1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ringo

    ringo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti! Avrei bisogno di un prezioso consiglio.Dopo aver concordato con l'impresa costrutrice,un computometrico estimativo per la ristrutturazione della casa per un importo di circa 41000 euro alla fine dei lavori e dopo aver saldato il conto in due stati di avanzamento,il titolare dell'impresa mi chiede ancora dei soldi per dei lavori eseguiti fuori dal computo senza avermi avvisato prima di farli nonostante io al momento dell'inizio lavori gli avessi raccomandato di farmi presente ogni imprevisto fuori dal computo.La fattura oltre il prezzo concordato è di circa 19000 euro!!!Gli ho chiesto una lista dettagliata dei lavori eseguiti per tale importo ma ancora non l'ho avuta e lui non fa altro che pretendere i soldi minacciando di prendere provvedimenti per averli ( ingiunzione di pagamento tramite avvocato) Come potrei tutelarmi ? Grazje
     
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ciao, quello che dici è grave, ma è tipico di alcuni soggetti d'impresa.
    Se all'atto del CME e della stipula del contratto, si è accordato che non vi sono ulteriori riconoscimenti se non appositamente autorizzati e sottoscritti dalle parti; così come se nell'arco dei lavori, ne tu e ne altri componenti del nucleo familiare hanno richiesto variazioni , oppure sono a conoscenza di tali variazioni, allora non devi nulla e lui può ingiungere a tutte le sedi giudiziarie.
    Ma se contrariamente uno di questi elementi non è così allora, la faccenda cambia...
    Spero esserti stato chiaro...:)
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ammesso e non concesso che i lavori extra contratto sono stati svolti, ti chiedo chi li ha autorizzati? Il Direttore dei Lavori ne era a conoscenza? Esiste una sua autorizzazione, eventualmente concordata con te?
    Comunque se lui ha delle richiesta da avanzare deve, obbligatoriamente, una descrizione dettagliata dei lavori con un apposito computo metrico estimativo, possibilmente sottoscritto dal D.L. che li avrebbe autorizzati, forse perché indispensabili. In assenza di un'accettazione della D.L. e di regolare fattura l'impresario non può pretendere nulla e tu non sei obbligato a soddisfare le sue richieste di parte.
     
  4. ringo

    ringo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    I lavori extra non sono stati autorizzati da nessuno perchè come ho già detto nonostante l'avessi avvisato al momento della stipula del contratto, di informarmi qualora vi fossero stati, considerando che dovevo attenermi al badget di cui di disponevo senza incorrere in spiacevoli sorprese. Nonostante ciò nessuno compreso il DL mi a mai detto che determinati lavori non figuravano nel CME. Il DL mi dice che a questo punto sarebbe meglio trovare un accordo magari chiedendo uno sconto,ma io sinceramente mi sento preso in giro essendo stato corretto nell'esporlo non una ma più volte. Lui però mi dice che non essendoci nulla per iscritto è come se io avessi accettato i lavori svolti in extra. Considerando che qualche imprevisto poteva starci,non avrei mai pensato di certo ad una cifra cosi esagerata e per questo credo che sarebbe stato opportuno essere al corrente per fermare i lavori visto che non erano neanche estremamente urgenti da compromettere l'agibilità della casa. Ora anche il fatto che non mi fornisca almeno una lista dettagliata dei prezzi per l'esecuzione di questi extra lavori mi fa pensare ancora di piùad un imbroglio. Nel ringraziarvi per le vostre risposte vi chiedo di fornirmi ulteriore aiuto man mano che questa spiacevole situazione andrà avanti,fino ad una (spero!! ) giusta soluzione. Ancora grazie e a presto
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il direttore lavori era latitante? O era presente quando invece e come l'opera veniva svolta. Corresponsabilità anche da parte sua, a mio parere, e...possibile "aumma aumma".
     
  6. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Noi, nel mio condominio in Barletta, siamo incorsi in un fatto simile al tuo.
    Nonostante il "computo metrico" accettato e sottoscritto; nonostante un contratto d'appalto accettato e sottoscritto, l'impresa ci aveva chiesto - a fine lavoro - un surplus pari al 50% del computo metrico. Siamo in causa poichè - sulla base della documentazione in nostro possesso - nulla gli è più dovuto. Regolati di conseguenza. Piuttosto pago €. 5.000,00= ad un avvocato anzichè farmi "rapinare" €. 19.000,00= per dei lavori non concordati ed arbitrari.
    :rabbia:
     
  7. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ho rivisto pochi giorni fa una causa a Forum proprio di questo tipo: se la fattura presenta un aumento (anche se indispensabile per degli imprevisti) del 30% in più del concordato, tale aumento doveva essere concordato tra le parti (meglio per iscritto).
    La proprietaria della casa in cui sono stati fatti i lavori ha dovuto pagare solo le spese vive documentate (mattoni, cemento ecc.) che l'impresa ha impiegato per questi lavori extra.......[DOUBLEPOST=1409577041,1409576955][/DOUBLEPOST]Ho rivisto pochi giorni fa una causa a Forum proprio di questo tipo: se la fattura presenta un aumento (anche se indispensabile per degli imprevisti) del 30% in più del concordato, tale aumento doveva essere concordato tra le parti (meglio per iscritto).
    La proprietaria della casa in cui sono stati fatti i lavori ha dovuto pagare solo le spese vive documentate (mattoni, cemento ecc.) che l'impresa ha impiegato per questi lavori extra.......
     
  8. ringo

    ringo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il materiale occorso è già stato pagato da me a parte dall'importo chiesto in fattura che comprende solo la manodopera!! A questo punto se verrò citato in tribunale preferisco dare i soldi ad un avvocato piuttosto che regalarli ad una impresa disonesta.
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Grazie anche ad un direttore dei lavori poco serio. A questo punto potresti interpellare il suo ordine professionale.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
  11. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per il mio caso, in Barletta, l'ho denunciato all'Ordine in considerazione del fatto che, essendo incluso il Suo onorario nelle rate versate all'Amministratore e da questi girate all'Impresa, dichiarava di non aver ricevuto il suo "appannaggio".
    (Da tenere conto - tra l'altro - che la moglie del DD.LL. è un avvocato penalista).
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    I Lavori extra o in economia vanno concordati sempre, di solito l'impresa chiede alla DL, ne spiega il motivo ci si parla e lo stesso riferisce al Committente.
    una Premessa, fare un computo preciso e perfetto è impossibile, prevedere tutto su una ristrutturazione e questo si traduce in (spesso) mancanza di voci necessarie a completare l'opera.
    Nonostante tutto onde creare dissapori, quando ci sono queste problematiche, occorre parlarne poi con la Dl che lo farà capire al Committente. Ci si dovrebbe parlare tra persone adulte, quindi ci si dovrebbe capire.
    La mia esperienza come impresa: villa da oltre 400.000E, nel progetto la DL e progettista non ha previsto per niente l'allaccio fognario, tra l'altro in collina e tutto su un pendio per andare ad intercettare una strada sottostante (un centinaio di metri di lunghezza circa) assolutamente non prevista nel computo.

    Aldilà dell'usabilità o meno che è evidente senza un allaccio fognario un'abitazione è inagibile per cui sei costretto a farla.

    Però parlandone a priori con la DL e facendolo presente al cliente siamo riusciti a far capire l'esborso.
    Quello che mi preme è far capire che non sempre l'impresa è li per rubarvi i soldi dalle tasche, ma c'è anche (come me) chi vi spiega i lavori (prima) di fare o non fare fermandosi.
    Poi come in tutti i settori c'è il bene ed il male...ma questo è un'altro discorso.
     
  13. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Caro Daniele 78, forse potrei essere d'accordo con te ma, nel mio caso quando l'Impresa dichiara che ha visionato l'immobile e verificato le misure (non solo citate nel C.M. ma precisate nel Contratto d'Appalto) e poi, in sede di avanzamento lavori (oltre il 50% già realizzato), mi richiede su totale di mq. 1008 un'aggiunta di oltre mq. 400 per un errore di calcolo (il tutto d'accordo con il D.L.?????), ritengo che la cosa puzzi lontano un miglio di truffa; e bada bene: non si tratta di mq. 40 o anche mq. 100 (la cosa sarebbe passata sottogamba), bensì di oltre mq. 400 su un totale di mq. 1008.=.
    Ritengo differente la situazione da te prospettata rispetto alla mia, realistica!.
     
  14. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Io non conosco la vostra situazione e posso prenderla pure per buona, sappi che la mia situazione è realistica ne più ne meno della tua. Come spiegavo prima (aldilà degli episodi di truffa o altro) non esiste una causa univoca (ossia malafede d'Impresa o D.L) ma anche errori nella computazione.

    Ripeto pur non conoscendo la vostra situazione condominiale posso anche darvi ragione, sta di fatto che nell'edilizia ci sono differenti cause.
    400 mq sono tanti, ma avete chiesto da quale conteggio saltano fuori?? (Parlo della D.L perchè sta comunque ad essa vigilare e controllare le misure).

    Di solito alla fine lavori o di una fase lavorativa singola (proprio per una questione di trasparenza e correttezza) sarebbero da prendere le misure "in contradditorio" tra D.L (che fa i vostri interessi) ed Impresa in modo da "mettere nero su bianco" le misure EFFETTIVE del lavoro svolto.
    Io sono abituato a lavorare così (anche con il contradditorio) perchè non mi piacciono ne i SE, nei DUBBI, ma mi piace chiarire le cose...specialmente quando ci sono condomini (anche con le foto del lavoro svolto)


    Mi chiedo è stato fatto un lavoro di questo tipo anche da voi (contradditorio, foto) oppure "tanto al chilo"???
     
  15. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La D.L., così come il vecchio Amministratore, era d'accordo con l'impresa. Ho dovuto chiedere il riconteggio delle misure al D.L. le quali mi sono state fornite soltanto a distanza di mesi dalla mia richiesta; le ho confrontate con quelle da me prese con una semplice "bindella" e mi sono ritrovato con due misurazioni diverse: 1)- la mia corrispondeva a quella del C.M. (metro + metro -),
    2)- mentre quella del D.L. era talmente artefatta - per avvicinarsi ai conteggi del +400 mq, che sono stato costretto segnalare la cosa all'Ordine dei Geometri di Trani.
    Scusa se te lo dico, ma non consento a nessuno di mettermi le mani in tasca senza che io sia d'accordo...!!!
     
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Allora hai fatto bene, come è andata a finire??? Questi fatti danneggiano (anche se indirettamente) anche me (come Geometra e costruttore edile) e trovo giusto un "repulisti" da certi personaggi.

    Nessuno lo consente io compreso...non piace neanche però neanche il sospetto.
    Ed è per quello che metto foto e misure, c'è la D.L, c'è tutto li (e non a distanza di mesi).
    Per ogni chiarimento sono sempre disponibile...il confronto non mi spaventa per niente.
     
  17. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' finita che il D.L., per evitare ulteriori danni professionali ha rinunciato al mandato e alle sue competenze, l'Amministratore è stato "cacciato via", mentre l'impresa, che testardamente non ha fatto marcia indietro, nonostante la documentazione dimostrativa delle sue incongruenze, è finito in Tribunale e, come tutte le cose italiane, la causa è ancora in corso...(sic!).
     
  18. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Mi spiace per voi, sappi solo che non siamo tutti uguali. Buona fortuna con la causa, dico sinceramente.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  19. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Appurato che il D.L si è comportato in modo disonesto e che tu hai fatto la dovuta segnalazione al Collegio dei Geometri di Trani, lo stesso è obbligato a prendere seri provvedimenti nei confronti dell'iscritto. Dovresti pretendere dal Presidente una risposta o di conoscere a che punto è l'iter disciplinare. In assenza di risposta o davanti ad un comportamento protettivo dell'iscritto, ti consiglio di mandare una richiesta di notizie con raccomandata A.R. sia al Presidente dell'Ordine professionale e per conoscenza alla Procura della Repubblica, allegando copia della corrispondenza intercorsa. Tranquillo, salteranno come grilli e in men che non si dica l'iter sarà completato. In tal caso credo che sarà attivato un procedimento penale nei confronti del professionista disonesto.
     
    A quiproquo, JERRY48 e Daniele 78 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina