1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ROCNAT

    ROCNAT Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho ereditato un terreno con una porzione di fabbricato quasi inesistente (vecchia masseria di tanti anni fà), perché andata in degrado negli anni. Trattasi di una parte indistinta e indivisa di una sub-particella. Il fabbricato nelle visure risulta rurale ed è presente nella sua forma originaria nelle mappe. Sono obbligato a passarlo al catasto urbano? E se volessi vendere il terreno con la stessa porzione di FR?
    Grazie a chi vorrà darmi chiarimenti.
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Dovresti se c'è un rogito che descrive la parte in uso al de cuius di cui ora sei erede, procedere con tipo mappale e censimento all'urbano come unita diruta, e risolveresti tutto.

    Se il rogito che descrive la parte in uso non esiste occorre coinvolgere anche gli altri comproprietari a fare quanto detto prima.

    Oppure se proprio l'edificio è appena un cumulo di macerie chiedete il cambio coltura con sopralluogo.

    Quindi in definitiva o si passa all'urbano oppure si fa in modo da farlo cambiare da fr a terreno.

    Un tecnico del posto che visiona i luoghi saprà darvi maggiori soluzioni.

    Ciao salves
     
    A ROCNAT piace questo elemento.
  3. ROCNAT

    ROCNAT Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Un tecnico che ha già visionato i luoghi, nonostante vi sia in effetti un cumulo di macerie, mi ha detto che occorre effettuare il passaggio al catasto urbano senza bisogno di coinvolgere gli altri comproprietari, altrimenti non si può vendere.
    Devo provare a sentire altri tecnici?
    Grazie
     
  4. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Non è vero...

    Se c'è un cumulo di macerie, fai rimuovere il tutto e poi, come ha detto Salves, esegui la variazione colturale al Catasto, corredata dalle fotografie che sul terreno non c'è nulla.

    In tal modo risparmi le spese per il tipo mappale e per il successivo accatastamento (che se è un fabbricato diroccata si accatasta come unità collabente).
     
  5. ROCNAT

    ROCNAT Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusa se a distanza di un mese riapro la discussione.
    Essendo la porzione di F.R. in oggetto indistinta e indivisa e in comproprietà con altre persone che non conosco, peraltro comprendente anche un'area comune e per di più collocato al di fuori del mio terreno, qualcuno mi ha fatto presente che per passarlo al catasto urbano devo coinvolgere gli altri proprietari altrimenti vado a ledere il loro diritto giuridico. Ma come faccio se sono tanti e non li conosco? E' un bel dilemma! Mi aiutate, per favore? Grazie.
     
  6. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Se è un cumulo di macerie non occorre passarlo all'urbano, ma solo fare richiesta straordinaria per passarlo da f.r. a terreno.

    In ogni caso consultati con il notaio se è sufficiente dichiarare che vendi la quota parte di questo f.r. il quale risulta diruto e assente dei muri perimetrali e di spina.

    ciao salves
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina