nel caso vi sia ineguaglianza in natura delle quote ereditarie, si provvede con un conguaglio in denaro.
    4) assegnazione o attribuzione delle porzioni art. 729 c.c.)
    L'assegnazione si ha quando le porzioni sono uguali ed è fatta mediante estrazione a sorte, mentre l'attribuzione si ha quando le porzioni sono diseguali.

    caro jerry48, mi puoi spiegare la procedura dei 4 punti che hai sottolineato per una buona divisione dei beni? mi piacerebbe sapere se gli eredi, poniamo di comune accordo, possono formare la massa ereditaria, poniamo due appartamenti e denaro, e successivamente possono dividersi, pur se diversi, un appartamento uno e un appartamento e denaro l'altro. formate le porzioni, senza insomma interventi esterni, notai o avvocati, possono procedere all'attribuzione delle porzioni. a questo punto mi sembra che non ci sia dubbio che bisogna ricorrere al notaio per ufficializzare le proprietà. stando all'interno del milione di euro di franchigia a quali problemi possono incorrere gli eredi, se le parti potrebbero essere diseguali, una casa ad uno ed una casa e soldi all'altro, con evidenti disparità formali perchè i valori legali delle case sono minori del costo reale? credo mi sia spiegata, vero?

    Jerry48: Esatto, l'atto di divisione del patrimonio ereditato con assegnazione di beni è uno strumento giuridico attraverso il quale si cessa lo stato di comunione esistente tra più soggetti, con l'attribuzione a ciascuno di essi della titolarità esclusiva su una parte determinata del bene o dei beni in comune per un valore corrispondente a quello della quota spettante nello stato di indivisione.
    Per quanto riguarda la divisione "contrattuale" (d'accordo gli eredi) essa soggiace a forma scritta qualora abbia ad oggetto beni immobili ed è soggetta a trascrizione (notaio ecc.) e riguarda anche beni mobili registrati, incluse, auto, barche od altro

    credo che mai potrai leggere qualcosa di più chiaro.
     
  13. giolucianipinsi

    giolucianipinsi Membro Ordinario

    Arciera, la situazione è diversa da quella dell'altro "dibattito".
    Qui è sufficiente dire al fratello "venditore" che venda pure, se gli altri eredi comproprietari non vogliono vendere.
    Non troverà nessun idiota che compra un terzo di un immobile, in comproprietà con altre 2 persone.
    Se poi il fratello venditore, di fronte all'impasse, verrà a più miti consigli, si valuterà se fare i riparti degli immobili, uno o più a ciascun erede, con relativi conguagli in denaro.
    In quel caso, basterà proporgli che si tenga lui gli immobili di maggior valore, pagando cash la differenza agli altri eredi. Vedrai che verrà a consigli ancor più miti...
    Se il fratello venditore ha "fame" di soldi, la miglior cura e mandarlo a"mangiare".
    Non troverà nessuno che sfama la sua fame di soldi, vedrete...
     
  14. giulio83pa

    giulio83pa Nuovo Iscritto

    e se aspetta la morte (spero mai) di nostra madre dove da quel momento saremo al 50 % tutti e due è questo mi preoccupa che poi lui che avrà la mia stessa quota sul patrimonio imponga in qualche modo la vendita dell'immobile o magari non paga le tasse ed equitalia si porta tutte cose
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    uffà! e con quest'ultimo intervento di giulio83, io di nuovo non ci capisco più nulla. Non c'è solo un appartamento per cui un fratello (forse giustamente) reclama una parte e quindi o indennizzo o vendita. qui siamo alla presenza di una bella eredità che si può spartire. E' qui che io mi perdo. Giulio83 che cosa vuole? vuole che tutto il patrimonio del padre non si disperda? e chi lo dovrebbe gestire? Io sono ferma al vecchio testamento laddove il figlio scialacquone (detto anche prodigo) persino in vita reclama la sua parte al padre. e poi ramingo torna a testas china in casa e l'altro fratello offeso fa al padre: ma come tu uccidi un vitrello grasso per colui che ha dilapidato la parte del capitale che ti apparteneva e me, che sono stato a curarti e a far fruttare il capitale, non mi festeggi?. A questo punto, per chiarirci tutti le idee, il fratello, io dico, fin da ora dovrebbe entrare in possesso della sua parte. fate da bravi la divisione, sciogliete la comunione dei beni fin da ora, e se casomai dovesse scialacquare con la benemerita di sua moglie il suo capitale, tu sii pronto ad uccidere il vitello grasso, perchè tu, io sono certa, conserverai e amplierai ciò che tuo padre ha costruito
     
  16. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Allora giulio83,
    alla morte della mamma (come speri tu mai) rimarrete due fratelli con l'eredità al 50% ciascuno.
    Avrete 4 case e due magazzini da dividervi. Penso che non sia impossibile fare una divisione equa. Due case e due magazzini ciascuno. C'è disparità di valore? Tuo fratello che vuole vendere magari ti conguaglia o viceversa.
    Devi tener presente, che tu non puoi impedirgli di vendere la sua parte di eredità e lui non può importi di vendere la tua quota.
    Questo se fate la divisione in accordo.
    Se invece, ancora non cè stata divisione, ti ripeto ancora: che non può obbligarti a vendere tutta l'eredità. E' necessaria la tua firma!!!.
    Tuo fratello non vuol dividere? Chiedi la divisione giudiziale.
    Per quanto riguarda l'acquisto della quota di tua madre, è fattibile, ma non deve essere fittizia (per la tracciabilità) e non ci può essere neanche donazione, perchè in questo caso tuo fratello può pretendere la sua quota.
    Spero di essere stato chiaro.
    saluti
    jerry48
     
    A arciera piace questo elemento.
  17. giulio83pa

    giulio83pa Nuovo Iscritto

    grazie sei/siete stato/i chiarissimo/i , spero che mio fratello si ravveda e spero che accetti una giusta spartizione .
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina